mercoledì 10 settembre 2014

In my mailbox #9: dopo l'estate ancora libri

*Quando si amano i libri non c'è cosa più bella del riceverli! Per sfogliarli, per guardarli, per metterli sullo scaffale impolverato della tua stanza...ma soprattutto per leggerli!!*
In estate -come temevo- non ho avuto così tanto tempo per leggere; ho letto, eh, ma nella norma. Siete informati anche voi dato che non vi ho lasciato a corto di recensioni (ce l'ho fatta! Nonostante la connessione internet lasciasse a desiderare☻); sapete i libri che ho letto di recente!
Ancora non ho finito tutti i romanzi che si accumulano nella mia libreria ma -anzi- si moltiplicano...
Come vedete dalla foto di recente sono entrati ben quattro romanzi! I primi due mi sono stati regalati; molto graditi, davvero! Sono due classici che in realtà non avevo nemmeno in Wish List, nonostante questo ho apprezzato il gesto del regalare dei libri risultati belli da leggere. Vorrei leggere presto 1984 di Orwell, essendo il primo distopico in assoluto, che gode di una buona fama tra blogger che conosco!
L'isola di cemento e Non cambiare mai sono -invece- vincite di due differenti giveaway! Il romanzo di Ballard mi è stato inviato da Claudia, essendo la vincitrice del concorso Vinci un libro.  Sono stata così fortunata da ricevere dalle Topii -in occasione dei cento membri del blog- il romanzo di Jessica Sorensen! Ricevuto durante l'estate -quando non c'ero- non sapevo nemmeno mi fosse stato inviato :3 Grazie di nuovo a tutte quante, ragazze!
Prezzo: 9.90 euro
Pagine: 247
Lingua: italiano 
Trama: A prima vista, Lila Summers, la migliore amica di Ella, è la tipica ragazza viziata di buona famiglia: aspetto curato, abiti firmati e l'atteggiamento frìvolo di chi non ha mai dovuto faticare per ottenere ciò che vuole. Ma dietro quel seducente sorriso da copertina si nasconde un oscuro passato che Lila tenta con tutta se stessa di dimenticare e che minaccia di farla crollare... Quando il terribile vuoto che ha dentro rischia di emergere e divorare ogni cosa, c'è solo una persona in grado di aiutarla a tenere a bada i suoi fantasmi: Ethan Gregory. Lila e Ethan però sono solo amici, niente di più. Ethan non è tipo da relazioni e poi come potrebbe un ragazzo rude come lui far coppia fissa con una principessina? Eppure, nonostante tutto, Ethan non può negare che qualcosa di strano e forte lo lega a Lila, qualcosa che, se non sta attento, rischia di spezzargli il cuore...
***
L'isola di cemento 

Prezzo: 7.50 euro
Pagine: 155
Lingua: italiano 
Trama: Quasi un adattamento postmoderno di Robinson Crusoe, con echi anche della "Tempesta" shakespeariana, "L'isola di cemento" narra del naufragio del protagonista Robert Maitland su un'isola di fabbricazione umana. Maitland è un uomo ricco, vive una vita borghese con tanto di moglie, figlio e amante. Ma un giorno, d'improvviso, dopo un tremendo incidente mentre è alla guida della sua splendida Jaguar, si ritrova imprigionato sullo spartitraffico dell'autostrada. Incapace di sfuggirne, deve trovare il modo di sopravvivere lì, ai confini dell'universo umano in un ambiente alieno e al di là della civiltà, e tutto quel che ha per farlo è quanto gli è rimasto dell'auto distrutta. Ma, via via che la situazione precipita, Maitland si adegua alla sua nuova condizione, scopre in sé una diversa consapevolezza e si convince che la sua nuova esistenza potrebbe non essere peggiore della precedente. Va avanti perciò nella scoperta dell'isola, con i suoi segreti e relitti del passato, con i suoi abitanti. Nell'Isola di cemento si ritrova il tema ricorrente nella poetica ballardiana dell'alienazione prodotta dalla tecnologia e dalla contemporaneità, che può spingere a preferire la sopravvivenza in condizioni estreme pur di ritrovare una libertà perduta nella società disumanizzata.
***
1984 

Prezzo: 9.50 euro
Pagine: 336
Lingua: italiano 
Trama: L'azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l'anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c'è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un'esistenza "sovversiva". Scritto nel 1949, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo.
***
Sulla strada 

Prezzo: 9.50 euro
Pagine: 406
Lingua: italiano 
Trama: Sal Paradise, un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell'Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l'Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal. La fuga continua di Dean ha in sé una caratteristica eroica, Sal non può fare a meno di ammirarlo, anche quando febbricitante, a Città del Messico, viene abbandonato dall'amico, che torna negli Stati Uniti.

Ecco! Quali sono le vostre nuove entrate? Tra questi ne avete a casa qualcuno? :D

Francy

6 commenti:

  1. Io ho letto Orwell e Kerouac: sul primo nulla da dire, nonostante non sia tra i miei autori preferiti, è stato veramente un genio a creare 1984..su Kerouac, per carità, non mi è piaciuto assolutamente..ero curiosa di sapere le motivazioni della vita particolare della Beat Generation ma è stato una delusione, credo che per apprezzare il libro entrano in gioco personalità, carattere e ideolgia di ogni singolo lettore..io non condividendo assolutamente nulla di tutto quello che c'è nel libro ho fatto fatica a finirlo!Buona fortuna Francy... ^^

    RispondiElimina
  2. Kerouac l'ho letto per la scuola troppi anni fa, ma non mi era piaciuto. 1984 l'ho letto il mese scorso, per curiosità. Non mi è piaciuto.

    RispondiElimina
  3. Il libro di Kerouac è molto particolare, per apprezzarlo secondo me bisogna farsi prendere la mano dal narratore e seguirlo lungo appunto la "strada", ma non è un romanzo che può piacere a tutti!

    RispondiElimina
  4. Io Sulla strada lo lessi quando ero al liceo, e lo amo tantissimo!! Certo, alcune parti sono proprio lente, ma una volta che ci si abitua allo stile dello scrittore non pesano più! Il nome del mio blog e la citazione che c'è sotto provengono proprio da questo romanzo ^_^
    Buone letture Francy, spero che ti piacerà!

    RispondiElimina
  5. 1984 è stupendissimo, davvero *_____* Uno dei miei libri preferiti in assoluto!
    Gli altri sono tuttissimi in wishlist :) Regali veramente bellissimii *www*

    RispondiElimina
  6. Io adoro la Sorensen e, di conseguenza, ho amato "Non cambiare mai", così come il resto della serie *-*

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...