giovedì 31 ottobre 2013

Recensione: Multiversum


Titolo: Multiversum
Autore: Leonardo Patrignani
Pagine: 342
Prezzo di copertina: 16 euro
Editore: Mondadori

Trama:
Alex vive a Milano. Jenny vive a Melbourne. Hanno sedici anni. Un filo sottile unisce da sempre le loro vite: un dialogo telepatico che permette loro di scambiarsi poche parole e che si verifica senza preavviso, in uno stato di incoscienza. Durante uno di questi attacchi i due ragazzi riescono a darsi un appuntamento. Alex scappa di casa, arriva a Melbourne, sul molo di Altona Beach, il luogo stabilito. Ma Jenny non c'è. I due ragazzi non riescono a trovarsi perché vivono in dimensioni parallele. Nella dimensione in cui vive Jenny, Alex è un altro ragazzo. Nella dimensione in cui vive Alex, Jenny è morta all'età di sei anni. Il Multiverso minaccia di implodere, scomparire. Ma Jenny e Alex devono incontrarsi, attraversare il labirinto delle infinite possibilità. Solo il loro amore può cambiare un destino che si è già avverato.

Recensione:
Ebbene anch’io mi faccio affascinare dalla copertina di un libro qualche volta. Questa è una di quelle. Multiversum ha una cover a dir poco magnifica: una distesa verde in primo piano dipinta dal rosso del tramonto. Ma come ben sappiamo ‘l’abito non fa il monaco’.
Patrignani ha avuto un idea di base bellissima: un libro che ti fa immergere in mondi paralleli al nostro e in qualche momento ti fa chiedere ‘Esisterà veramente il Multiverso?’
Emh…ma siamo sicuri che tutto questo basti per aver un bel libro? Io direi proprio di no.

Anche se l’autore è riuscito a dare un significato "intelligente" a tutti gli eventi ho trovato il tutto un po’ vuoto di emozioni. Parliamo, per esempio, dei personaggi. I protagonisti sono Alex e Jenny due ragazzi innamorati e telepatici di sedici anni, il primo campione di calcio e la seconda campionessa di nuoto. E fin qui ci siamo. Ma il lettore vuole sapere di più, non gli basta sapere “le basi” ma vogliono qualcosa di più argomentato. Personalmente mi sarebbe piaciuto sapere qualcosina sulla loro storia ma niente. Zero totale. L’unica informazione che abbiamo è questa: si sono innamorati comunicando col pensiero.
Anche la loro caratterizzazione non è il massimo. Le ho trovate figure un po’ scialbe e a volte totalmente stordite…come si fa a prendere un aereo senza dire niente ai genitori? O a girare a zonzo per una città dove sta scoppiando una guerra sperando nell’aiuto dell’altro che intanto si trova in un altro universo?
Il solo personaggio degno di nota è Marco, il migliore amico di Alex costretto sulla sedia a rotelle che aiuta l’amico a cercare informazioni sul Multiverso. Presumibilmente se non ci fosse stato lui Alex sarebbe ancora lì a chiedersi come li sta succedendo, se sta impazzendo, se Jenny esiste e bla bla bla…
Una cosa che ho trovato a dir poco ridicola nell’ambito dei personaggi è la reazione dei genitori di Alex al suo ritorno dal viaggetto in aereo…sapete che fanno? Assolutamente niente. Si limitano a sgridarlo come se avesse preso un bel due a scuola e dubitano sulla sua salute mentale (beh, questo l’avrei fatto anch’io O.o).
Una parola per definire la descrizione dei personaggi? Superficialità. E’ questo ciò che ha fregato lo scrittore.

Ma qualche nota positiva ce l’ha questo povero libro? Si. Lo stile e la scorrevolezza. Il romanzo ha un ritmo incalzante e un lessico semplicissimo. Parlando dello stile si può dire che l’autore è stato capace di narrare tanti fatti senza confondere troppo il lettore; ciò significa che, qualsiasi cosa succedeva, non potevi perdere il filo del discorso.

In conclusione l’idea dell’autore è stato un vero colpo di genio ma non è stato in grado di svilupparla.

Leggerò sicuramente il seguito perché voglio assolutamente sapere che cos’è questa maledetta “Memoria”…spero che il seguito sia in grado di farmi cambiare idea su questa serie.

Consigliato a…
…chi non ha grandi aspettative e cerca qualcosa da leggere in un paio di giorni.

