domenica 30 novembre 2014

Anteprima: Resta sempre qui

''Resta sempre qui'' è il titolo italiano del seguito di If I stay, la duologia che ha conquistato molti lettori in giro per il mondo. E anche in Italia. Quando le speranze di vedere la pubblicazione del secondo volume tradotto erano quasi svanite...ecco la notizia! Forse la Mondadori si è resa conto dell'amore di chi l'ha letto e di quello aggiuntivo di chi l'ha guardato al cinema; non che a me mi cambi davvero qualcosa. Ho ordinato pochi giorni fa Where she went; eh sì, il titolo originale era molto più attraente ma capita! Dobbiamo essere soddisfatte del semplice fatto che si sono decisi a pubblicarlo
Mi rende estremamente felice il fatto che chi non legge in lingua adesso può gustarsi la storia di Adam e Mia al completo! E chissà se si potrà parlare anche di un seguito cinematografico...
Titolo: Resta sempre qui
Autore: Gayle Forman
Casa Editrice: Mondadori
Data di uscita:2 Dicembre 2014

Trama:
Mia e Adam si rincontrano tre anni dopo il risveglio di lei. L'incidente ha cambiato tutto: il mondo di Mia, dentro e fuori, non è più lo stesso, neanche per quanto riguarda l'amore. Mia e Adam si erano persi eppure, a fatica, si ritrovano. Sono diventati due musicisti famosi, ora: lui è una rock-star amatissima, lei violoncellista di fama internazionale. E tra ricordi, rimpianti, nuovi corteggiamenti e confessioni, Mia e Adam provano una volta per tutte a superare il dolore e a ricomporre la musica dei loro cuori.

L'autrice
Gayle Forman, giornalista freelance, si occupa da sempre di giovani e tematiche giovanili. Con il marito Nick ha compiuto un viaggio intorno al mondo, grazie al quale ha raccolto un patrimonio di esperienze e informazioni che sono confluite nei suoi libri. Ha vinto, fra gli altri, il prestigioso premio NAIBA Book of the Year Awards e l'Indie Choice Honor Award. Vive a Brooklyn con il marito e due figlie, di cui una adottiva.

sabato 29 novembre 2014

Post I've Loved: Blogger Choice Awards etc...

*In un mondo così grande come la blogsfera è facile perdersi post meravigliosi: recensioni degne di nota, iniziative originali, informazioni decisamente interessanti...
Il modo migliore di raccogliere i post che ho amato di più penso sia proprio una piccola dolce rubrica ^^ Un momento di raccoglimento delle idee per me, nuovi spunti per voi e un grazie alla blogger che ha scritto il post ^^*

Buon sabato a tutti! ♥ Oggi ho poco tempo da dedicare al blog, nonostante sia sabato. Le prossime due settimane la scuola non mi permette di vedere un solo giorno senza verifiche e mi tocca portarmi avanti con lo studio. Ed in più oggi pomeriggio partecipo alla raccolta degli alimenti per la colletta alimentare
Ma intanto che sono qui mi dedico un po' ai vostri blog e vi segnalo alcuni bellissimi articoli che ho trovato poco fa proprio da voi ^^
Ancora non ho avuto il tempo di compilare il modulo ma l'idea è bellissima ♥ Dare la possibilità agli altri blog di essere fieri di quello che fanno! Ogni partecipante deve votare per le categorie miglior blog, miglior nuovo blog (aperto nel corso del 2014), miglior recensore, migliore rubrica e blog più originale; anche l'anno scorso c'è stato questo bel concorso ma io ancora non conoscevo la blogsfera molto bene e non ho fatto in tempo a votare i miei blog preferiti ♥ Questa volta lo farò! 

venerdì 28 novembre 2014

Recensione: Uno, nessuno e centomila

Autore: Luigi Pirandello
Pagine: 192
Prezzo di copertina: 4.50 euro
Editore: Giunti

Trama:
A tutti è capitato di stupirsi nello scoprire come gli altri possano avere un'immagine di noi diversa dalla nostra, visto che noi sappiamo cosa c'è sotto la maschera e gli altri non vedono che questa, dal di fuori. Ma una simile scoperta per Vitangelo Moscarda, il protagonista di questo romanzo filosofico di Pirandello, è letteralmente esplosiva: l'io negato e il fallimento di ogni provocazione mirante a creare un confronto con gli altri su un piano più profondo delle forme, delle convenzioni e delle aspettative sociali, sboccano in un'accettazione volontaria della propria frammentarietà irriducibile e del proprio nascere e morire ogni istante, come è d'altra parte di ogni forma di vita nella natura.

Recensione:
Nel 1925 Uno, nessuno e centomila cominciò ad essere pubblicato a puntate su ''La fiera letteraria''. Da quel momento ne ha fatta di strada; è uno dei romanzi più famosi del Novecento italiano; è innegabile -dunque- che abbia qualcosa di speciale; questo libro filosofico e psicologico, intriso di umorismo e spirito riflessivo non può lasciare alcun lettore indifferente.
E' così irrimediabilmente reale; sì, 'reale' è la parola giusta. Non quotidiano, poiché l'uomo non si interroga ogni giorno sul chi è veramente. E nemmeno contemporaneo; ogni epoca, ogni periodo, ogni individuo si è da sempre posto domande sulla propria esistenza, non solo l'uomo moderno.
Invece reale implica una realtà indefinita della vita, nella quale ci si può riconoscere soltanto se si riflette e si pensa alla storia come un insieme di fatti reali, di cose pensate, di idee peculiari. Insomma, si deve prendere Uno, nessuno e centomila proprio come ci viene dato da Pirandello: un inarrestabile monologo che ricorda una lunghissima rappresentazione teatrale, dove il lettore è completamente coinvolto grazie al fatto che Vitangelo -il protagonista- gli si rivolge come se fosse la figura di un reale spettatore ma anche quella di un vero e proprio interlocutore.
La forma di monologo sotto la quale si presenta l'opera è dimostrata dalle presenza di oltre cinquecento punti interrogativi diffusi in tutto il testo. Il segno di punteggiatura del dubbio, per eccellenza. Quella strana forma che conclude una frase e se ne aspetta un'altra come risposta.
Ma in un romanzo chi può rispondere, se non il narratore stesso?
E così vediamo Moscarda come sdoppiato, nei suoi momenti di profonda riflessione. Si interroga sul chi è e sul perché lo è. E soprattutto sul modo in cui lo vede la gente.

giovedì 27 novembre 2014

Birthday's Giveaway: chi ha vinto 'Tre sassi bianchi'?

