venerdì 15 novembre 2013

Recensione: La bambina che salvava i libri


Titolo: La bambina che salvava i libri
Autore: Markus Zusak
Pagine: 564
Prezzo di copertina: 11.50 euro
Editore: Sperling Paperback

Trama:
Germania, 1939. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare. Ed è solo l'inizio.
Il giorno del funerale del fratellino, la piccola Liesel raccoglie per strada un libro seminascosto dalla neve, e la sua vita cambia per sempre. Perché, da quel momento, la bambina impara a leggere. Ben presto Liesel inizia a sottrarre i libri dai roghi nazisti, decisa a salvarne uno ogni volta che ne ha l'occasione.
Ma sono tempi difficili e il mondo di Liesel non sarà mai più lo stesso... Raccontata dalla Morte - curiosa, amabile, partecipe, chiacchierona - un'indimenticabile storia sul potere delle parole e sulla capacità dei libri di nutrire lo spirito.

Recensione:
Questo sì che è un libro originale. ‘’Come?’’ direte voi ‘’Non parla della Seconda Guerra Mondiale, come migliaia di libri ormai?’’. Sì, avete ragione. E’ proprio di quello che parla ma non è una persona qualsiasi a parlarne, neanche un soldato reduce di guerra e nemmeno un ebreo che è sopravvissuto alle dure condizioni di vita nei campi di concentramento ma chi narra la storia è la Morte. Ma lei non si presenta come un mostro che vuole sterminare il mondo come vogliono fare i Nazisti ma è una personificazione della morte che è stanca, perché nel 1939 ha troppo lavoro da fare, troppe anime da portar via dai corpi inermi e troppi scenari raccapriccianti da vedere: bombe che esplodono, persone che urlano disperate per la perita dei loro amati, aerei che passano minacciosi… e lei, ovviamente, è presente. Il lavoro sporco è costretta a farlo lei.
Sapevate che la Morte ha un cuore? Sì, perché si  è affezionata a una bambina di nome Liesel, che ha incontrato più volte durante la sua vita, della quale ci racconta la storia, anticipando avvenimenti importanti come la morte di qualcuno a lei caro o lo scoppio di qualche bomba. Inizialmente mi chiedevo ‘’Come? Un libro che si spoilera da solo?’’ ma poi ho capito; in questo modo quando quel personaggio morirà tu non sarai così tanto sconvolto e, man mano che la storia avanzerà, ti godrai ogni attimo in cui lui parla perché potrebbe essere l’ultimo. Questo ha aumentato notevolmente la mia suspense.
Ho adorato tutti i personaggi, compresa la Morte (cioè, in questo caso). Liesel, la ladra di libri, Max, l’ebreo fuggitivo, Rudy, il migliore amico di Liesel, Hans Hubermann, il papà adottivo di Liesel che le farà amare la lettura e Rosa Hubermann, la madre adottiva di Liesel con un carattere deciso e severo ma che nasconde una personalità dolce. Quando finisci il libro i personaggi ti mancheranno…te lo assicuro.
La Morte durante la narrazione fa dei piccoli interventi in grassetto che io ho trovato singolari ma che altri, stando alle recensioni, hanno trovato fastidiose.
Parliamo un po’ del titolo ora. Perché mai la casa editrice ha sconvolto completamente il significato che non era neanche così difficile da tradurre? Il titolo originale è: ‘’The Book Thief’’. Chissà per quale motivo non hanno chiamato il libro semplicemente ‘’La ladra di libri’’ o ‘’La bambina che rubava i libri’’. Perché Liesel non ha nessuna intenzione di ‘’salvare’’ un libro (forse tranne il primo), perché vuole solo di leggerli, tenerseli per se e conservarseli come dei tesori…come ogni brava lettrice farebbe. (Piccolo Spoiler) Ah…quando qualcuno vi dirà che leggere è inutile diteli che Liesel si è salvata la vita grazie ai suoi amati libri. Buona lettura.

Consigliato a…
…chi non si è mai avvicinato a una lettura che parli della Seconda Guerra Mondiale e che vuole farlo passo dopo passo, cominciando da questo libro che ci parla degli strazi della guerra con molta delicatezza.


Voto: 












Link ad Amazon:
Se avete bisogno di informazioni in più, altre recensioni o di acquistarlo...

12 commenti:

  1. Ho comprato questo libro l'anno scorso ma non ho ancora avuto il piacere di leggerlo. Non sopporto le letture sulla guerra, in particolare sull'olocausto, non per ignoranza, ma semplicemente perchè sono troppo emotiva e soffrirei troppo durante la lettura di taluni scempi ed ingiustizie. Questo libro però mi ha achiamata dagli scaffali della libreria, e non ho saputo resistere alla tentazione di comprarlo. Sentivo che sarebbbe stato un libro fatto per me, e così l'ho preso. Adesso attende il suo momento nella mia libreria e mi sono chiesta più volte se avessi fatto bene a comprarlo. Leggendo la tua recensione non ho più dubbi: ho fatto bene! Il fatto che si parli della Seconda Guerra Mondiale con delicatezza è un ppunto a suo favore, così come anche la storia che viene narrata! Lo leggerò presto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ;) l'autore è riuscito a non rendere troppo duro un argomento così delicato...

      Elimina
  2. Mi hai davvero fatto venir voglia di leggerlo! :)

    RispondiElimina
  3. Lo sto leggendo proprio ora! Sono più o meno a metà e devo dire che secondo me è assolutamente meraviglioso, non riesco a smettere di leggerlo! Lo consiglio davvero a chiunque! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio un libro da cui non riesci a staccare gli occhi *.*

      Elimina
  4. Non conoscevo questo libro, presentato così, sembra interessante diverso dai soliti ambientati agli anni della seconda guerra mondiale. Credo che appena avrò terminato un po' di letture e di libri, ci farò un pensierino.

    RispondiElimina
  5. Lo devo leggere assolutamente!!! :D
    Mi attira tantissimo! :)
    Peccato abbiano cambiato il titolo! Quello originale era più... Accattivante! ;)
    Mi sono letta lo spoiler però! D:
    Ahhh spero di dimenticarmelo presto!!! xD

    RispondiElimina
  6. Ho questo libro pronto pronto sul comodino :)

    RispondiElimina
  7. Non avevano fatto anche il film? Forse mi confondo con qualcosa d'altro.
    Comunque la tua recensione mi ha incuriosita molto... Aggiungo alla wish list :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film sta per uscire con il nome di 'la ladra di libri" penso proprio che andrò a vederlo XD

      Elimina
  8. Che bello è piaciuto anche a te! *O* sto leggendo così tante recensioni negative su questo che penso "ma sono l'unica a cui è piaciuto tantissimo?!" ah, meno male, non sono la sola :3

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...