Voto:


Link ad Amazon:
Se avete bisogno di informazioni in più, altre recensioni o di acquistarlo...

mercoledì 30 ottobre 2013

RAINBOW SPINES BOOK TAG

Tea*Time

Eccomi con un nuovo e coloratissimo tag!
Consiste nel selezionare un libro per ogni colore dell’arcobaleno, per un totale di sette libri che con i loro dorsi ricreeranno lo spettro cromatico dell'arcobaleno.
L’ho trovato qui: http://tea-e-recensioni.blogspot.it/2013/10/tag-rainbow-spines-book-tag.html#comment-form e me ne sono subito innamorata ma l’idea nasce nel blog di Vicky: http://www.booksbiscuitsandtea.co.uk/

E ora ecco a voi il mio arcobaleno libresco


THE PRINCESS DIARIES
Un altro libro per ragazzi, il primo di questa serie nata dall’idea della scrittrice americana Meg Cabot, dal quale è stato tratto anche il film Pretty Princess con l’attrice Ann Hathaway.

NINA E IL MISTERO DELL’OTTAVA NOTA
Secondo libro della serie per ragazzi scritta da Moony Witcher. L’ho letto qualche anno fa ma devo dire che non era male, anche se non ho mai letto i libri che lo seguono.
Sfortunatamente era l’unico libro dal dorso arancione che possiedo :)

QUATTRO AMICHE E UN PAIO DI JEANS – IL TEMPO DELLE SCELTE
Terzo libro della serie ‘Quattro amiche e un paio di jeans’ della scrittrice per ragazzi Ann Brashares. Ancora non l’ho letto ma è lì, nella mia libreria, che aspetta solo di essere letto da qualcuno.

L’ISOLA DEI SEGRETI
Romanzo originale e con una storia molto molto particolare della scrittrice Scarlett Thomas. Parla di giovani ragazzi brillanti che si trovano in un isola apparentemente deserta dopo uno strano colloquio di lavoro…

LO STRANO CASO DEL CANE UCCISO A MEZZANOTTE
Sottile romanzo dello scrittore  inglese Mark Haddon. E’ un giallo diverso dal solito perché l’investigatore, se così può essere chiamato, è un ragazzo autistico di quindici anni.

L’OMBRA DEL VENTO
Libro che ho adorato. Questo famosissimo romanzo di Carlos Ruiz  Zafon è stato capace di trasportarmi nella Barcellona di altri tempi grazie alle sue pagine piene di descrizioni dettagliate ma mai noiose.

IL MISTERO DELLA CITTA’ FANTASMA
Un romanzo per ragazzi di Domenica Luciani. L’ho letto molto tempo fa, me ne ero accaparrata durante le vacanze estive quando, in crisi da astinenza di libri, l’avevo acquistato affascinata dalla copertina visibilmente viola.

Spero che questo breve tag abbia colorato la vostra giornata :)



Francy

martedì 29 ottobre 2013

Spazio ai numeri: i libri che hanno venduto più copie

Quante volte vi siete ritrovate con in mano un best seller? Probabilmente tante. Ma quali sono veramente i libri più venduti al mondo? Scopriamolo insieme…

Racconto di due città/Le due città (200 milioni di copie)
‘A tales of two cities’ è un romanzo di Charles Dickens, pubblicato per la prima volta nel lontano 1859 e da allora ha venduto moltissime copie in tutto il mondo. Insieme a Barnaby Rudge è l'unico romanzo storico scritto da Dickens ed è considerato il libro più venduto di sempre.
Trama:
Il romanzo ambientato a Parigi e Londra durante la Rivoluzione francese e negli anni del Regime del Terrore. In esso vengono rappresentati la sottomissione del proletariato francese all'oppressione dell'aristocrazia negli anni precedenti la rivoluzione, e la successiva brutalità dei rivoluzionari nei primi anni della rivoluzione.
Il romanzo segue le vite di diversi protagonisti attraverso questi eventi, in particolare Charles Darnay, un ex-aristocratico francese che diviene vittima di accuse indiscriminate durante la rivoluzione, e Sydney Carton, un avvocato inglese che cerca di redimere la propria vita per amore della moglie di Darnay, Lucie Manette, il cui padre venne ingiustamente imprigionato nella Bastiglia.

Il piccolo principe (140 milioni di copie)
Il breve romanzo di Antoine de Saint-Exupery è riuscito a conquistare persone di tutte le nazionalità grazie alla storia facile ma ricca di significati profondi. E’ sia un libro per bambini sia una storia sulla quale riflettere.
Vi lascio la trama, anche se è difficile non conoscere questo piccolo tesoro.
Questa è la storia del piccolo principe, bambino misterioso proveniente dal minuscolo asteroide B612 che, arrivato nel deserto del Sahara vi incontra un pilota in panne, intento a riparare il suo velivolo. Il pilota e il piccolo principe iniziano a parlare e diventano amici. Il bambino racconta all'adulto le sue peripezie da un pianeta all'altro prima del suo atterraggio sul pianeta Terra. Così comincia una delle storie più dolci e più belle che siano mai state scritte: che è poi la storia degli incontri, della scoperta dell'amicizia, del sapere affezionarsi e voler bene a qualcuno. Una storia semplice e grandissima, piena di poesia e di tenerezza.