Ciao a tutti carissimi lettori! Oggi un post che di interessante non ha niente ma sono certa che in molti sono curiosissimi di sapere i risultati del giveaway di compleanno, iniziato ormai un mese fa! 
La Piemme mi ha dato la possibilità di mettere in palio una copia di un suo bel romanzo perciò devo ringraziare questa fantastica casa editrice, che mi appoggia sempre in ciò che faccio.
E grazie anche a voi! Lettori vecchi e lettori nuovi, che avete partecipato con entusiasmo a questo concorso per accaparrarsi un bel libro ♥
a Rafflecopter giveaway
Alessia! ♥ Sei la vincitrice, come ben puoi vedere!
Goditi questa storia drammatica e dolce a suo modo e -mi raccomando- fammi sapere che ne pensi! Mi auguro che sarà di tuo gradimento!
Per tutti gli altri...non preoccupatevi! Ci saranno tante occasioni in futuro per tentare nuovamente la sorte ^^

mercoledì 26 novembre 2014

Tiziano Ferro Book Tag

Ciao Lettori grandi e piccini ♥ Ieri avevo il blog impegnato dalla rubrica Le Miss Movie, in compagnia di Sara, ma oggi sono libera di fare un tag di mia invenzione... eh sì, perché in effetti chi ne farebbe uno simile? :3 *si nasconde* Ricordate il Taylor Swift Book Tag? Oggi vi lascio a qualcosa di praticamente identico se non fosse per il fatto che l'artista in questione è Tiziano Ferro. 
Proprio ieri -25 novembre- è uscito il suo disco TZN – The Best Of Tiziano Ferro, contenente la canzone 'Senza scappare mai più' che continuiamo a sentire in radio.
Pronti ad associare alle canzoni del cantate alcuni bei romanzi? Io sì ♥ Possiamo cominciare!
Questions:
1. Alla mia età - prendi un libro ti ha fatto provare una miriade di emozioni, compreso il dolore che ti ha fatto piangere come un bambino.
Non mi smetterò mai di citare Noi siamo infinito; un romanzo perfetto dal punto di vista emotivo. La vita di questo ragazzo mi ha accompagnato pagina per pagina permettendomi di immedesimarmi completamente in quelle sensazioni che lo caratterizzavano. Sono stata accanto a Charlie soffrendo con lui per le sue crisi e rallegrandomi della sua fortissima amicizia con Sam e Patrick!
E ringrazio sempre chi sa piangere di notte alla mia età
E vita mia che mi hai dato tanto,
Amore, gioia, dolore, tutto,
2. Non me lo so spiegare - nomina quel romanzo o quella serie di cui hai fatto fatica a digerire la fine perché l'hai amato/a troppo.
Il finale di Hunger Games non l'ho digerito; mi è rimasto un groppo in gola. Dopo tre volumi non si pensa sia possibile liquidare la situazione dei due protagonisti in poche righe; probabilmente è una personalissima sensazione causata dal fatto che avrei amato leggere storie su storie riguardanti Peeta e Katniss! ♥ Resta il fatto che non sono l'unica a pensarla così :P

Scusa, sai, non ti vorrei mai disturbare
Ma vuoi dirmi come questo può finire?
Non me lo so spiegare

martedì 25 novembre 2014

Le Miss Movie #8: Noi siamo infinito

*Non solo le parole racchiudono storie. Anche le immagini lo fanno. I film sono un mondo di parole ed immagini che ti permettono di sprofondare per qualche ora dentro uno schermo: diventi parte della storia. 'Le Miss Movie' nasce per condividere con voi le emozioni che quelle scene ci lasciano nel cuore...Ogni tre settimane io e Sara -del blog Il mondo di Sara- vi faremo scoprire un nuovo mondo...*
Questa volta io e Sara siamo state puntualissime! Dopo esattamente tre settimane siamo di nuovo qui! ♥ Abbiamo avuto qualche problemino dell'ultimo minuto riguardante la scelta del film perché quello di cui vi volevamo parlare era introvabile in rete e Sara non è riuscita a trovarlo; io ero stata fortunata... l'avevo visto al cinema! ☻ Beh, chissà se per la prossima volta ce la faremo a sfruttarlo :P
Abbiamo ripiegato su un film che abbiamo amato entrambe e di cui io vi ho parlato in tutte le salse, citando il meraviglioso romanzo! ♥

Titolo: Noi siamo infinito
Anno: 2013
Durata: 102 min
Genere: drammatico, sentimentale
Interpreti: Logan Lerman, Emma Watson, Ezra Miller
Trama: È il 1991 e Charlie è un ragazzo molto intelligente, ma allo stesso tempo timido e insicuro, che osserva il mondo intorno a sé tenendosi in disparte. Un giorno due carismatici ragazzi dell'ultimo anno, la bella Sam e il suo impavido fratellastro Patrick, lo prendono sotto la loro ala protettrice accompagnandolo verso nuove amicizie, il primo amore, il primo bacio, le prime feste, le rappresentazioni del Rocky Horror Picture Show e la ricerca della colonna sonora perfetta della loro vita. Allo stesso tempo, il suo professore di inglese, il sig. Anderson lo introduce al mondo della letteratura, facendo nascere in lui il sogno di diventare scrittore. Tuttavia, nonostante la felicità raggiunta, il dolore del suo passato, segnato dal recente suicidio del migliore amico Michael e dall'accidentale morte di una sua cara zia, tormenta ancora Charlie. Quando i suoi amici più grandi si preparano a lasciare il liceo per il college, l'equilibrio precario del ragazzo inizia a sgretolarsi, fino a palesare una dolorosa verità.

