giovedì 17 luglio 2014

Recensione: Guardami

Titolo: Guardami
Autore: Alex Astrid
Pagine: 224
Prezzo di copertina: 12.00 euro
Editore: ilmiolibro.it

Trama:
Sapete che avere 17 anni non è facile? Ci sono tanti di quei pezzi da mettere insieme, che completare perfettamente il puzzle risulta molto difficile... Però in generale io non mi lamento troppo.
Piacere, Alessandra, 17 anni, e una vita sufficientemente perfetta: ho una migliore amica mattissima, un migliore amico stratimido, un'amica dolce e una intelligente, due compagni musicisti, due genitori troppo vivaci e una sorellina che vorrebbe essere la regina del mondo. Ah, sì... il mio ragazzo sembra il principe azzurro. Purtroppo esiste Davinia, quella stronza, che prova a rovinare sempre i miei piani... ma non mi lamento troppo.

Recensione:
Alex Astrid, l'autrice, ha solamente sedici anni ma sa scrivere. E' forse impensabile cominciare una recensione parlando della scrittrice e non dal libro stesso ma leggendo non ho potuto che pensare a quanto portata sia questa ragazza e per questo il mio commento sarà influenzato dall'espressione stupefatta stampata sul mio viso fin dal primo capitolo.
Guardami sarà pure un romanzo per ragazzi ma l'incredibile è che è scritto da una ragazza e giovanissimi peraltro. E' una storia semplice e lineare che di innovativo ha ben poco! Ma quel poco è così ben studiato, così elaborato; l'autrice mescola le carte della storia e ce le fa vedere con gli occhi di un'adolescente.
Sicuramente per Alex sarà stato facilissimo immedesimarsi in Alessandra -la protagonista- dato che il romanzo doveva essere in origine una sorta di diario personale, poi rielaborato e completato con elementi e personaggi nati dalla fantasia dell'autrice.
I personaggi sono molto stereotipati ma per questo emanano simpatia; sono gli stessi che ritroviamo nei film adolescenziali e che incontriamo nella nostra vita da ragazzi!


Alessandra è una ragazza normale, con una vita normale, degli amici normali, una scuola normale eccetera eccetera. E' lei che ci racconta quel che le succede grazie al suo diario che viene aggiornato periodicamente. Ironica, dolce ma pure sarcastica la vedremo cambiare con l'entrata in scena di ragazzi speciali per lei, che rappresenteranno per lei delle tappe importanti nella sua esistenza da giovane diciassettenne.
Giulia, migliore amica di Ale, è quella ragazza schietta e dai modi un po' bruschi che molti vorrebbero come amica per la sincerità ed altri la eviterebbero come peste; a non tutti piace la schiettezza!
Ma anche Silvia e Luna -le rimanenti amiche della protagonista- hanno il loro ruolo e completano la sua quotidianità insieme ai ragazzi che le sono amici a loro modo, come solo i maschi sanno fare.
Ma non ci sono solo amici, in questa storia, ma anche fidanzati... Alessandra non se lo aspetta, però.
A tratti troppo semplice Guardami mi ha comunque tenuta col naso tra le pagine per ore ed ore. Due soli giorni di lettura. Più di metà romanzo si è volatilizzato tra le mie mani durante il lungo viaggio che ho affrontato venerdì; ciò dimostra che è una storia così scorrevole da accompagnare dolcemente le tue giornate senza appesantirle. E il misero numero di pagine avanzate venerdì, le ho sbranate sabato sera, in pochissimo tempo e il sonno mi era passato. Guardami ha avuto su di me lo stesso effetto che un caffè ha su una donna che lo sorseggia prima di andare a lavorare per svegliarsi. E' stato un romanzo-sveglia! 

Lo stile è fresco, come l'acqua ghiacciata che al mattino mi bagna il viso per darmi un'aria meno stanca. Fresco e giovane, come l'autrice. Siamo nei pensieri di Alessandra, siamo la sua migliore amica, siamo gli occhi e le orecchie della ragazza; SIAMO Alessandra. Chiunque non farebbe fatica ad entrare nella sua mente trasportato dal travolgente flusso delle sue emozioni da diciassettenne.
Mi ci sono affezionata. Non è quel tipo di ragazza che si lega tutto al dito, che trasforma una rottura in tragedia. Sa che è inutile piangere sul latte versato ed è indispensabile godersi gli attimi che la vita ci regala ogni giorno.
Da leggere in un periodo in cui si ha il bisogno di essere positivi, di ritornare nuovamente giovani o addirittura di ricordare di esserlo ancora. Di avere una vita davanti, fatta per essere vissuta.
Anche per l'estate è perfetto. Un libro da leggere sotto l'ombrellone, quando non ci si può concentrare, circondati da bambini che vogliono andare in acqua, ragazzi che giocano a bocce e donne che chiaccherano.
Tre stelline è quello che do' a Guardami. Perché ho apprezzato la genuinità dello scritto, che un libro elaborato da un adulto ha più raramente, e lo stile reale, adatto al personaggio.
E queste tre stelline vogliono anche essere un incoraggiamento rivolto ad Alex (ed a tutti quelli che vogliono scrivere); perché ha le capacità e deve nutrirle, innaffiarle, far crescere questa pianta della scrittura per far fiorire pagine imbevute d'inchiostro zeppe di storie innovative.


Consigliato a...
...alle giovani ragazze sognatrici che hanno una vita comune ma sanno che sono le piccole cose a renderla speciale


Voto:






6 commenti:

  1. Mi fa piacere che ci siano nuovi autori giovani (autrici in questo caso) che sanno scrivere bene! :) Ho avuto modo di scambiare qualche email con Alex ed è stata molto gentile! :)

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero carino come libro *-* penso lo leggerò se ne dovesse capitare l'occasione e lo farò leggere anche a mia cugina che penso lo apprezzerebbe molto! ^^

    RispondiElimina
  3. deve essere un libro carinissimo...^_^...mi piace che a scriverlo sia stata un autrice così giovane!....

    RispondiElimina
  4. deve essere carino...
    non troppo il mio genere a dirla tutta, ma mai dire mai

    RispondiElimina
  5. Mi sembri piuttosto entusiasta... ma credo di essere un po' fuori quota per un libro così anche se non disdegno nulla....

    RispondiElimina
  6. Dev'essere carino e spensierato come libro :)

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...