Dieci piccoli indiani (100 milioni di copie)
Un capolavoro di 200 pagine della grande scrittrice Agatha Christie che dal 1939 ha fatto sognare milioni di lettori amanti del giallo in giro per tutto il mondo.
Trama:
Dieci persone estranee l'una all'altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l'invito. E ora sono lì su quell'isola che sorge dal mare simile a una gigantesca testa di negro che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l'inizio di un interminabile incubo. Come comincia la poesia? «Dieci piccoli negretti se ne andarono a mangiar: uno fece indigestione, solo nove ne restar.» E come finisce? «Solo il povero negretto in un bosco se ne andò: ad un pino s'impiccò, e nessuno ne restò.»  Agata Christie, che si è cimentata più volte con il giallo in ambiente chiuso, con Dieci piccoli indiani, scritto nel 1939, ha sfidato se stessa: dieci assassini, isolati, vittime a loro volta di un assassino invisibile. Un geniale capolavoro dell'impossibile possibile.

L’alchimista (100 milioni di copie)
Lo scrittore e poeta di questa opera è Paulo Coelho, un uomo brasiliano del 1947 che ha pubblicato il suo best seller nel 1988.
Trama:
"L'Alchimista" è la storia di una iniziazione. Ne è protagonista Santiago, un giovane pastorello andaluso il quale, alla ricerca di un tesoro sognato, intraprende quel viaggio avventuroso, insieme reale e simbolico che lo porterà fino all'Egitto delle Piramidi. E sarà proprio durante il viaggio che il giovane, grazie all'incontro con il vecchio Alchimista, salirà tutti i gradini della scala sapienziale: nella sua progressione sulla sabbia del deserto e, insieme, nella conoscenza di sé, scoprirà l'Anima del Mondo, l'Amore e il Linguaggio Universale, imparerà a parlare al sole e al vento e infine compirà la sua Leggenda Personale.



Il sogno della camera rossa (100 milioni di copie)
E’ un romanzo cinese, famoso anche come La storia della pietra, scritto da Cao Xueqin e pubblicato solo trent’anni dopo la sua morte.
Eccovene la descrizione:
Un libro che nella Cina del 1765 riuscì a raccontare l'amore tra gli adolescenti; un libro che mise in scena idee che fondono pietre per riparare la volta celeste, fiori che promettono di restituire in forma di lacrime l'acqua con la quale sono stati coltivati, bambini che nascono con in bocca una giada. Questo libro, considerato uno dei massimi capolavori della narrativa cinese della dinastia Ching, è "Il sogno della camera rossa". Con i suoi circa 450 personaggi che ruotano intorno al destino di Pao-yu, di sua cugina Tai-yu e di Po-ch'ai, in un mulinare continuo di sortilegi che attingono alla tradizione taoista, al sogno e all'allegoria metafisica, questo libro enciclopedico e commovente è un esempio di narrazione unica nel suo genere.

Il leone, la strega e l’armadio (90 milioni di copie)
Impossibile non conoscere questo volume de ‘Le cronache di Narnia’ dello scrittore britannico Clive Staples Lewis. E’ stato pubblicato nel  1950 e da quel momento fino ad oggi ha venduto 90 milioni di copie, grazie anche, negli ultimi anni, all’influenza del film.
Trama:
Terra 1940 - Narnia 1000 C'è la guerra, e per Peter, Susan, Edmund e Lucy è meglio rifugiarsi in campagna. Nella grande casa che li ospita scoprono un immenso armadio che sembra fatto apposta per nascondercisi: in realtà è una porta per entrare in un altro mondo, dove gli animali parlano e nessun incantesimo è impossibile. Ma una strega malvagia ha cancellato le stagioni, mutando il felice regno di Narnia in una landa desolata. Per fortuna c'è qualcuno che può rimettere le cose a posto...

Anche voi avete letto questi libri? Un vostro commento fa sempre piacere.

Alla prossima…lettura :)


Francy

Wish List #1: Quando la delicatezza incontra un significato profondo...

*Wish List: Sono sicura che a tutte è capitato almeno una volta di rimanere con il naso incollato a una vetrina ad ammirare un oggetto che le ha fatto brillare gli occhi, che questo sia un vestito, una collana o ... un libro. Ecco qui la rubrica nel quale posterò i romanzi che mi hanno conquistato a prima vista...e ovviamente voi siete chiamate a fare lo stesso nei commenti.*


Eccomi con la mia prima Wish List :) Sarà un appuntamento breve breve ma spero di farvi conoscere qualche titolo interessante.