♥Il pensiero di Francy♥
Parlare di Noi siamo infinito, basato su The Perks of Being a Wallflower, il romanzo scritto da Stephen Chbosky e ormai conosciutissimo è quasi imbarazzante :3 Non perché non abbia niente da dire su un film così bello. Il motivo è più semplice: il 99% di voi l'avrà già visto e non ha bisogno di qualcuno che ne parli elogiandolo come farò io perciò vi capisco se dopo aver aperto il post siete scappati. E' giusto così, non ci sono più parole per parlare della trasposizione cinematografica dell'opera.
Sono qui per provarci; e perché un piccolo post devo proprio farlo! E scriverlo in compagnia di Sara è il top; cioè... tutte e due lo abbiamo adorato
Charlie è un ragazzo timido, il ritratto dell'adolescente timido; tratteggiato a meraviglia grazie a Logan Lerman che -con le sue espressioni da bravo-dolce ragazzo- non lasciano dubbi su quale sia il suo carattere fin dall'inizio. Nemmeno a casa sua sembra davvero a suo agio; è una sensazione che lo spettatore ha a pelle; un attore giovane ma talentuoso, non c'è che dire!
Lo  stesso discorso lo si può fare per Emma Watson. Credo sia stata proprio lei il motivo che mi ha spinto prima a leggere il romanzo e poi a vedere il film. 
La vediamo con i capelli corti, da sempre simbolo di sicurezza e quel tocco di ribellione che Sam mostra meravigliosamente.

lunedì 24 novembre 2014

Weekly Life #47

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*
Le tre cose migliori:
1. Ho sistemato la mia stanza in modo abbastanza decente....anche se ancora c'è tanto da fare! :P
2. Questa settimana FORSE (e dico Forse) sarò LEGGERMENTE (e dico leggermente) più libera! :3
3. E' tornato il bel tempo, cioè... un tempo che non implica alluvioni e disastri naturali :P

Le tre cose peggiori:
1. Salterà anche un'altra puntata di Play a Book perché Nic -da L'annusatore di libri- ha qualche problema e non può tornare su blogger molto presto :3
2. Seri problemi di spazio per posizionare i miei romanzi O.o
3. Fra poco più di un mese vedo la mia migliore amica ♥  Ma mi sembra così tanto...

domenica 23 novembre 2014

Nuova uscita: Respiro dopo respiro

Sono le storie vere le più potenti. Le più forti. Quelle che fanno più male a te -che le leggi- e all'autore -che le scrive e le ha vissute.
Solo la trama è un inno alla vita; la vita di una ragazza che vive da 26 meglio che può; nonostante malattie rare l'abbiano colpita lei lotta. Lotta per lei e per chi la circonda, perché sa che la sua malattia non influenza solo lei ma TUTTI i suoi cari.
Come si può non darle ragione? Se con poche righe è riuscita a far riflettere una normale lettrice l'effetto sulle persone che la circondano e la amano deve essere devastante...
Titolo: Respiro dopo respiro
Autore: Caterina Simonsen
Formato: cartaceo/ ebook
Pagine: 238
Data di uscita: 7 ottobre 2014

Trama:
Quando stai tanto male, quando ti capita spesso di sentirti come un pesce che boccheggia sulla spiaggia, a volte avresti voglia di mollare, di alzare le mani e dire: «Okay, mi arrendo». Troppa fatica, troppo dolore. Che se una cosa ce l’hai, tipo la vita, devi poterla usare, altrimenti che senso ha? E quando sei malata, malata per davvero, sei come i bambini poveri davanti alla pasticceria. Tanto vale che rinunci, che smetti di alitare sui vetri. Di sognare una vita che non afferrerai mai davvero.
Poi, però, basta una parola, uno sguardo, una carezza. Un messaggio su Facebook o un sms hanno il potere di ribaltare il mondo. Ti rimettono al tuo posto, ti ricollocano sullo sfondo. Capisci che non sei sola, che sei come una tesserina del domino e la tua vita condiziona quella degli altri. Che se cadi tu lo fanno anche loro. La tua famiglia, i tuoi amici, il tuo fidanzato. Tutte le persone che ti hanno voluto bene o si sono prese cura di te. E non vuoi farlo, non puoi farglielo. E poi ci sei tu. Va bene che stai male e sei stanca e tutto il resto, ma come la metti con la vita? Voglio dire, come fai? Ti siedi sul ciglio della strada e ci rinunci? Io, Caterina Simonsen? Impossibile. Amo troppo la vita e tutto ciò che mi ha dato. Ogni istante, ogni respiro, ogni colpo di tosse. Con il tempo sono arrivata persino ad amare le cicatrici che punteggiano il mio corpo, a trovarne un significato.
Molti pensano che la malattia, una come la mia specialmente, sia sintomo di tristezza e rassegnazione. Una sorta di attesa. Invece è tutto il contrario.

L'autrice:
Caterina Simonsen, 26 anni, si divide tra Padova, dove vive la sua famiglia, e Bologna. È affetta da quattro malattie rare che la costringono a restare attaccata a un respiratore per molte ore al giorno e ad assumere quotidianamente un mix di 30 medicine. Un suo intervento di qualche tempo fa sul web a sostegno della vera ricerca, quella che si basa anche sulla sperimentazione animale e che le ha regalato anni di vita, ha scatenato le reazioni violente degli animalisti fondamentalisti che l’hanno coperta di insulti e di minacce di morte. Di lei si sono occupati giornali e tv. Caterina ha risposto con un ulteriore impegno per la ricerca sulle malattie rare e per il riconoscimento dei diritti dei malati affetti da queste patologie. E con Respiro dopo respiro, in cui racconta la sua storia, il suo entusiasmo, le sue speranze e il suo amore infinito per gli animali.

sabato 22 novembre 2014

Troppi libri: dove li mettete?

