martedì 28 luglio 2015

Prossime uscite: e non solo

Buon pomeriggio lettori ♥ Come avete passato questi giorni in mia assenza? Scusate se non sono molto attiva in questo periodo dell'anno (come in quello passato d'altronde) ma internet non mi aiuta e il tempo scarseggia >_< In ogni caso curare il mio angolino è sempre una parte importante della mia semplice vita da studentessa -ora in vacanza per fortuna- quindi continuo a stare attenta all'andamento del mio giveaway, all'appuntarmi le frasi migliori dei libri che leggo e ovviamente a non perdere le email che mi arrivano quotidianamente di scrittori che a quanto pare non sono ancora sotto l'ombrellone e desiderano col cuore una segnalazione; è giusto poter dare voce a questi autori... è dura farsi conoscere e ancora più dura farsi una grande nicchia di lettori! Ma fa sempre piacere aiutare chi ama ciò che fa! 
In questo post vi segnalo romanzi di autori emergenti alcuni dei quali partecipano al Giveaway attualmente in corso sul mio blog, che sta andando davvero bene per i miei standard di partecipazione! Inoltre non voglio lasciarvi senza segnalazioni riguardanti le case editrici da tutti conosciuti, come la Garzanti, o su autori della portata di Ammaniti il cui prossimo romanzo uscirà a settembre del corrente anno. Per leggere la trama cliccate sulle cover! 

domenica 26 luglio 2015

Reading Challenge: Read across Europe

Buongiorno Lettori ♥ Oggi sono qui per presentarvi un'iniziativa a cui abbiamo lavorato molto; è passato molto tempo da quando Francesco mi ha proposto questo tipo di collaborazione ed ora...eccoci qui! Finalmente siamo contenti di potervi annunciare una Reading Challenge piuttosto elaborata e lunga, che vi occuperà ben quattro mesi. Mi auguro che possiate partecipare numerosi; chissà che in estate riuscirete a trovare molto più tempo per le vostre personali sfide letterarie...
Ecco a voi le regole e la spiegazione di questo Blog Tour che vi accompagnerà in giro per l'Europa.
Iscrizioni
Per iscrivervi alla Challenge è necessario lasciare un commento nei relativi post dei blog partecipanti, ognuno dei quali avrà un post come questo in cui poter dichiarare di partecipare. I nomi dei partecipanti verranno scritti su un foglio excel che verrà aggiornato nel momento in cui ci farete sapere i libri da voi letti tramite email. Qui sotto trovate i nomi dei blog partecipanti e il mese in cui ognuno di essi ospiterà l'evento.
Tappe
Ogni mese un blog diverso ospita la Reading Challenge che verrà divisa in quattro tappe secondo delle suddivisioni dell’Europa:
  1. Settentrionale (Blu)
  2. Mediterranea (Verde)
  3. Occidentale (Verde Acqua)
  4. Orientale (Rosso)
Vengono proposti ogni volta 5 nuovi obiettivi a cui viene assegnato un diverso punteggio da 1 a 5 a seconda della difficoltà della richiesta.

giovedì 23 luglio 2015

Tag: Quanti ne hai letti?

Buongiorno Lettori ♥ Come stanno andando le vostre vacanze? Siete riusciti a scoprire qualche lettura interessante o nemmeno in estate a avete molto tempo libero? Beh, non è facile trovare il tempo per tutto ciò che ci piace, lo so! Infatti non sono riuscita ad essere presente sul blog negli ultimi giorni a causa della scarsa potenza della connessione internet che mi ritrovo durante l'estate!
Ma adesso sono qui per proporvi un tag! L'ho scovato tempo fa sul blog di Ilenia 'Libri di Cristallo' ed ho deciso di rielaborarlo; lei proponeva l'elenco dei libri da leggere assolutamente scelti dalla BBC invece io ho scelto di sbirciare quali erano i titoli più in voga in altri siti per poi scegliere i migliori. In cosa consiste questo tag? Soltanto nel dire quali sono i libri che avete detto tra quelli presenti nell'elenco qui sotto...romanzi che in molti considerano degni di essere letti almeno una volta nella vita! Eccoli qui:
I promessi sposi di Alessandro Manzoni
Se questo è un uomo di Primo Levi
Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
La montagna incantata di Thomas Mann
Cime tempestose di Emily Brontë
Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi
Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust
Il processo di Franz Kafka
Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia
1984 di George Orwell 
Cecità di José Saramago
Lolita di Vladimir Nabokov
Il Commissario Maigret di George Simenon
Amabili resti di Alice Sebold
Il Conte di Monte Cristo di Alexandre Dumas
Sulla Strada di Jack Kerouac
La luna e i Falò di Cesare Pavese
Il Diario di Bridget Jones di Helen Fielding
I figli della mezzanotte di Salman Rushdie
Moby Dick di Herman Melville
Oliver Twist di Charles Dickens
Dracula di Bram Stoker
Ulisse di James Joyce
I Buddenbroock di Thomas Mann
Il buio oltre la siepe di Harper Lee
Germinale di Emile Zola
La fiera delle vanità di William Makepeace Thackeray
Possession di AS Byatt
A Christmas Carol di Charles Dickens
Il Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde
Il Colore Viola di Alice Walker
Quel che resta del giorno di Kazuo Ishiguro
Madame Bovary di Gustave Flaubert
A Fine Balance di Rohinton Mistry