E ora passiamo al sodo: cominciamo…

Un giorno solo, tutta la vita di Alyson  Richman

Trama:
Questa storia inizia a New York nel 2000, quando, alle nozze del nipote, Joseph Kohn scorge tra gli invitati una donna dall'aria familiare. Gli occhi azzurro ghiaccio, l'ombra di un tatuaggio sotto la manica. Il presentimento gli toglie il respiro. Le chiede di mostrargli il braccio; non importa se è scortese, lui deve sapere. La certezza è lì, sulla pelle: sei numeri blu, accanto a un piccolo neo che lui non ha mai dimenticato. E allora le dice: "Lenka, sono io. Joseph. Tuo marito". Perché questa storia, in realtà, inizia a Praga nel 1939. Lenka e Joseph sono due studenti ebrei, si conoscono poco prima dello scoppio della guerra, si innamorano, diventano marito e moglie per lo spazio di una notte. Il giorno dopo, al momento di fuggire negli Stati Uniti Lenka decide di restare, perché non ci sono biglietti a sufficienza per la sua famiglia. Si separano con la promessa di ricongiungersi al più presto, ma Lenka finisce in un campo di concentramento. In mezzo all'orrore, fa ciò di cui è capace, dipingere, unico modo per dare colore a ciò che è privato di luce, per dare forma a ciò che non si può descrivere. Mentre Joseph, in America, si specializza in ostetricia: solo aiutare a dare la vita gli consente di non farsi trascinare a fondo dalle voci di chi non c'è più. Quando ormai si crederanno perduti per sempre, ci sarà un nuovo inizio per entrambi.

Mi ispira perché:
Questo romanzo dal titolo apparentemente insensato sembra una storia romanzata che tratta di uno dei periodi più oscuri della storia: il Nazismo. Dalla a trama non appare come la solita narrazione della vita nel campo di concentramento ma ci vuole comunicare anche le conseguenze drastiche della separazione di una coppia… Un romanzo per dipingere da un altro punto di vista la vita di due giovani ebrei nel periodo nazista.

Il libro del domani di Cecelia Ahern
Trama:
Tamara Goodwin non ha mai dovuto preoccuparsi del futuro. La vita, finora, è stata molto generosa con lei: tanti soldi, una lussuosa villa sul mare, pomeriggi di shopping sfrenato con le amiche, un fidanzato diverso ogni settimana... Ma adesso suo padre se n’è andato per sempre, lasciando dietro di sé solo dolore, incredulità e una lunga lista di debiti. Tanto che lei e la madre sono costrette a trasferirsi da Dublino a casa degli zii di campagna, Rosaleen e Arthur, che Tamara ha sempre trovato ridicoli e imbarazzanti. Nella verde e sonnacchiosa contea di Meath sembra che non ci sia proprio nulla da fare, e Tamara per la prima volta ha il tempo di stare un po’ sola con se stessa, e fare i conti con il vuoto che la sua vita di prima le ha lasciato dentro. Finché, durante una delle sue passeggiate al misterioso castello di Kilsaney, si imbatte in una bizzarra biblioteca ambulante. Affascinata dalle pile di vecchi libri, e da Marcus, il ragazzo molto carino che se ne occupa, Tamara scopre un piccolo tesoro: un libro diverso da tutti gli altri, senza autore né titolo, chiuso da un fermaglio dorato. Un libro capace di raccontare ciò che ancora non è stato scritto. Complice una magia che metterà a dura prova le certezze cui Tamara si è sempre affidata, quel libro cambierà la sua vita. E la ragazza che non aveva mai dovuto desiderare nulla troverà finalmente il coraggio di inventare i propri sogni

Mi ispira perché:
Amo lo stile della scrittrice e amo tutto i sentimenti che strabordano dalle pagine dei suoi libri ma questa volta c’è un dettaglio in più che mi ha colpito: una parola. Libro.
Sono proprio curiosa di sapere cosa succede quando riponi le tue speranze in un libro, qualsiasi esso sia, e quest’opera sembra volermelo far capire.