Ciao a tutti, cari Lettori
Oggi mi sono dedicata alla sistemazione della mia libreria! Eh si, quella che vedete nella foto non è una normale pila di libri da sistemare ma è una foto di una mensola con i vari romanzi già posizionati!
Ok, non è una meraviglia! Ne sono consapevole! Ma lo spazio è quasi inesistente ormai e se non sfrutto bene tutto lo spazio che mi rimane finisco con l'uscire io di casa per non buttar fuori i miei bei romanzi... perciò mi sono dovuta adattare!
Ho riordinato (se così si può dire) i volumi posizionandoli in orizzontale anziché in verticale, come dovrebbero stare su uno scaffale nella norma e non strapieno!
Però sono soddisfatta, così facendo è balzato fuori dal nulla uno spazio enorme per mettere eventuali nuovi acquisti!
Devo stare attenta a non eccedere perché se no sono punto e a capo...
Nei momenti come questi vorrei essere un'amante dell'ebook reader :3

Ma non sono l'unica lettrice compulsiva qui perciò sono curiosissima di sapere in che maniera risolvete problemi simili in casa vostra!
Com'è è organizzata la vostra libreria? Quanti libri ''fuori posto'' avete al momento?
Insomma! Fatemi sapere com'è la vostra situazione attuale per ciò che riguarda il posizionamento dei grossi volumi pieni di parole che avete amato
Se vi va mandatemi la foto via email :P

venerdì 21 novembre 2014

Recensione: Will ti presento Will

Titolo: Will ti presento Will
Autore: John Green, David Levithan
Pagine: 336
Prezzo di copertina: 16.00 euro
Editore: Piemme


Trama:
Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull'amicizia, l'amore e su loro stessi.


Recensione:
Quando le strade di due persone si incrociano alcuni pezzi delle loro vite si uniscono; un nuovo incontro ti cambia irrevocabilmente la vita. Ciò non significa che causi un mutamento radicale ma soltanto che ogni persona che conosci si prende un pezzettino di te, nello stesso modo in cui tu ti prendi un frammento di lei.
Che poi questi ''pezzi'' di vita siano piccoli o grandi è irrilevante se si percepisce in cambiamento come interiore, come astratto; invisibile agli altri così come a noi finché non ci guardiamo dentro -nel cuore- e scopriamo che -sì- è successo qualcosa; siamo cambiati.
Rendersene conto è tutto un fattore di tempo, di crescita. Qui sono ben due i personaggi che attraversano la 'selva' dell'adolescenza e si trasformano inconsapevolmente a vicenda: Will e Will. 
Will Grayson con-la-maiuscola è il personaggio di John Green -il mio preferito, in effetti- e will grayson con-la-minuscola, di David Levithan, colui che scrive senza rispettare la punteggiature e lasciando immensi vuoti nel bianco delle pagine (eh sì, questo mi ha dato fastidio, non dovrebbe ma è così...).
Da una parte c'è Will Grayson, convintissimo del fatto che stare-zitti-e-muti-e-fare-finta-di-niente sia il modo migliore per risolvere le cose, o meglio, per non mettersi in alcun modo nei casini. E' proprio l'estraniazione dal mondo che rende Will l'adolescente insicuro che è un po' ogni ragazzo; in lui traspare anche il sentimento; la fragilità di questo essere umano, ancora non pronto ad affrontare la vita; un piccolo uomo che delle emozioni non sa che farsene, non sa gestirle.
C'è questa dolcezza travolgente nel protagonista di John Green, questa caratteristica prorompente e così evidente che crea un senso di empatia nei suoi confronti. 
E' la preoccupazione che sembra provare per tutti e per nessuno. Per se stesso e per i suoi amici. Forse un'impressione solo mia ma resta che il rapporto con Jane -nonostante sia stato approfondito ben poco- è così innocente da lasciare il lettore stupito e con un sorrisetto sul viso; una smorfia sia per la situazione tanto immatura sia per la dolcezza in sé.

giovedì 20 novembre 2014

Il libro preferito di Joshua Jakson

*Vi siete mai chiesti qual'è il libro preferito di quel cantante che avete appeso alla parete? O della scrittrice alla quale vorreste tanto assomigliare? Chissà se questa rubrica creata da me vi potrà essere utile di tanto in tanto...*
''Che cos'è questo post?'' Si tratta semplicemente della dodicesima puntata di Star Book! Ho deciso di cambiare nome al titolo dell'articolo in modo da far capire meglio di cosa si tratta già al primo impatto! Ma la rubrica è sempre la stessa, nessun timore!
Ovviamente non ho deciso di abbandonare Star Book, peccato che era da settembre che non ne facevo una puntata! Non me ne ero nemmeno accorta...e voi? Beh, non conoscete i miei post a memoria perciò che pure a voi sarà sfuggito questo dettaglio!
Non è una sorpresa che oggi io vi parli di Joshua Jackson, il titolo non mente mai! Tantissimi film e serie televisive possono vantarsi della sua presenza, ma l'attore è diventato celebre grazie a Dawson's Creek, teen drama in voga un decennio fa ma che la sottoscritta si sta guardando adesso per imparare l'inglese... Devo dire che non è un peso guardarlo! Mi piace davvero e i personaggi sono degni di nota, soprattutto Pacey, il mio preferito! ♥
Unendo l'utile al dilettevole... ho deciso di fare questa bella puntata di Star Book, che avrà come protagonista un libro conosciuto da TUTTI, cioè Il signore degli anelli di Tolkien. Non gli si può fare una colpa se è il suo libro preferito!
Titolo: Il signore degli anelli 
Autore: J.R.R. Tolkien 
Prezzo: 19.00 euro
Pagine: 1253
Editore: Bompiani

Trama:
"Il Signore degli anelli" è un romanzo d'eccezione, al di fuori del tempo. E' un libro d'avventure in luoghi remoti e terribili, episodi di inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano a poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d'argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi e oscuri. Tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male.

Citazioni:
Molti tra i vivi meritano la morte. E parecchi che sono morti avrebbero meritato la vita. Sei forse tu in grado di dargliela? E allora non essere troppo generoso nel distribuire la morte nei tuoi giudizi: sappi che nemmeno i più saggi possono vedere tutte le conseguenze.

Conosco la meta di voi soltanto a meta e nutro per meno della metà di voi metà dell'affetto che meritate.

mercoledì 19 novembre 2014

Recensione: L'ultima canzone

Autore: Nicholas Sparks
Pagine: 437
Prezzo di copertina: 10.90 euro
Editore: Pickwick

Trama:
A quattordici anni, la vita di Veronica Miller, detta Ronnie, è stata completamente stravolta dal divorzio dei genitori e dall'allontanamento del padre, che da New York si è trasferito a Wilmington, in North Carolina. Tre anni dopo Ronnie è ancora furiosa, soprattutto con lui, che non vede quasi mai. Finché sua madre non decide - nell'interesse di tutti, secondo lei - di mandarla a trascorrere l'estate nella sperduta cittadina affacciata sull'oceano dove il padre di Ronnie, ex pianista e insegnante di musica, vive un'esistenza tranquilla in sintonia con la natura, tutto concentrato nella creazione di un'opera destinata alla chiesa locale.

