venerdì 18 luglio 2014

LeggiAMO: intervistiamo due mamme lettrici!

''LeggiAMO è la rubrica per noi, lettori di questa generazione tecnologica che sembra quasi poter fare a meno dei libri. A prima vista può sembrare che nessuno legga più ma se facciamo attenzione e guardiamo oltre le apparenze ci sono ancora persone che amano leggere. Più di quante ne possiate immaginare. Io e Rowan ve lo mostreremo attraverso delle piccole interviste ai lettori di ogni genere. Il 18 ogni due mesi la vedrete nei nostri blog.''
Eccomi di nuovo! ''LeggiAmo'' è una nuova rubrica del mio Angolino e dell'Antro di Rowan; è da un po' che questa rubrica bolle in pentola: è il risultato di tante email scambiate, infinite idee piuttosto bizzarre, frasi insensate e molto tempo! Il pensiero di collaborare con la blogger che mi ha fatto venire in mente di creare un blog tutto mio mi eccitava già dall'inizio ma quasi mi sembrava irrealizzabile; Rowan è una specie di modello per me, in realtà! Ma quando le ho proposto di creare qualcosina insieme non ha tardato a darmi una risposta positiva: immaginatevi la mia felicità! Ero al settimo cielo e ora vi voglio proprio fare vedere cos'è saltato fuori!
Come avete letto nella presentazione, in ogni puntata intervisteremo un tipo di lettore ponendo le stesse domande ad entrambi gli intervistati! Questa volta toccava alle mamme e ai papà! Le domande erano le seguenti...

1. I tuoi gusti/interessi letterari sono cambiati dopo essere diventato genitore?
2. Diventando mamma/papà il tempo per te stesso diminuisce, badare ai figli è un lavoro che occupa l'intera giornata. Quanto sono cambiate le tue abitudini da lettore e diminuite le ore dedicate a questa passione?
3. Le tue abitudini di acquistare libri sono cambiate? Cerchi di comprare meno, o di andare in biblioteca?
4. Qual è la qualità che a un genitore appassionato di lettura non deve mai mancare?

Abbiamo intervistato due super mamme lettrici per porre loro i quattro interrogativi; Rowan si è rivolta a Francesca Verginella, amante della lettura, autrice del fantasy Luna e madre di due bei bimbi! Francesca scrive dall'età di 19 anni, ha iniziato a leggere un fantasy che poi rimarrà il suo libro preferito, per poi passare a romanzi che parlano della vita contemporanea. Nella sua esistenza da scrittrice ha ricevuto rifiuti da case editrici e sconfitte nei concorsi letterari ma non si è data per vinta; ora possiamo trovare il suo nome su più di un libro.
 Mentre la sottoscritta ha contattato Chiara Cecilia Santamaria, famosa blogger italiana che dirige Ma che davvero? dove ci parla della sua vita quotidiana, di viaggi, di stile e di maternità! Delle sue esperienze, insomma! Anche lei ha scritto un libro, intitolato Quello che le mamme non dicono, collabora con riviste come Cosmopolitan Italy -dove gestisce la rubrica Love life- Gioia Magazine e Vanity Fair. Il suo blog ha vinto numerosi premi ed è considerato tra i migliori d'Italia.

1. I tuoi gusti/interessi letterari sono cambiati dopo essere diventato genitore?
Francesca - I miei gusti letterari non sono cambiati dopo la nascita dei miei bambini. Ai fantasy e ai classici che ho sempre letto si sono aggiunte le favole per bambini... quelle a dire il vero mi piacevano anche prima, ma i libri li ho comperati solo dopo la nascita dei bimbi.
Chiara - Forse, essendo diventata un po' più consapevole del tempo che passa e della cura che dobbiamo al nostro corpo e alla nostra mente, mi trovo più spesso a leggere anche manuali. Prima invece leggevo prevalentemente fiction. Essendo anche 'cresciuta', i miei gusti letterari si sono affinati e sono diventata una lettrice più selettiva, attenta allo stile dell'autore e non solo al talento.