Ricordati di essere felice di Christine Orban

Trama:
Marie ha quattordici anni e vive nel paese dei fiori d'arancio, degli hammam, del té alla menta e delle spezie: il Marocco. Ha una vita tranquilla a Fédala, una città di mare dove non succede mai niente, c'è sempre il sole, fa sempre caldo e il mare è sempre azzurro. Le sue giornate si dividono tra la scuola e i pomeriggi in spiaggia con la sua migliore amica Sophie e il fidanzatino Bobby. Marie si annoia; la sua paura più grande è diventare come la mamma: una donna all'antica, senza brio né desideri, adagiata nel suo ruolo di moglie e madre, un po' grigia, almeno così appare a lei. Soprattutto a confronto con Fifi, la cugina della mamma. Fifi torna a Fédala solo d'estate, perché vive in Francia. Quando sbarca all'aeroporto, colorata dalla testa ai piedi, a Marie sembra che sia tutta Parigi ad arrivare. L'eldorado dei tacchi a spillo, dei saldi, del traffico a tutte le ore e della Tour Eiffel in trasferta marocchina. "La vita ha senso solo se sei magra e vivi a Parigi" le ripete Fifi, e Marie si vede già proiettata nella città delle occasioni. Ma quando si trasferisce lì per studiare, si rende conto che le cose non stanno esattamente come Fifi le racconta. Tra feste, corteggiamenti, disillusioni, Marie impara il vero significato dell'amicizia e dell'amore. "Ricordati di essere felice" le diceva sempre suo padre. Solo da lontano, Marie capisce che la felicità è come quegli oggetti semplici della cui mancanza ci accorgiamo solo quando li abbiamo persi.

Mi ispira perché:
Perché? Perché ha tutte le carte in regola per essere un libro pieno di insegnamenti: non illudersi a tal punto da farsi condizionare la vita, riconoscere la felicità nelle piccole cose quotidiane…
E poi…il titolo. Non pensate contenga un semplice ma essenziale lezione?

Vi ho fatto scoprire qualche storia intrigante? Mi auguro di sì…

Buona lettura


Francy

Recensione: Anna vestita di sangue


Titolo: Anna vestita di sangue
Autore: Kendare Blake
Pagine: 283
Prezzo di copertina: 12.90  euro
Editore: Newton Compton Editori

Trama:
Cas Lowood ha ereditato una strana vocazione: uccidere i morti... Suo padre lo faceva prima di essere ucciso dal fantasma che stava cercando di annientare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame, continua la missione: viaggia di città in città insieme alla madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti malvagi. Quando arrivano a Thunder Bay per eliminare quella che la gente del posto chiama "Anna vestita di sangue", Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazzina posseduta dalla rabbia e vittima di maledizioni, uno spirito diverso da quelli che è abituato a distruggere. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata, nel 1958. Dal giorno della sua morte, Anna uccide chiunque osi entrare nella dimora vittoriana vecchia e cadente in cui un tempo viveva. Gli spiriti delle sue vittime penetrano il legno marcio delle pareti, strisciano sul pavimento ammuffito e viscido delle cantine, senza trovare pace... Per qualche strano motivo però, Anna non uccide Cas. Anzi, si rivela l'unica in grado di aiutarlo a trovare il fantasma maligno che lo ha privato del padre. Così, insieme agli altri strani amici del giovane, streghe e stregoni in erba, formeranno una squadra disposta ad affrontare ogni pericolo. Ma Cas dovrà risolvere un problema ancora più difficile di questo: quale sarà infatti il destino di Anna?

Recensione:
Questo è un libro che già dall’inizio ti catapulta in un altro mondo e sai che sarà difficile chiuderlo perché è una di quelle storie che non riesci a smettere di leggere…che ti coinvolgono dall’inizio alla fine, una di quelle che non hanno il finale così scontato come si potrebbe credere.
Prima di leggerlo mi aspettavo un romanzo meno coinvolgente che puntava più sull’aspetto visivo (per esempio sulla descrizione di Anna, della cittadina…) per inquietare il lettore ma non è stato così…Il libro è narrato in prima persona e già questo lo rende speciale proprio perché vivi le emozioni di Cas e la sua impressione del luogo (per spiegare meglio, Cas è abituato ai fantasmi e ai luoghi inquietanti ma questo paese gli sembra diverso se fosse raccontato da un narratore esterno o da un altro personaggio non darebbe l’impressione giusta).
E che dire dei personaggi? Ben definiti e ognuno con un ruolo importante al punto giusto. Cas è un personaggio ben caratterizzato, inizialmente anche un po’ antipatico, che cambia durante la sua esperienza a Thunder Bay, Anna è un “antagonista-aiutante” che in un primo momento è la cattiva della situazione (una fantasma ordinario, oserei dire) per poi diventare via via sempre più importante nella vita di Cas, soprattutto quando si tratta di uccidere un altro spettro (questa volta il VERO antagonista). Anche Thomas e Carmel sono amici e aiutanti di Cas e con tratti particolari. Thomas, infatti, se inizialmente sembra un intralcio fastidiosissimo per il protagonista si rivelerà un amico insostituibile mente Carmel non passerà come la solita “Reginetta della scuola” ma una ragazza normale che non si vanta per ciò che è.
Libro originale che ha ribaltato l’universo dei fantasmi&co. XD
Ah...fortunatamente il finale non è troppo aperto come succede in altre serie…comprerò sicuramente il seguito “Girl of Nightmares” quando uscirà in Italia…
Buona lettura