Recensione:
Quante cose possono accadere in un'estate; tre mesi possono cambiarti tutta la vita
E sembra impossibile... perché sono i piccoli avvenimenti che sommati ti permettono di trasformarti pian piano. Non è un mutamento radicale; è un po' come quando il bruco si trasforma in farfalla; in realtà quest'ultima è sempre stata tale ma è nel momento in cui è crisalide che la sua vera essenza comincia a venire fuori. 
E alla fine è un essere bellissimo e grazioso.
La vita è la cosa più inaspettata che esista; programmare gli eventi può risultare inutile ma programmare i sentimenti lo è senza ombra di dubbio.
Non si può decidere di odiare qualcuno -nemmeno il padre che sembra essersi allontanato senza motivo- perché prima di odiare c'è bisogno di aver amato. Ogni sforzo, ogni prova di forza, ogni volta che si cerca di costruire una barriera invisibile è vana nel momento in cui il vero problema ti si presenta davanti. O forse il vero problema sei tu stesso. In fondo non è da noi che nascono i nostri sentimenti? Non siamo noi che non percepiamo le cose come sono in realtà?
Ronnie è costretta a passare dalla banale normalità della sua vita newyorkese a quella particolarissima e opposta in Carolina, dal padre che odia... o almeno così ritiene.

martedì 18 novembre 2014

LeggiAMO: intervista ad un amico o un'amica!

'LeggiAMO è la rubrica per noi, lettori di questa generazione tecnologica che sembra quasi poter fare a meno dei libri. A prima vista può sembrare che nessuno legga più ma se facciamo attenzione e guardiamo oltre le apparenze ci sono ancora persone che amano leggere. Più di quante ne possiate immaginare. Io e Rowan ve lo mostreremo attraverso delle piccole interviste ai lettori di ogni genere. Il 18 ogni due mesi la vedrete nei nostri blog.''
Eccoci tornate! ♥ Rowan è venuta nel mio Angolino direttamente dal suo magico e stregato Antro per un'altra (per la precisione la terza!) puntata di LeggiAmo, dove ognuna di noi intervista un lettore appartenente ad una determinata 'categoria'!
Questa volta abbiamo pensato a fare qualche domandina agli amici ''lettori''! La sottoscritta ha interrogato Gaia -una ragazza che ha più o meno la mia età e che conosco praticamente da sempre- e la nostra streghetta si è rivolta ad Anita Book, dolcissima e con un canale bellissimo su youtube e soprattutto (in questo caso) amica di Rowan! Diciamo che sono felicissima di avere le sue risposte qui perché seguo i suoi video da prima che aprissi il blog! ☻

1. Avere amici che leggono influisce sulla passione per la lettura, secondo te?
2. Ti è mai capitato di riuscire a convincere un amico a leggere? Se sì, in che modo?
3. Quanti tuoi amici conoscono davvero i tuoi gusti per la lettura?
4. È indispensabile in un'amicizia avere gli stessi interessi, che questi comprendano la lettura o meno?

1. Avere amici che leggono influisce sulla passione per la lettura, secondo te? 
Gaia: Secondo me avere amici che leggono influenza la passione per la lettura perché si esprimono pareri, consigli e pensieri riguardo i libri letti.
Anita: In una certa misura sì. Attorniarsi di persone che nutrono l'amore per la lettura e ne parlano non può che favorire un'opera di persuasione e proselitismo culturale. I più inesperti in materia potranno provare così un'energia attrattiva o repulsiva, dipende anche dai gusti e dalle capacità oratorie dell'interlocutore. Ma c'è da dire che è anche una questione d'istinto, e di cuore. Si può diventare lettori forti nelle maniere più disparate e straordinarie, e sta proprio qui il potere dei libri. Di sicuro avere una cerchia di conoscenze con le quali condividere il proprio interesse senza alcun timore è il modo migliore per accrescere la propria sete di letture. 

2. Ti è mai capitato di riuscire a convincere un amico a leggere? Se sì, in che modo? 
Gaia: Sì, mi è capitato, perché parlavo continuamente dei libri che stavo leggendo, l'ho fatta incuriosire e ha iniziato a leggere pure lei.
Anita: Una domanda alla quale sono molto felice di rispondere. Sì, mi è capitato di avvicinare un po' di gente al mondo dei libri e ciò è accaduto solo grazie al mio blog, L'Ora del Libro, che gestisco da ben cinque anni. È stata e rimane la soddisfazione più grande in assoluto. Riuscire a trasmettere il piacere, il conforto e la magia di un buon libro fa sentire utili alla salvaguardia di un valore prezioso e di conseguenza alla difesa dell'umanità. Io la considero una missione. 

lunedì 17 novembre 2014

Weekly Life #46

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*
Le tre cose migliori:
1. Oggi niente scuola! ♥ e' CHIUSA a causa del mal tempo...
2. Ho ricevuto il premio di un gveaway! Un libro che non mi sarei mai aspettata; non è davvero il mio genere ma potrei restarne sorpresa! Ve ne parlerò in una puntata di In my mailbox.
3. Tantissima voglia di leggere (peccato per il tempo che manca SEMPRE...)

Le tre cose peggiori:
1. Nonostante tanta pioggia significhi un giorno in meno di scuola... significa anche tanti disastri! Troppi in realtà!
2. Devo studiare per la verifica di storia: è la materia che faccio più fatica a ricordare... con tutte quelle orribili date O.o
3. A volte mi sento un po' presa in giro da autori e case editrici benché dovrebbero essere serie... Lo so che blogger non è tutto rose e fiori ma... uno di solito cerca di vedere le cose positive! ♥

domenica 16 novembre 2014

Nuova uscita: I Dissidenti

Urban fantasy. Ucronico. Distopico. Sono i generi a cui appartiene il romanzo I dissidenti della scrittrice italiana Sara Zelda Mazzini, che proprio ieri mi ha contattata per farmi conoscere il suo nuovo romanzo in uscita -purtroppo- soltanto in formato ebook.
La trama è incredibilmente particolare; se non avessi letto i tre aggettivi che vi ho riportato nella prima riga del post non avrei saputo etichettare la storia. In più non sapevo nemmeno cosa significasse 'ucronico' . Me ne vergogno un po' ma posso dire a mia discolpa che non l'avevo mai sentito nominare prima; così sono andata a cercare il significato; ho scoperto che è un genere di narrativa fantastica basata sulla premessa generale che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo rispetto a quello reale, perciò ambientata in un universo parallelo.
Per la sua natura, l'ucronia è spesso assimilata al più vasto genere della fantascienza e si incrocia con la fantapolitica, mescolandosi all'utopia o alla distopia quando va a descrivere società ideali o, al contrario, indesiderabili.
Questa parola perciò sembra dire tutto sulla complessità e sui mille intrecci che il libro sembra prometterci... Niente male! Soprattutto pensiamo che si tratta di un'autrice al suo primo romanzo!
Titolo: I Dissidenti
Autore: Sara Zelda Mazzini
Formato: ebook
Pagine: 503
Data di uscita: 12 novembre 2014