sabato 18 luglio 2015

Recensione: Nel mare ci sono i coccodrilli

Autore: Fabio Geda
Pagine: 155
Prezzo di copertina: 10.00  euro
EditoreBaldini & Castoldi


Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l'incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, la Turchia e la Grecia. Un'odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l'ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età. Questa è la sua storia.


Enaiatollah ha avuto il coraggio di vivere. Non stiamo parlando di un semplice protagonista di un romanzo perché in realtà Fabio Geda ci narra una storia vera attraverso le parole di un ragazzino alla ricerca della libertà. Una libertà che al suo paese non avrebbe mai ottenuto. Tanti non hanno la possibilità di raccontare il loro passato; Enaiat rappresenta ognuno di loro, coloro che non sono riusciti ad essere considerati ''rifugiati politici'', che non sono nemmeno giunti a destinazione -morti a causa delle condizioni disumane del viaggio-, che hanno perso le sperare ancora prima di arrivare per il dolore di una perdita. Eppure nessuno esita a giudicare, seppur non sapendo niente del loro trascorso; il pregiudizio è forte. Comincia a farsi strada dentro di noi nel momento in cui accendiamo la TV e ci ritroviamo a guardare con un'espressione infastidita e accigliata quelli che per noi sono quasi invasori. Vediamo solo dei semplici barconi, non le vite segnate dal tormento che contengono. Sappiamo cosa c'è dietro a questo incubo, che non riteniamo nemmeno tale?


Non usare droghe, nemmeno quelle che appaiono innocue e che ti attirano con il loro buon odore. Sono tutte trappole che rovineranno solamente la tua salute e quindi la tua esistenza. 
Non usare le armi, mai prendere in mano niente che possa nuocere alla vita di un uomo; se ti istiga conta fino a tre, rilassati. Non pensarci.
Non rubare, possederai solamente ciò che avrai guadagnato con un faticoso lavoro e non imbroglierai gli altri. Sarai generoso con loro.

venerdì 17 luglio 2015

Recensione: Luminusa

Titolo: Luminusa
Autore: Franca Cavagnoli
Pagine: 168
Prezzo di copertina: 18.50  euro
Editore: Frassinelli

"Lopadosa, Lipadusa, Lampedosa. Il nome deriva da una radice greca che significa luce, fuoco. Così mi ha detto qualche giorno dopo il responsabile dell'archivio storico dell'isola. A poco a poco m'è entrata sotto la pelle. Così com'era. Luminusa." Ha un nome che evoca la luce, il fuoco, e nelle giornate limpide ti sembra di percepire la grana dell'aria - argento puro. In fondo al suo mare, che ha tutte le sfumature del verde, dell'azzurro e del blu, giacciono ventimila morti senza nome, ammazzati. Di loro restano a volte tracce dilavate dalla salsedine: un sandalo infradito a rombi bianchi e neri comprato al mercato di Sfax, la foto di una sposa dalla pelle nerissima in abito di pizzo bianco, un rotolo di lettere in tigrino, una cassetta di Bob Marley. Ed è qui, a Lampedusa, che Mario, con malinconica determinazione, è venuto ad affrontare il suo segreto senso di inappartenenza e l'incertezza del futuro. Come se raccogliere quelle tracce in un minuscolo museo e salvaguardarne la memoria con didascalie in versi scritte su fragile carta velina potesse rendere più tollerabile la disillusione. Come se solo a Lampedusa, crocevia di destini, di strazio e di solidarietà, fosse possibile rispecchiarsi in chi ha osato cercare la salvezza su un barcone, e tornare a sperare. Con "Luminusa", Franca Cavagnoli ci costringe a guardare con altri occhi alla terra promessa di Lampedusa, alle tragedie e agli sbarchi che affollano le cronache...