Consigliato a…

…voglia di una lettura paranormale, parlando sia della storia sia del genere :)

Voto: 

Link ad Amazon:
Se avete bisogno di informazioni in più, altre recensioni o di acquistarlo...

lunedì 28 ottobre 2013

Giro del mondo in 80 libri: Memorie di una geisha

*Giro del mondo in 80 libri: Ho sempre pensato che la lettura serva per viaggiare con la mente: conoscere paesi, culture e luoghi mozzafiato è possibile sfogliando le pagine di un libro. Questa è una rubrica ideata da me nella quale vi parlerò di romanzi su culture diverse dalla nostra. P.s i libri non penso possano essere realmente ottanta...ma non è detta l'ultima parola :) *

Primo appuntamento di questa rubrica avventuriera :) Che paese visiteremo oggi? Il Giappone. Il libro che ci accompagnerà durante questo breve viaggio sarà ‘Memorie di una Geisha’ di Arthur Golden. Ho divorato questo romanzo stupendo in pochi giorni imparando molto su quelle donne dalla pelle pallida e dalle labbra rosso fuoco…E ora voglio approfondire insieme a voi questo: chi sono le geishe?

Prima di iniziare vi allego la breve trama del libro:
Circondate da un'aura di mistero, le geishe hanno sempre esercitato sugli occidentali un'attrazione quasi irresistibile. Ma chi sono in realtà queste donne? A tutte le domande che queste figure leggendarie suscitano, Arthur Golden ha risposto con un romanzo, profondamente documentato, che conserva tutta l'immediatezza e l'emozione di una storia vera. Che cosa significa essere una geisha lo apprendiamo così dalla voce di Sayuri che ci racconta la sua storia: l'infanzia, il rapimento, l'addestramento, la disciplina - tutte le vicende che, sullo sfondo del Giappone del '900, l'hanno condotta a diventare la geisha più famosa e ricercata. Un romanzo avvincente e toccante, coronato da uno straordinario ritratto femminile e dalla sua voce indimenticabile.
La vie bohème

CHI E’ UNA GEISHA?
La geisha è un’artista. Un’artista completa, che deve saper cantare, ballare, suonare e intrattenere gli uomini nei modi più svariati…per fare tutto ciò viene istruita fin da bambine da un okiya, che la ospiterà per tutta la vita.
Queste artiste stanno man mano scomparendo e con loro stanno svanendo tutte le tradizioni legate ad esse. Dal romanzo si capisce che la loro non è una vita facile: appena arrivate all’okiya devono lavorare come domestiche, stando sveglie fino a tarda sera aspettando il ritorno di tutte le geishe già affermate, fino a quando la oka-san lo ritiene opportuno. Solo adesso comincia il lungo percorso che porta a diventare geisha; la bimba comincia a frequentare la scuola dove imparerà a suonare lo shamisen (che cos’è? Vedi sotto), a cantare, a ballare e a versare il tè correttamente.
Pian piano la giovane fanciulla diventa sempre più ‘artista’ affermandosi come vera intrattenitrice grazie all’aiuto di una sorella maggiore che comincia a condurla nelle varie case da tè della città per farla conoscere alla gente. Una geisha che ha una sorella maggiore è ormai una maiko, cioè un’apprendista diventata tale quando una geisha già affermata (la sorella maggiore, appunto) decide di aiutarla nel suo percorso. Le due sorelle sono congiunte con una cerimonia durante la quale la più piccola cambia nome (nel romanzo Chiyo diventa Sayuri) e comincia a vestire con kimono dai colori sgargianti accompagnati dai pesanti darari-no-obi, cioè obi lunghi cinque metri.
La lunghezza del periodo di apprendistato delle maiko può durare fino a cinque anni, dopo la geisha deve iniziare a pagare i debiti con l’okyia e a svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi.

English Reader: Dr Jekyll and Mr Hyde

*English Reader: E' risaputo che leggere libri in inglese aiuta a prendere dimestichezza con la lingua... e allora perché non farlo? Qui inserirò i miei pensieri sui libri che ho letto soffermandomi sulle difficoltà di ogni libro :) Ecco la mia idea.*

Titolo: Dr Jekyll and Mr Hyde
Autore: Robert Louis Stevenson
Difficoltà: semplice (B1)

Vorrei parlarvi di questo breve romanzo soffermandomi più sulla forma, i vocaboli, il testo che sul contenuto: ovvero, questa rubrica, non è costituita dalle recensioni dei libri letti in inglese.