2. Diventando mamma il tempo per te stesso diminuisce, badare ai figli è un lavoro che occupa l'intera giornata. Quanto sono cambiate le tue abitudini da lettore e diminuite le ore dedicate a questa passione?
Francesca - Le ore da dedicare alla lettura si sono ridotte parecchio, purtroppo. Leggere la mattina o il pomeriggio nei momenti di pausa non è più possibile visto che, in quegli orari, non ho più alcun momento libero. Di solito leggo a letto prima di addormentarmi, ma confesso di riuscire a leggere poche pagine e di ritrovarmi a dormire con il libro in mano... non per carenza di interesse nel libro ma per sfinimento della sottoscritta.
Chiara - Sono ahimé diminuite drasticamente, e avere delle ore a disposizione per leggere un libro è diventata un'impresa. Quello che una volta avrei 'divorato' in una settimana oggi diventa un libro che mi porto dietro mesi, riuscendo a leggere poche pagine la sera prima di crollare a dormire. Vivere a Londra però da un certo punto di vista aiuta: prendere la metro invece che girare in auto regala un po' di tempo da dedicare alla letture.

3. Le tue abitudini di acquistare libri sono cambiate? Cerchi di comprare meno, o di andare in biblioteca?
Francesca - Ho sempre avuto la "cattiva" abitudine di leggere i libri degli altri, e così continuo a fare. Se prima ho letto tutti i libri con cui mia madre e mio padre avevano riempito la libreria, ora leggo i libri di mio marito (quelli classici e fantasy, quelli dell'antica grecia se li può tenere tutti). Compro poco anche perchè i libri costano un po' troppo. Mi piacciono quelli cartacei e alle volte riesco a risparmiare e a comprarmene uno.
Chiara - No, non sono molto cambiate perché amo ancora i libri di carta rispetto agli ebook e di comprare i libri che mi interessa leggere. Non vado spesso in biblioteca perché mi piace l'idea di possedere i libri e leggerli, rileggerli, sottolinearli, scrivere il mio nome nella prima pagina. Diventano un oggetto molto personale, per me.

4. Qual è la qualità che a un genitore appassionato di lettura non deve mai mancare?
Francesca - Urca! Che domanda difficile. Non sono sicura si tratti davvero di una qualità, ma sicuramente il genitore che legge deve condividere questa passione con i propri figli. Bisogna leggere loro quando non sono in grado di farlo da soli e comperare sempre delle letture adeguate (e intelligenti) quando sono capaci di farlo da soli. Ieri sera ho dato la buonanotte ai miei figli ed entrambi erano con la lucetta del lettino accesa ed un libro in mano... anche se per ora guardano solo le figure devo dire che per me è una grande soddisfazione.
Chiara - La curiosità di provare nuovi titoli e di esplorare libri anche diversi dal solito. L'oggetto libro è sorprendente, si presta a tantissimi modi di essere sfruttato: ci sono i classici libri di favole così come i libri di illustrazioni, quelli interattivi, quelli educativi, i pop-up e molti altri. Vale la pena entrare in una libreria ben fornita con il proprio bambino e semplicemente perdersi...
Ringrazio entrambe le intervistate per essere state così disponibili con noi ed averci permesso di rendere concreta questa rubrica!
Voi -Lettori- fatemi sapere che ne pensate di LeggiAMO! E se siete mamme potete rispondere anche voi alle domande :P

Francy

3 commenti:

  1. Francy, ma tu sei sempre troppo carina quando parli di me *___* mi dipingi più come una fata che come strega ahahahaha ♥ sono felice di aver iniziato questa collaborazione con te, la nostra rubrichetta già la adoro! :D

    RispondiElimina
  2. ma questa nuova rubrica mi piace davvero moltissimo..^______^...che bella intervista!!!!!!!^____^

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...