giovedì 6 novembre 2014

Book Bar: quando cultura e relax vanno a braccetto

book bar
E' giovedì ed oggi vi lascio senza un post. Può sembrare ridicolo dal momento che state leggendo queste righe ma... posso spiegarvi, ve lo giuro! ♥
Vi avevo accennato alla mia collaborazione con il sito Parole a Colori, un portale che si occupa di cultura a 360°, e del fatto che ciò mi rendeva entusiasta.
Collaborarci mi fa enormemente piacere; sono inesperta nell'ambito della pubblicazioni di articoli veri e propri e con un pubblico che si estende oltre a voi, che siete in un certo qual modo miei amici e mi conoscete. Scrivere su Parole a Colori significa esporsi a qualcuno per cui sei una specie di giornalista... non sanno che sei una ragazza che ha un piccolo blog perciò non puoi permetterti di scrivere maluccio! Mi sono messa alla prova!
E' stato pubblicato più di una settimana fa ma ancora non avevo avuto l'occasione di parlarvene perciò... adesso eccomi qui! 
Ho parlato dei book bar, dei luoghi di incontro in cui il piacere di leggere un buon libro si unisce a quello di bere una buona tazza di tè. Un fenomeno che si sta diffondendo a chiazza d'olio anche qui, in Italia, nonostante sia nato negli States!
Se siete interessati a scoprire qualcosa di più vi lascio le prime frasi del pezzo (di più non posso... regole dall'alto!) e il link dove potete leggere il resto!

Una cioccolata calda tra le mani ghiacciate e il libro appoggiato sul tavolo. Un’immagine che nel periodo invernale potrebbe essere l’ideale: quando il caminetto e la copertina a quadri non bastano, una bevanda completa in modo quasi idilliaco il quadro di ciò che noi lettori chiediamo al momento di relax completo, il momento per perdersi tra le pagine di un buon romanzo.
Se  siete stati così buoni da leggere tutto l'articolo o solo l'introduzione non importa! Se mi lasciate il vostro pensiero mi fa piacere comunque, lo sapete ♥

Francy

7 commenti:

  1. In realtà in Italia esistono da tempo e si chiamano in italiano Caffè Letterari (non per essere pignola, ma in italiano il loro nome è più bello ed elegante). Ce n'è uno nella mia città ed è stupendo *-*

    RispondiElimina
  2. Ciao Francy!!!!!!!!!!ho appena letto il tuo articolo!*______*...adoro il tuo modo di scrivere!....wow non sapevo di preciso l'origine di questi book bar...non sapevo fossero di origine americana..pensa te pensavo provenissero dalla cultura londinese..>_<....uffi purtroppo quei pochi in italia sono troppo distanti da me..uffi uffi!!!...
    Bravissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Un baicone grande!<3

    RispondiElimina
  3. Sono davvero una fantastica idea ^^ peccato che quello che avevano aperto nella città ha chiuso dopo pochi mesi ù_ù

    RispondiElimina
  4. Ma che brava Francyyyyy!!!! Per il periodo delle superiori era il mio sogno, riuscire ad aprire un Caffé Letterario, però ho visto che a Cagliari quei pochi che hanno aperto hanno chiuso in tempi brevissimi, sigh!

    RispondiElimina
  5. è una bellissima collaborazione, che ti darà modo di crescere (io ho collaborato per un po' di tempo come articolista con un blog di informazione e mi è stato molto utile)!!

    andrò a leggere l'articolo, è un'iniziativa molto carina!!!!
    ciao e complimenti! :*

    RispondiElimina
  6. Ciao Francy, era da un sacco che non venivo nel tuo meraviglioso angoluccio! Bellissimo articolo, sei stata davvero brava! A me piacerebbe moltissimo aprire una libreria-caffè con un angolino dove si può anche comprare gadget e pezzi unici ispirati ai libri e alle serie, come ciondoli, t-shirt stampate e ogni ben di dio. Nel locale poi qualche concerto la sera.... sarebbe un sogno per me *-*

    RispondiElimina
  7. Qui a Roma ho il mio caffè letterario di fiducia <3
    Stavo proprio pensando di fare un articolo su di loro, anche solo per ringraziarli dell'accogliermi carinamente ogni volta anche se mangio poco e leggo tanto xD

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...