Mi sembra comunque giusto postarvi ugualmente la trama del libro, quindi eccola qui sotto:
Il dottor Jekyll, medico stimato e rispettabile, ultimamente ha un comportamento strano: rifugge la compagnia degli amici di sempre e frequenta un certo signor Hyde, individuo di estrema malvagità e aspetto ripugnante. Ma perché il medico fa testamento in suo favore? Chi è davvero il misterioso Hyde? Ambientata in una Londra allucinata e circospetta - in città è attivo Jack lo Squartatore - questa fantasia nera di Stevenson ha dato corpo e nome all'idea della doppia personalità. Lo sventurato Jekyll, che con le sue polveri e i suoi alambicchi cerca la possibilità di darsi al vizio senza sentire rimorso, è simbolo e vittima dell'ipocrisia sociale.

ANALISI
E’ un racconto molto breve (50 pagine circa) leggibile da chiunque abbia un minimo di conoscenza dell’inglese.
L’edizione in mio possesso è dell’EuroPass e comprende un CD audio per ascoltare l’intero libro, esclusi approfondimenti vari, come il luogo e il tempo di ambientazione e la biografia di Stevenson.
La storia è lineare grazie all’assenza di intrecci e flashback, i personaggi vengono caratterizzati al punto giusto facendone notare gli aspetti essenziali per la comprensione della vicenda. Essi sono pochi perciò non è necessario impazzire per ricordarne i nomi; questo avrebbe reso la lettura impossibile perché l’attenzione del lettore italiano (con poca conoscenza dell’inglese, si intende)  è centrata sui vocaboli (che qualche volta vanno cercati…) e sulla comprensione del testo.

domenica 27 ottobre 2013

HARRY POTTER BOOK TAG. #3O QUESTIONS

Ciao lettrici :) Questo tag è dedicato soprattutto a chi ama Harry Potter come me. L’ho scovato per caso qua: http://100booklover.blogspot.it/2013/10/harry-potter-book-tag-3o-questions.html e mi sono ripromessa di fare la stessa cosa anch’io. Le 30 domande provengono dal canale YT di "Booklovers1". E detto questo…possiamo iniziare XD
Follow Me On Tumblr http://cokgulenadam.tumblr.com/
1. Quando e come hai conosciuto Harry e il suo mondo?
Mi ricordo che quando ero piccolissima sentivo parlare di questo “Harry” dappertutto e crescendo ho cominciato ad essere curiosa: volevo leggere i libri e vedere tutti i film…e così ho fatto.

2. In che ordine hai letto i libri?
Emh…uno dopo l’altro, dal primo al settimo :) Se no penso che non avrei capito niente!

3. Qual è il tuo libro preferito? Quello che non ti è piaciuto?
Che scelta difficile! Sono seriamente indecisa tra ‘Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban’ ed ‘Harry Potter e il Principe mezzosangue’. Quello che non mi è piaciuto? Stiamo scherzando? XD Sono tutti bellissimi!  

Recensione: Il messaggio nella bottiglia

Titolo: Il messaggio nella bottiglia
Autore: Jussi Alder-Olsen
Pagine: 556
Prezzo di copertina: 18.50 euro
Editore: Marsilio (Farfalle)

Trama:
Dalla costa danese alle Orcadi, dopo aver galleggiato sulle acque del mare per chissà quanto tempo, una bottiglia che racchiude un vecchio messaggio ritorna in Danimarca e finisce sulla scrivania dell'ispettore Cari Morck, capo della Sezione Q per i casi irrisolti. Il pezzo di carta è ingiallito, la scritta confusa. Mancano alcune lettere, e l'acqua salmastra e la condensa hanno fatto il resto: il testo risulta incomprensibile. Fatta eccezione per una parola, scritta con il sangue: AIUTO. Grazie alla preziosa assistenza di Assad e di una Rose in veste inedita, non passerà molto prima di capire che a lanciare nel mare quel messaggio disperato sono stati due ragazzi imprigionati che chiedono di essere liberati. Ma chi sono questi ragazzi, e perché negli anni nessuno ne ha denunciato la scomparsa? Potrebbero essere ancora vivi? In un'indagine il cui ritmo incalza giorno dopo giorno e la tensione si fa sempre più palpabile, Morck incrocia la strada di una donna prigioniera di un matrimonio disperato e di un seducente rapitore che agisce con molto sangue freddo. Un uomo misterioso che lo conduce nel mondo chiuso delle sette religiose, dove troppo spesso il significato di "amore per il prossimo" viene tragicamente frainteso e menzogna e reticenza sono compagne silenziose di una fede distorta che può solo generare odio. Un uomo che conosce la verità spaventosa che le onde del mare hanno trascinato alla deriva troppo a lungo.