Trama:
In un presente parallelo, in cui l’ideale della trasgressione vige in qualità di morale imperante, è in corso una guerra tanto invisibile quanto spietata. Mentre gli uomini lasciano le proprie famiglie per non farvi più ritorno, le donne si contendono i pochi rimasti, innalzando barriere di invalicabile rivalità. È un’era di anticonformismo a tutti i costi, in cui il nemico da combattere si identifica inevitabilmente con una comunità di individui ordinari, guidati dall’ex stella del rock americano Syd Duncan, che vive secondo valori tradizionali come il lavoro manuale, rifiutando la celebrità. Madena, detta Mad, vive sospesa tra la ricerca di risposte a continue e pressanti domande e i bisogni di una famiglia ingombrante, composta dalla madre vedova, la zia e il fratellino Josh. Inquieta e solitaria, ha un unico vero amico nella bizzarra figura di Gino, camionista che si è stabilito in un’area di servizio lungo l’Autostrada del Sole, trovandovi tutto ciò che si potrebbe mai desiderare nel mondo occidentale. La ricerca di Mad la condurrà a Volterra, dove, tra le rovine di un vecchio manicomio, il destino ha già installato un oscuro personaggio: Loki il Funestatore. In mezzo ai Dissidenti di Syd Duncan Mad trova finalmente un luogo che può chiamare casa, ma il male non tarderà a rivelarsi anche in questo luogo e l’inevitabile approfondirsi del rapporto con Loki farà emergere incubi ancestrali dal fondo della sua coscienza, portando alla luce un antico mistero.

L'autrice:
E' nata il 24 luglio 1980. Dopo aver speso la sua prima giovinezza tra Firenze e Milano, si è trasferita col marito Alessandro a Monaco di Baviera, dove attualmente vive e cura i blog La Baviera Corallina e A Room With A Review. All’attivo ha la raccolta di racconti Cronache dalla fine del mondo (2013). I Dissidenti è il suo primo romanzo.









sabato 15 novembre 2014

Legione: colonna sonora di una saga


Buon sabato, Lettori ♥
Oggi vi lascio al post riguardante il blog tour organizzato dalla scrittrice Simona Colombo per condividere con i suoi lettori tutti i segreti e i retroscena della stesura delle sue opere.
Tocca a me proporvi di leggere ciò che l'autrice stessa ha scritto su ciò che riguarda la colonna sonora della sua saga: sembra che la musica abbia fatto proprio da sottofondo mentre le parole uscivano dalla penna di Simona.
Mi sono concessa qualche minuto per ascoltare spezzoni di quelle canzoni che lei ha scelto: nonostante la connessione scarsa (questa pioggia copiosa rovina anche il wii fii...) mi sono goduta i brani, soprattutto alcuni, benché fossero piuttosto datati!
Ora non mi resta che permettervi di leggere ciò che Simona ci dice...

''Durante la stesura dei miei libri, la musica ha sempre un ruolo importante. A volte si tratta del sottofondo che mi isola dal mondo esterno, permettendomi di concentrarmi sulla scrittura; altre volte è fonte d'ispirazione e diventa parte integrante del processo creativo. Ho immaginato come film molte delle scene descritte nei due episodi di Legione e ognuna aveva una propria colonna sonora.

Alcuni, tra i pezzi che ascoltavo scrivendo, sono rimasti sulle pagine degli ebook della saga Legione, a disposizione dei lettori che volessero immergersi ancora di più nell'atmosfera di certi passaggi. Ecco la playlist dei primi due episodi:
Pop Evil

♥ In Legione River, la canzone regina è Brown eyed girl di Van Morrison che unisce la famiglia del protagonista. La moglie Aurora e la figlia Maya sono le “ragazze dagli occhi marroni” di cui River è innamorato. La prima è intrappolata nell'aldilà a causa del suo innato legame con gli spiriti, la seconda è ignara del passato di suo padre come membro della Legione Segreta.
♥ Per la misteriosa organizzazione, River faceva il pilota di Coda di Rondine, un aereo molto speciale, e durante i suoi voli acrobatici cantava a squarciagola Last man standing dei Pop Evil per darsi la carica.

venerdì 14 novembre 2014

-25% sui bestsellers su Book Depository

Anche oggi il post arriva un po' di tardi. Non temete! L'appuntamento nel mio Angolino non sta diventando serale; è il tempo che in questi ultimi giorni scarseggia seriamente ed il mio cervello fatica a restare sveglia in modo da essere sempre e completamente attivo dopo  un'intera giornata immersa tra le pagine dei libri...di scuola!
Ora però sono qui a parlarvi di una promozione che potrei sfruttare presto che proprio qualche ora fa ho scoperto su Book Depository; alcuni bestsellers sono stati scontati e sono pronti ad essere spediti nelle nostre case con spese di spedizione pari a zero, come sempre in questo fantastico sito scoperto grazie ad Angi ♥
Non vi riporto tutto il contenuto della newsletter ma soltanto i titoli che interessano a me personalmente e che tengo sott'occhio da un po' di tempo (o che ho tenuto...)!

