giovedì 5 giugno 2014

Recensione: Non è estate senza te

Autore: Jenny Han
Pagine: 318
Prezzo di copertina: 12.90 euro
Editore: Piemme

Trama:
Belly ha sempre contato ogni singolo giorno che la separa dall'estate, cioè da Conrad e Jeremiah. Ma non quest'anno. Perché la madre dei ragazzi, Susannah, è di nuovo molto malata. Perché Conrad ha smesso di curarsene. E perché tutto quello che era buono nella sua vita sta crollando a pezzi. Per la prima volta, Belly vuole solo che quell'inverno non finisca mai. E invece, quando Jeremiah telefona per dirle che Conrad è sparito, Belly capisce che quella è l'occasione per rimettere le cose a posto.

Recensione:
L'estate questa volta non è un momento di svolta per Belly ma per tutti. Conrad, Jeremiah, Lauren.... sono tutti sconvolti da ciò che è successo a Susannah. Eh sì, perché la dolce Susannah è morta, se ne andata. La sua malattia l'ha divorata e si è portata via tutta la sua gioia, la voglia di vivere e l'amore che provava per i suoi figli... Forse crederete che io sia stata così stupida da farvi uno spoiler grosso come una casa ma invece l'autrice ci butta addosso questa orribile verità come uno schiaffo in faccia. Niente giri di parole, niente di niente. Susannah è morta. E il lettore lo sa fin dalle primissime pagine.
Si sa che la morte si porta via una vita ma ne modifica tante altre. I ragazzi sono costretti a crescere ma Conrad non è così forte da superare una perdita di tale importanza... e l'estate di Belly e Jeremiah sarà fatta di giorni tormentati per creare un equilibrio in grado di eliminare un po' di quel dolore che ti logora dentro. E' un grosso vuoto, una voragine, un buco nero che ti risucchia nel nulla. E quando ci cadi niente ti può aiutare; Conrad lo sa bene.

A differenza del primo volume questo è più sofferto, sempre stando su uno stile per ragazzi perciò lineare e semplicissimo da comprendere. Dalle pagine traspare comunque tutta la sofferenza di Belly e di Jeremiah.
Questa volta il capitolo della trilogia non rappresenta il diario della sola protagonista ma anche del ragazzo -Jeremiah. Ciò ci aiuta a vedere la vicenda da più punti di vista aprendoci gli occhi su come sia facile essere fraintesi anche quando la verità ci sembra così evidente. Grazie alla narrazione del giovane scopriamo anche i suoi punti deboli, la sua dolcezza e quel senso di fastidio che si porta dentro perché Belly è innamorata di Conrad. Non di lui.
Jeremiah è ufficialmente il mio personaggio preferito; con una personalità forte è un ragazzo che non fa fatica ad apparirci umano e sensibile, non ha problemi a farsi vedere scosso dal pianto o così fragile da poter cadere. E' una persona vera, con i suoi punti deboli e i suoi bellissimi pregi. Il 'nuovo' diario ci aiuta a capire i suoi pensieri, che prima per noi erano impossibili da interpretare dato che l'unica che ce li poteva descrivere era Belly...
Come avrete capito c'è il triangolo, tipico dei Young Adult :P Ma perché????? A volte può essere davvero fastidioso leggere di questi bronci, di queste occhiate fugaci, di questa indecisione costante nella protagonista...
In altri momenti vuoi sapere come andrà finite tutto questo intrigo di fatti! Peccato che rimarrai deluso quando ti renderai conto che  -per scoprire qualcosina- dovrai aspettare il terzo e ultimo volume della trilogia :P
Non è estate senza te è senza dubbio un romanzo di passaggio, con nessun particolare realmente essenziale per la storia ma solamente con l'intento di chiarire i rapporti tra i personaggi, sia prima della morte di Susannah che dopo.
E' comunque una lettura piacevole, che consiglio in questo periodo dell'anno ^^ E' stata una mossa astuta da parte della Piemme quella di farla uscire in estate e -soprattutto- un volume dopo l'altro :D Ha l'effetto di non far aspettare con ansia il lettore che non ha il tempo di perdere l'entusiasmo per leggere il capitolo seguente :D Se tutte le serie venissero pubblicate così....


Consigliato a...
...chi ha letto il precedente volume e l'ha minimamente apprezzato :P E' adattissimo per chi ha voglia di una vera e propria lettura da ombrellone: leggere ma carina ^^

Voto:

Link ad Amazon:
Se avete bisogno di informazioni in più, altre recensioni o di acquistarlo...

3 commenti:

  1. L'ultimo libro che ho acquistato è 'La bella addormentata' di Ross MacDonald, un giallo hard-boiled che è stato per anni fuori catalogo in Italia e che è stato appena ristampato dall'editore Polillo. Non saprei dire se è una lettura da ombrellone...

    RispondiElimina
  2. Ciao Francy :-)
    Io sto leggendo il primo volume :-) per il momento mi sta piacendo! Beh, la protagonista non è tra le miei preferite, ma tutto sommato è una lettura leggera e piacevole :-)

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...