sabato 26 ottobre 2013

Star Book #1: Emma Watson

*Star Book: Vi siete mai chiesti qual'è il libro preferito di quel cantante che avete appeso alla parete? O della scrittrice alla quale vorreste tanto assomigliare?  Chissà se questa rubrica creata da me vi potrà essere utile di tanto in tanto...*
Eccoci al primo appuntamento di questa rubrica inventata da me ^ ^ Ogni volta vi parlerò di un libro preferito di una star, dicendovi la trama, la copertina…le informazioni che posso avere senza leggere il libro insomma!


Oggi vi parlerò del libro preferito di Emma Watson, l’attrice famosa per il ruolo di Hermione in Harry Potter, (libri e film stupendi *.*)…che è “Quel che resta del giorno” di  Kazuo Ishiguro.
Premetto di non aver mai letto il libro e neanche visto il film  quindi non posso fare una recensione di questo libro, che non ho intenzione di leggere perché sembra abbastanza ponderoso.
E’ il terzo libro dello scrittore, è scritto sotto forma di diario…più di queste informazioni non ho trovato nulla. Non è un libro  molto conosciuto anche se ne è stato tratto un film… Dalle poche recensioni che ho trovato sembra un libro impegnativo nei quali i personaggi riflettono sulla loro vita durante il viaggio che fanno.  Sembra già un libro pesante solo considerando l’ambientazione: nella metà del 1900 in una villa inglese... Ok, troppo per i miei gusti, non amo i libri con quella scenografia lì ma forse a voi potrebbe piacere. Se lo leggete fatemi sapere com’è… Io preferisco i libri di Harry Potter, anche se penso che anche Emma li adori, essendo il motivo della sua fama…

venerdì 25 ottobre 2013

Biblioteche sublimi: le dimore dei libri.


Eccomi con uno speciale tutto per voi! Parliamo di biblioteche...ma non biblioteche qualunque. 
Avete mai immaginato di come sarebbe essere completamente sommerse dai libri? Guardarvi intorno e vedere solo libri? Se ancora non vi è capitato guardando queste foto capirete cosa significa. 


1.Trinity College Library, Dublino
Chissà' quanti vecchi volumi avrà' la biblioteca della più' importante università' irlandese...Una cosa e' certa: i libri sono così tanti che neanche la lettrice più' accanita potrebbe leggerli tutti! Infatti ci sono 9252600 volumi circa! Vedendo queste foto invidio chi abita a Dublino che, invece della solita biblioteca comunale sempre bisognosa di donazioni, si ritrova un posto di tale imponenza...immaginate come sarebbe percorrere il lungo corridoio guardando l'altissimo soffitto a volta, cercare un libro facendo scorrere un dito lungo i dorsi dei tomi ingialliti dal tempo e sedersi con il libro scelto tra le mani completamente avvolti in un atmosfera libresca! Penso che l'estraneazione dal mondo che si può' provare entrando questo luogo sia condivisa anche dai non-lettori, visto l'elevato numero di turisti che lo visitano.

 Per quanto può' essere rilassante leggere sotto le coperte farlo in un posto del genere sarebbe molto meglio :)

giovedì 24 ottobre 2013

Voglia e tanta passione: così nasce il mio blog.

Voglia. Sì, perché senza non si ottiene niente.

Tanta passione. Perché altrimenti la voglia mi avrebbe abbandonato subito.

Con questo voglio presentarvi il mio angolino; piccolo, certo, ma con tanta voglia di crescere. Desidero riempirlo passo dopo passo della passione che ho per la lettura e della voglia di condividerla con gli altri. E tu, caro lettore, che vedi ora un blog spoglio, apparentemente senza senso, abbia un pizzico di pazienza perché pian piano fiorirà … a suo tempo darà i suoi frutti.

Recensioni, rubriche, nuove uscite … questo è ciò che voglio condividere con voi per mezzo dei miei post. Saranno righe scritte con il cuore, perché è proprio dal cuore che nasce la voglia di leggere. Potranno essere tante, coincise, poche, intrecciate ma ricordate che le frasi sono fatte di parole e potrebbero regalarvi qualcosa o prendersi un pezzettino di voi, come capita mentre leggi un libro.

Con la speranza che la voglia e la passione che ora mi contraddistinguono mi accompagnino sempre e raggiungano anche voi.

E da domani comincia questa bellissima esperienza…
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...