Blue Lily, Lily Blue (ancora inedito in Italia)
Costo: 10.10 7,78 euro
Casa editrice: Scholastic Press
Pagine: 400 pages
Trama: È pericoloso sognare. Ma è anche più pericoloso svegliarsi. Blue Sargent ha trovato delle cose. Per la prima volta nella sua vita, ha degli amici di cui fidarsi, un gruppo a cui appartenere. I ragazzi corvo l'hanno accettata come una di loro. I loro problemi sono diventati i suoi, e i suoi problemi sono diventati i loro.
Ma l'inganno nel trovare le cose sta nel com'è facile perderle.
Gli amici posso tradire.
Le madri scomparire.
Le visioni ingannare.
Le certezze possono rivelare. (fonte)





giovedì 13 novembre 2014

Quotes of the heart #13: L'ultima canzone

*Quante volte vi è capitato di trovare una frase che vi ha colpito? Beh...a me molto spesso. Ecco qui una raccolta di belle frasi ''libresche'' :)*
Sono quasi le dieci di sera, ne sono pienamente cosciente! Nei giorni precedenti non ho avuto il tempo di preparare post e così mi ritrovo a scrivere sul blog dopo una giornata di studio: ho finito proprio poco fa! :P 
Oggi voglio lasciarvi con questa puntata di Quotes of the heart perché vi voglio preparare ad una recensione che arriverà presto qui sul blog (appena ho il tempo di scriverla e sistemarla, insomma) di un romanzo letto in lingua che ho apprezzato davvero molto; sto parlando de L'ultima canzone -da cui è stato tratto anche un film con Miley Cyrus e Liam Hemsworth- del famoso autore Nicholas Sparks, di cui non avevo letto niente in precedenza. Adesso vi lascio alle bellissime frasi che vi ho trovato ♥
***
Al principio c'è il mistero, al termine la conferma, ma nel mezzo ci sono le emozioni che arricchiscono l'intera esperienza. Per la prima volta da mesi, non provava alcun dolore e sapeva che i suoi interrogativi avevano trovato una risposta.
***
La guardò con la certezza assoluta di essersi innamorato. La strinse a sé e la baciò sotto il manto di stelle, chiedendosi come fosse mai stato possibile avere avuto la fortuna di averla incontrata!
***
Per quanto la vita possa essere complessa e nonostante i rimpianti, ci sono stati momenti in cui mi sono sentito sinceramente toccato dalla grazia... Di solito, questi momenti non durano a lungo; vanno e vengono come la brezza marina. Ma a volte durano per sempre.
***

mercoledì 12 novembre 2014

10 libri al cinema nel 2015

Se fossi costretta a scegliere tra libri e film sceglierei senza dubbio i primi; ma la vita non è così crudele con noi ed il problema non si pone: possiamo conciliare l'amore per un buon romanzo gustato in solitudine con un altrettanto (si spera) bel film visto in compagnia degli amici.
Sulle uscite in libreria mi troverete sempre informata; un po' di meno lo sarò invece per ciò che riguarda il cinema...almeno che non si parli di storie che si trasformano, uscendo dalle pagine di un volume di carta.
Nel 2014 abbiamo visto tantissime trasposizioni interessanti come Resta anche domani, Colpa delle stelle, Divergent (ok, IO devo ancora guardarlo...) e altri ma sembra che nemmeno il 2015 abbia intenzione di lasciarci a bocca asciutta! 
Oggi vi parlerò di quei film che usciranno nelle sale in Inghilterra/Stati Uniti nel 2015 -o addirittura nel 2016- e che speriamo raggiungeranno dopo poco tempo anche la nostra amata penisola! ☻

Hunger Games - Il canto della rivolta (Parte due)
Ancora nessuno ha avuto il piacere di godersi la prima parte, che uscirà il 20 novembre nelle sale italiane, e già sappiamo che precisamente un anno dopo saremo nuovamente al cinema per vedere la seconda parte. L'attesa sarà lunga e pesante poiché sicuramente la parte uno ci lascerà col fiato sospeso, nel bel mezzo di una scena carica di tensione...

Per una volta nella vita
Rainbow Rowell lascia al regista il compito di trascinare sul grande schermo la storia di Eleanor e Park (il titolo originale è proprio Eleanor & Park).
Un romanzo di cui non ho ancora letto nemmeno una recensione negativa, come d'altronde Fangirl, della stessa autrice! Dovrei leggere qualcosa anche io! Voi che mi consigliate?

martedì 11 novembre 2014

Segnalazione: Gabriel. Il sigillo della tredicesima runa


Eccomi con una nuova segnalazione! Qualche giorno fa ho sentito una scrittrice di 'vecchia conoscenza', si può dire: Francesca Pace. Autrice di Emma, primo romanzo della The Hybrid's Legacy Saga, che ho anche recensito e scrittrice appassionata di quello di cui narra tanto da far partire un Blog Tour, di cui avevo ospitato una tappa.
Ed oggi -a distanza di tempo- sono qui a presentarvi il seguito di Emma, che vi riporterà indietro in quel mondo che avevamo avuto modo di scoprire tramite le oltre quattrocento pagine del primo volume...
Autore: Francesca Pace
Formato: cartaceo/ ebook
Data di uscita: 1 maggio 2014

Trama:
Gabriel è un ragazzo come ce ne sono molti. Scapestrato e superficiale, conosce fin troppo presto i dolori che un'esistenza umana porta con sé. Attraverso la sofferenza e la morte impara la caducità della vita e la fragilità dei sentimenti.
In una Scozia di fine 1400, Gabriel sceglierà le tenebre e l'oscurità dell'immortalità. Sceglierà di diventare un vampiro.
Sangue e morte ne accompagnano l'esistenza vissuta nell'inconsapevolezza e nell'ignoranza del suo dono. Un sigillo che ne cambierà radicalmente le sorti.
Una vita, la sua, vissuta al limite con al fianco Andrew, suo fratello, che mai lo abbandonerà neanche quando tutto in lui sembrerà essere perduto.
Una storia che abbraccia quasi sei secoli, ricca di cambiamenti e repentini mutamenti che porteranno ad un'intima trasformazione interiore che toccherà il culmine nell'incontro con Emma, l'amore della vita di Gabriel.
Sarà proprio l'amore, il motore che muove ogni cosa, a rendergli salva la vita e soprattutto l’anima.

lunedì 10 novembre 2014

Weekly Life #45

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*
Le tre cose migliori:
1. Vi e' piaciuto un post che non era completamente inerente ai libri ma nonostante ciò l'avete gradito un sacco
2. Il premio di un giveaway dovrebbe arrivare a giorni... ed è un romanzo a sorpresa
3. Rendersi conto che leggere romanzi e guardare telefilm in inglese è davvero utile! 

