sabato 13 settembre 2014

Star Book #11: Natalie Portman

*Vi siete mai chiesti qual'è il libro preferito di quel cantante che avete appeso alla parete? O della scrittrice alla quale vorreste tanto assomigliare? Chissà se questa rubrica creata da me vi potrà essere utile di tanto in tanto...*
Ultimo sabato prima dell'inizio della vita scolastica. Sveglia presto, lezioni e compiti. Giornate piuttosto ripetitive, non troppo, per fortuna...ma quanto basta per rimpiangere l'estate.
Chissà se le star hanno una loro quotidianità o la loro fama rende i loro giorni uno diverso dall'altro; una puntata di Star Book ci farà compagnia e -come sempre- ci farà capire che anche le celebrità possono amare la lettura.
Dal titolo è evidente che parleremo di Natalie Portman, attrice israeliana, laureate in psicologia ma con un'ottima carriera nel mondo del cinema. Chi non conosce la sua interpretazione di Evey in V per Vendetta?
Sarà per le sue origini o solamente per il fatto che si tratta di un libro importante e pieno di storia, il preferito della Portman è il Diario di Anne Frank.
Ancora non ho affrontato la lettura; vedere e leggere Colpa delle stelle un po' mi ha influenzato grazie alla visita alla sua casa natale. Le frasi che appartengono a questo scritto sono meravigliose, semplici ed accompagnano anche alcune scene dell'adattamento cinematografico...

Titolo: Diario
Autore: Anne Frank
Prezzo: 13.00 euro
Pagine: 388
Editore: Einaudi

Trama:
Il "Diario" della ragazzina ebrea che a tredici anni racconta gli orrori del Nazismo torna in una nuova edizione integrale, curata da Otto Frank e Mirjam Pressler, e nella versione italiana da Frediano Sessi, con la traduzione di Laura Pignatti e la prefazione dell'edizione del 1964 di Natalia Ginzburg. Frediano Sessi ricostruisce in appendice gli ultimi mesi della vita di Anna e della sorella Margot, sulla base delle testimonianze e documenti raccolti in questi anni.

Citazioni:
Ecco la difficoltà di questi tempi: gli ideali, i sogni, le splendide speranze non sono ancora sorti in noi che già sono colpiti e completamente distrutti dalla crudele realtà.

È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo.

Quanto sarebbero buoni gli uomini, se ogni sera prima di addormentarsi rievocassero gli avvenimenti della giornata e riflettessero a ciò che v'è stato di buono e di cattivo nella loro condotta! Involontariamente cercheresti allora ogni giorno di correggerti, ed è probabile che dopo qualche tempo avresti ottenuto un risultato.

Viviamo tutti, ma non sappiamo perché e a che scopo; viviamo tutti coll'intento di diventare felici, viviamo tutti in modo diverso eppure uguale.

Avete letto il diario di questa ragazza? Che ne pensate?

Francy

2 commenti:

  1. Intanto, buon inizio scuola cara!! Per questo lunedì la mia rubrica sulle cover proporrà un tema legato al rientro scolastico, vieni a guardarla se ti va quando rientri!!!
    Poi, il diario di Anna Frank è uno dei pochissimi libri che non ho finito, un mattone pieno di amarezza. Non te lo consiglio per niente, in più è pure autobiografico, quindi proprio non riesci ad uscire da quell'enorme tristezza.....

    RispondiElimina
  2. Ricordo il Diario di Anna frank l'ho letto tantisismo tempo fa..tutta la durata della lettura avevo il magone in gola...davvero triste.....
    Un bacione grande dolcissima...

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...