mercoledì 20 novembre 2013

I feel #2: Confusione O.o

*I feel: Leggendo fuggi dal mondo, ti dimentichi le tue preoccupazioni e le trasformi in pensieri magici…ogni libro si prende un pezzetto di te e ti dona parecchio di ciò che possiede. Cosa ti dà? Emozioni. Più di quanto un film possa fare o qualsiasi altra cosa così semplice possa consegnarti, ecco perché chi non legge non lo sa. Ogni libro ti dà qualcosa: ti fa sognare, ti spaventa, ti dà un po’ di amore, un po’ di saggezza, un po’ di magia, ti può far sentire felice, triste, arrabbiato o può diventare quasi una malattia quando non riesci a smettere di leggere o rimani con il fiato sospeso. Ecco perché ho inventato questa rubrica: citerò ogni volta un libro che mi ha fatto provare qualcosa di strano o di speciale mentre lo leggevo tutto, o una parte. Ciò che ti colpisce di un libro, insomma, è la magia delle sue parole…*
3...2...1...VIA!!! Con un'altra puntata di "I feel" :) che cosa sento oggi? Confusione...completo e irrimediabile caos mentale! Di che libro sto parlando? "La boutique del mistero" di Dino Buzzati. Questa raccolta di racconti mi ha totalmente scombussolato il cervello. Capivo la storia, ma non ne comprendevo il più  intimo significato. Per esempio la famosa "Ragazza che precipita" per me era soltanto una donna che si buttava giù da un grattacielo. O la simpaticcissima "Goccia che sale le scale", che cosa vuole indicare?? Oltre al fatto che una goccia che sale le scale va contro ogni principio gravitazionale, anche se ne fosse in grado che insegnamento morale darebbe, mi chiedo. Non sono proprio riuscita a capire cosa l'autore voleva comunicarci con determinate novelle...e tutto ciò mi faceva confondere!!

Qual'è il libro che voi non avete proprio capito? Quello che, quando lo guardi, ti chiedi che cosa ti abbia insegnato? Non ditemi "il libro di matematica" perché quello non lo comprende nessuno ^^

Francy

2 commenti:

  1. Non ditemi "il libro di matematica" perché quello non lo comprende nessuno ^^
    AHAHAHAHAAH mi hai fatto morire, volevo proprio dirlo guarda!!!!
    Beh Confusione, vediamo.... Non è un gioco di Sophie Hannah. La fine è molto bella perchè il thriller gioca molto sulla psicologia ed il finale è un colpo di scena però è stato tutto mal sviluppato a mio parere. Non è che non ci ho capito niente però mi ha dato un chè di Confusionario, caotico. Io l'ho definito un minestrone perchè mi è parso ci fossero tante, troppe cose che ne avrei fatto a meno, tante idee buttate lì insomma. Beccatevi queste spiegazioni molto chiare *momento di sclero* :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD un po' di ironia non guasta...anche se, ripensandoci, non stavo scherzando :D

      Elimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...