Puntuale come un colpo di vento che rinfresca un’afosa giornata estiva Luminusa vuole correggere ma soprattutto aprirci gli occhi su un problema talmente attuale e vicino a noi che sembra paradossale vederlo ancora soltanto dalla nostra prospettiva: quella italiana. La Cavagnoli infatti affronta, con una sensibilità che pensavo potesse essere dimostrata soltanto da un immigrato, la gravissima faccenda che sta facendo di Lampedusa –ma anche una gran parte dell’Italia- un cimitero di speranze, sogni vani di persone che –scappando dal loro paese e dalla guerra- sognavano l’Europa come il posto ideale per ricominciare una nuova vita senza influire su nessuno oltre che su loro stessi. Ma purtroppo la realtà è ben diversa. Cosa può spingere un uomo ad andare incontro a una possibile morte? Soltanto la morte certa condita con una buona fiducia nel diverso, in quello che lo attende. Se fosse solo uno… non è così. Le anime che partono sono migliaia. Quelle che arrivano molte meno. Ma sempre troppe per essere ospitate in un Paese che non trova spazio nemmeno per i propri cittadini. Ed ecco il problema. Un problema che, in questa recensione, prenderemo in considerazione considerando solamente Lampedusa, cioè escludendo la politica europea e le gravi conseguenze per l’Italia, abbandonata dai membri dell’Unione.

giovedì 16 luglio 2015

Recensione: Scarlett

Titolo: Scarlett
Autore: Thalia Kalkipsakis
Pagine: 263
Prezzo di copertina: 18.00  euro
Editore: Piemme

Scarlett Stirling è una promettente ballerina, bellissima e ambiziosa. Adora i sacrifici e il rigido regime della sua scuola di danza, la National Academy of Performing Arts. La sua vita è misurata e bilanciata. Perfetta. Ma quando riesce a ottenere un piccolo ruolo in un video musicale e conosce l'affascinante rock star Moss Young, tutto cambia. Nel giro di una notte entra in un nuovo mondo, senza restrizioni, senza regole. Divisa fra i propri doveri e il desiderio di stare con Moss, Scarlett si spinge molto vicina al limite. In un mondo dove determinazione, ambizione e talento sono tutto, basta un passo falso per giocarsi tutto...

Non ci si innamora soltanto delle persone. Scarlett e' costretta a scegliere tra quell'amore evanescente, superficiale ma offuscante e quello tanto duraturo come impegnativo. Da una parte c'è Moss Young, un'affascinante rock star che vive all'insegna della trasgressione fatta di droghe, alcool e sesso. Insomma divertimento. E dall'altra c'è la danza fatta di rinunce, dedizione e forti crampi. Insomma fatica. Mettersi nei panni di una diciassettenne immatura, che è sempre stata al centro dell'attenzione sul palcoscenico mentre si esibiva in pirouettes, brisé e développé, non è difficile, anche se non si è primi ballerini alla Scale e se non si ha più la sue età. In fondo sappiamo tutti cosa significa essere adolescenti: bloccati tra la paura di crescere e la voglia di fare altrettanto; comprendere quale sia la cosa giusta da fare è difficile. Quasi impossibile è non sbagliare mai. Scarlett è quindi una storia d'amore adolescenziale ma anche d'amore profondo e puro; un amore incondizionato per la danza, la sua passione da una vita e per la vita. Sapete quando da bambini pensavamo a cosa avremmo fatto dopo vent'anni? Ci saremmo immaginati con un cappello da cuoco a destreggiare coi fornelli di un famoso ristorante newyorkese, avremmo visto le nostre abili mani ad acconciare una giovane prima del matrimonio, avremmo pensato di salvare la vita di una persona con un semplice stetofonendoscopio... poi arriva l'adolescenza e niente sembra essere adatto a noi. Ma la nostra Scarlett sembra aver già deciso dove arriverà: alla scuola di danza più prestigiosa, nella quale sogna di divenire una prima ballerina per esibirsi sola in un grande palco con i riflettori che illuminano solo lei. Il percorso però è lungo e tortuoso e gli ostacoli sono all'ordine del giorno.