Le tre cose peggiori:
1. Essere passata da voi poche volte, scusate...
2. Qualche brutta esperienza scolastica: beh, capita!
3. Un weekend immersa nello studio! Non si finisce mai...

domenica 9 novembre 2014

Anteprima: Crimson Moth

Crimson Moth. Secondo romanzo della giovane scrittrice Reika Kell. Vi ricordate di lei? Era stata così gentile da mettere in palio una copia del suo primo romanzo -intitolato 'Lacrima Nera' e da concedermi un'intervista, che trovate cliccando qui.
Reika si è ricordata di me e mi ha fatto conoscere questa nuova fantastica -in tutti i sensi- storia. Mi ha colpito alla prima occhiata. I colori freddi e cupi dello sfondo che contrastano con il brillante rosso accesso degli elementi in primo piano. Secondo la mia personalissima opinione il romanzo sembra sapere il fatto suo sul come risplendere...
Titolo: Crimson Moth
Autore: Reika Kell
Formato: ebook
Casa Editrice: Selfpublished
Data di uscita: 22 Novembre 2014

Trama:
Vadìr. Un mondo distrutto dal ghiaccio. Un mondo assediato dal potere maledetto di una Strega. Questo è lo scenario in cui vive Ellen, giovane Cercatrice di Vadìr dal cuore indomito e dallo spirito combattivo. La vita che conduce è quella che ha sempre creduto fosse l’unica vita possibile, finché suo fratello Cam e la bisbetica Methe decidono di rivelarle qualcosa in più sul vero motivo per cui i Vadìriani sono imprigionati in un lembo di terra, la loro terra, e vivono come schiavi sotto il costante controllo dei Servitori. Un’antica leggenda le aprirà gli occhi. Cosa rappresenta davvero la Falena Cremisi? Chi è Ail e quanta umanità si cela ancora dentro di lui? E da dove proviene l’incantevole melodia prodotta da quel violino?
Schiacciata dal peso atroce di perdite strazianti e sconvolta da costanti sogni e visioni, arriverà per Ellen il momento di compiere delle scelte.
E di conoscere la verità.
Un Fantasy drammatico e introspettivo, in cui nulla è realmente come sembra.
Crimson Moth – Tra la vita e la morte esiste una linea sottile. Non superarla mai.

sabato 8 novembre 2014

Acquisti online; libreschi...o quasi!

Ciao a tutti! E' un'ora un po' insolita per postare ma sono stata impegnata tutto il giorno nello studiare genetica; per fortuna mi piace biologia perciò non sono del tutto distrutta!
Per staccare un po' ho fatto un giro su BornPretty Store cercando una degna sostituta alla cover del mio cellulare che ormai è letteralmente disintegrata: scolorita e con crepe! E dire che non la tratto male! :P
Mi sono imbattuta anche -un po' per caso un po' appositamente, in realtà- in qualche bel acquisto che potrebbe fare al caso vostro! Ho selezionato alcuni accessori che a me hanno fatto diventare gli occhi a cuoricino, probabilmente perché sono in qualche modo collegati coi libri! Perciò mi sono chiesta... perché non provare a condividerli con voi? Se il post un po' diverso poi non piace al massimo sono liberi di cliccare sulla ''x'' e chiudere la pagina ♥

Immagine 1
Iniziamo con due carinissimi segnalibri (1)... uno ha la forma di una sirena, l'altro ha un ciondolo a forma di angelo! Ok, l'ultimo mi piace decisamente di più, ma i ciondoli che pendono dalle pagine sono magnifici in entrambi! Per vedere l'immagine completa potete andare in questa pagina web
Immagine 2
I segnalibri fatti così sono piuttosto comuni ormai; voi ne avete qualcuno simile? 

Per chi preferisce i colori ho scovato dei piccoli segnalibri ''farfallosi'' disponibili in cinque colori (2). Sembrano più che altro minuscole decorazioni da esporre insieme ai romanzi sui propri scaffali; e poi -stavo pensando- che non sembrano nemmeno così difficili da realizzare a mano; ovviamente non in modo così perfetto...
Se cliccate qui potete leggere di più ☻

venerdì 7 novembre 2014

Wish List #12: di tutto un po'

*Wish List: Sono sicura che a tutte è capitato almeno una volta di rimanere con il naso incollato a una vetrina ad ammirare un oggetto che le ha fatto brillare gli occhi, che questo sia un vestito, una collana o ... un libro. Ecco qui la rubrica nel quale posterò i romanzi che mi hanno conquistato a prima vista...e ovviamente voi siete chiamate a fare lo stesso nei commenti.*
Ho resistito per ben due mesi. Sono riuscita a non aggiungere titoli nella mia lista desideri ♥ Sono quasi fiera di me... no, beh... meglio non esagerare! Perché potrei aggiungere libri su libri da un momento all'altro in pochissimo tempo :D 
Oggi ho inserito titoli diversi tra loro, che parlano di libri dalle trame differenti una dall'altra ma ognuna con qualcosa che mi ha colpito sul serio...

Staying strong di Demi Lovato
Descrizione: ''Nella mia vita ho attraversato esperienze di tutti i tipi, e affrontato problemi che vanno dalla droga alla depressione, senza mai smettere di impegnarmi nella ricerca dell'autoconsapevolezza e della felicità. Ci saranno sempre alti e bassi, cuori spezzati e vittorie, e tutti gli stati d'animo intermedi. A volte, però, poche semplici parole possono fare una gran differenza, possono offrire conforto e ispirazione. Questo libro è una raccolta dei miei pensieri, delle citazioni che mi ispirano, insieme ad alcune lezioni, meditazioni, riflessioni e piccoli compiti quotidiani. Mi hanno aiutato davvero moltissimo, ed è un regalo speciale e personale che voglio condividere con tutti voi.''
Mi ispira perché... sembra contenere quelle frasi che -nei momenti difficili- ti danno la forza di andare avanti. E' una raccolta di frasi da leggere giorno dopo giorno, non un romanzo... Una copia in inglese sarebbe perfetta! Non sono una fan di Demi, ma è un esempio come persona.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...