giovedì 5 febbraio 2015

Recensione: Una più uno

Titolo: Una più uno
Autore: Jojo Moyes
Pagine: 366
Prezzo di copertina: 16.00 euro
Editore: Mondadori

Trama:
Jess Thomas, giovane mamma single con due figli da mantenere, fa del suo meglio per vivere dignitosamente, ma i sacrifici sono molti, specie quando non c'è nessuno che ti possa dare una mano. Suo marito se ne è andato da tempo, sua figlia Tanzie è un genietto dei numeri, ma per far fruttare il suo talento matematico c'è bisogno di un aiuto concreto. E poi c'è Nicky, un adolescente difficile come tutti i ragazzi della sua età, vittima di bullismo, che non può certo combattere da solo... La famiglia di Jess è proprio scombinata e spesso lei non sa come fare e corre dei rischi inutili, finché inaspettatamente sul suo cammino incontra Ed Nicholls, quell'antipatico uomo d'affari cui lei pulisce la casa per arrotondare. Jess e Ed non si conoscono affatto. Jess non sa che lui è travolto da una crisi profonda e che uno stupido errore gli è costato tutto, e Ed non sa fino a che punto la ragazza sia nei guai, ma entrambi sanno cosa significhi essere davvero soli e desiderano la stessa cosa. Capiscono, nonostante la loro diversità, che hanno molto da imparare l'uno dall'altra e che una più uno fa più di due. In questo suo nuovo romanzo, Jojo Moyes racconta con grande empatia una storia d'amore insolita e coinvolgente tra due persone che si incontrano in circostanze inverosimili, come solo la vita sa riservare.

Recensione:
Famiglia. Una parola di otto lettere che contiene tutto ciò di cui una persona ha davvero bisogno; indica un concetto quasi astratto; un sentimento impalpabile che va oltre il semplice amare. A volte quest'ultimo sembra non dover implicare l'esserci l'uno per l'altro. In questo insostituibile valore che è la famiglia invece è di fondamentale importanza. 
Ma cos'è davvero? Sappiamo tutti che cosa si intende per famiglia in senso stretto ma cosa vuol comunicarci Jojo Moyes tramite le righe del suo romanzo? Qual'è l'idea che LEI si è fatta e che trasmette al lettore? Famiglia non è sinonimo soltanto di amore; è sinonimo anche di amicizia, di sintonia, di tranquillità, di forza. Se un concetto potesse diventare concreto, la famiglia sarebbe un nido fatto di piccole pagliuzze che una fragile rondine ha raccolto pian piano e con fatica per formare quel rifugio per i suoi piccolini. 
La famiglia quindi è dove ti senti al sicuro. Con chi ti senti al sicuro. E a volte sono proprio le persone con le quali pensi sia impossibile anche relazionarsi quelle che ti sorprendono rivelandosi qualcuno con tutte le caratteristiche per entrare nella tua vita.
Persone che incontri sulla strada della tua vita e che poi non se ne vanno più: sono loro che costituiscono la tua famiglia. Ricordiamoci che i legami di sangue sono certamente importanti ma che a volte è bene fare un passo indietro e guardare ''il resto'' della famiglia che ci attende lì fuori, nel mondo. E se non siamo noi a fare l'iniziativa sarà certamente la vita a farlo prima o poi.

Tutti abbiamo il diritto di avere la nostra addizione con un risultato; è importante che ognuno abbia il proprio ''una più uno'' per andare avanti. Insieme è più facile superare gli ostacoli, sempre dietro l'angolo. Jess ed Ed si sono presentati alla mia porta per parlarmi dell'importanza dell''esserci'' tramite la dolce voce della scrittrice: ed ecco appunto che mi trovo davanti una donna tenace, perseverante, con due figli da crescere soltanto tramite un lavoro poco fruttuoso che le permette al massimo di arrivare a fine mese; nonostante le difficoltà economiche lei si addossa responsabilità enormi perché è convinta che fare del bene verrà ripagato prima o poi. 
Ed e i soldi -al contrario- sono un tutt'uno. Quasi non sa che farsene, sempre immerso nell'eterna solitudine di un uomo d'affari interessato soltanto alla propria attività. Quando il destino gli gioca un brutto scherzo capisce che il denaro non risolve sempre tutto; e che essere circondato da persone che ti sostengono aiuta ad andare oltre. 
Ad entrambi manca un pezzetto per completare la propria vita. Ad entrambi manca quell'amore che non hanno trovato e che nemmeno stavano cercando nel momento in cui si presenta loro davanti senza preavviso.
Una storia che arriva al cuore grazie alla sua immediatezza; quasi palpabile per la veridicità conferitole dalla caratterizzazione a tutto tondo dei personaggi di cui conosciamo pregi, insicurezze, passioni, segreti ecc... grazie alla singolare maniera secondo la cui sono divisi i capitoli; all'inizio di ognuno troviamo il nome del personaggio tramite gli occhi del quale vedremo gli avvenimenti immediatamente successivi.
Una tecnica brillante che dimostra la capacità dell'autrice di ''entrare'' nella storia e nella testa di personaggi per niente stereotipati, ognuno con la sua storia da raccontare e le sue idee. E non è facile riuscire a pensare -o anche fingere di farlo- in mille diversi modi: persino il cane riesce a colpire il lettore. Un'enorme massa di pelo e tenerezza che accompagna madre e figli da tempo; addirittura lui è caratterizzato in modo eccelso, mi chiedo come sia possibile... ma poi mi rispondo che ci sarà un perché al fatto che il libro ''Io prima di te'', della stessa autrice, sia diventato un successo editoriale in poco tempo. So che non siete scettici sul fatto del cane ben descritto ma le vostre sicurezze verranno meno leggendo le prossime righe, in cui Norman -il cagnolone- sembra quasi un uomo con forti sentimenti.
«Oddio, ha fatto una puzzetta, mamma. sto soffocando.» ...
Tanzie cominciò a boccheggiare. «Sto morendo
Norman girò il suo vecchio testone e la guardò con occhi tristi, come se lei fosse davvero crudele.
Tanto ottimismo e tanta speranza fanno andare avanti Jess e invogliano il lettore a leggere la storia; mi sono trovata a divorare sera dopo sera una quantità abnorme di pagine per poi dovermi costringere a smettere poiché altrimenti il giorno seguente non avrei potuto vivere la mia, di vita.
C'è una leggera pennellata di pazzia: è paradossalmente il serio business man che la presenta. Si butta in un'avventura assurda: portare in Scozia una famiglia scombinata composta dalla sua donna delle pulizie, dalla figlia Tanzie -genietto di matematica- e dall'adolescente Nick, piuttosto problematico. E non scordiamoci del cagnolone, che non si fa problemi a sporcare la Audi immacolata di un ricco.
Ma è proprio grazie a questo tocco di follia che scopre che l'amore ci può aspettare negli angoli più bui della nostra esistenza; e che non guarda in faccia nessuno, rendendo perfette l'una per l'altra un uomo e una donna diametralmente diversi, che hanno in comune solo il fatto di star attraversando un brutto periodo.

Una più uno è una toccante ed ironica storia ambientata ai giorni nostri, dove non manca la gente che fatica a procurarsi il cibo e nella quale le famiglie allargate sono la normalità. La storia è così realistica che Jess potrebbe essere la nostra vicina di casa e Ed il nostro datore di lavoro; sono 'costretta' a dare al libro cinque stelline nonostante in molti dicano che ''Io prima di te'' sia di gran lunga migliore; ma la sottoscritta non l'ha ancora avuto nelle mani perciò per adesso apprezzo la storia di questa famiglia incasinata ma -in fin dei conti- felice e fortunata.
Consigliato a...
... per chi si aspetta una storia intrecciata; dove amore e famiglia diventano un tutt'uno.

Voto:














Link ad Amazon:
Se avete bisogno di informazioni in più, altre recensioni o di acquistarlo...

6 commenti:

  1. Sembra un libro bellissimo!*_______*

    RispondiElimina
  2. Credo di essere rimasta l'unica sulla terra a non aver letto nulla di questa autrice, mi sa che dovrò rimediare!

    RispondiElimina
  3. Bello! Mi ispira un sacco! Lo metto subito nella lista dei libri da leggere :)

    RispondiElimina
  4. Interessante! Amore-famiglia, un binomio non scontato....

    RispondiElimina
  5. Ciao Francy:)
    Forse sono l'unica a non aver ancora letto libro di Jojo Moyes e, a dire la verità, questa è la prima volta che ne leggo una recensione!
    Sembra carino, ma vista la mia situazione familiare particolare che mi ritrovo, non so, non mi viene la voglia di fiondarmi in libreria. Ma un giorno, chissà! :)

    RispondiElimina
  6. il libro che mi ha fatto scoprire questa bravissima autrice, la tua recensione rende perfettamente l'atmosfera della storia *-*

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...