mercoledì 15 luglio 2015

Just Girly Things: only jewels

*Faccio un passo indietro. Mi allontano dai libri. Arrivo a quel mondo tutto 'rosa' dove domina ogni cosa che soltanto noi ragazze possiamo capire...make up, accessori, sentimenti, insicurezze... Una rubrica nata soltanto per me e per voi Lettrici, che non rinunciamo ad un tocco di femminilità ogni tanto... Grazie a Just Girly Things potrò parlare di alcune cose che caratterizzano noi donne econfrontarmi con altre come me non più soltanto a proposito delle bellissime parole che escono dai romanzi ma anche su qualcosa di meno profondo o semplicemente...diverso!*
Buongiorno lettori ♥ Forse questa rubrica potrebbe diventare un po' ripetitiva ma solitamente se devo scegliere tra pubblicare un post inerente alla lettura ed uno totalmente ad essa sconnesso scelgo la prima opzione, sia perché ho più ispirazione in ambito letterario (tutto merito del mio amore per i libri, no? :P) sia perché credo che ci siano tante più cose da dire sui libri dato che ti aprono una finestra sul mondo rispetto che sui gioielli, make up, abbigliamento ecc... ma è il punto di vista di una book blogger quindi non vale! Sono certa che tanti non la pensano come me per fortuna!
A volte come sapete mi piace un po' cambiare -soltanto per un giorno- e il sito cinese BornPrettyStore mi ha dato per la seconda volta la possibilità di recensire e mostrarvi le foto dei loro bellissimi prodotti; certamente non hanno una qualità eccellente come le gioiellerie ma fanno una bellissima figura e -per chi ama cambiare- non c'è niente di meglio di oggettini fantasiosi ma allo stesso tempo eleganti. Sì sì, questa non è una rubrica per lettori, me ne rendo conto. Ma oramai avete capito che dovreste perdonarmi, una volta ogni tanto, e guardarvi qualche foto. Ringrazio di cuore l'azienda che mi permette ormai periodicamente di recensire i loro prodotti e di arricchire il mio porta gioie e non solo con nuove entrate particolari. Adesso comincia il post vero e proprio
Multi Shell Starfish Decor Bracelet Pearl Clustered Bracelet
Non credete che un bracciale così possa essere indossato solamente in estate? Questo non è assolutamente un male perché lo rende ancora più particolare di quello che già è! Perle, conchiglie e stelle marine (anch'esse ricoperte di pietruzze) non possono essere che un trio perfetto per l'estate. Nonostante la grande quantità di charms che il gioiello presenta non risulta pesante una volta indossato anche se non vi nascondo che è abbastanza ingombrante...però questo si sa ancor prima di acquistarlo! Non ci vuole tanta perspicacia per comprenderlo!

martedì 14 luglio 2015

Recensione: A Lupita piaceva stirare

Autore: Laura Esquivel
Pagine: 191
Prezzo di copertina: 16.90  euro
EditoreGarzanti

Fuori, Città del Messico splende delle luci della notte e il rumore della città si leva alto. Lupita non vuole sentire. Ha chiuso tutte le finestre, ha abbassato tutte le tende. Vuole stare sola e cercare di non pensare. E l'unico modo in cui riesce a farlo è stirare. Il gorgogliare dell'acqua che si scalda, il vapore denso che offusca la vista, il profumo dei panni puliti che si intensifica nell'aria hanno il potere di calmarla. Perché le ricordano sua madre e la felicità di quando era bambina. Ma quei tempi sono ormai lontani, Lupita è diventata una poliziotta e oggi ha fallito nel compito che le era stato affidato, proteggere un politico durante un trasferimento. Le sue mani tremano ancora e questo la riporta a una notte di tanti anni prima, quando la sua vita si è interrotta. Perché Lupita è una donna spezzata e il suo cuore è chiuso in un nodo di dolore che nasconde un segreto del suo passato che non può dimenticare. Ma adesso la sua vita è in pericolo, perché durante la missione Lupita ha visto qualcosa che non doveva vedere. Per salvarsi deve indagare e trovare i reali colpevoli, anche se questo rischia di riaprire le ferite del suo cuore. Ma solo così, forse, potrà riaffacciarsi alla vita e all'amore...

Lupita non vuole sentire. A Lupita piace la vita ma è troppo fragile per viverla davvero e troppo forte per accettarlo; paradossale? Soltanto leggendo riuscite a comprendere questa donna dal passato pieno di ostacoli da superare e di momenti bui da riempire di luce, con un presente senza amore ed un futuro che non si prospetta migliore. Però -proprio nei momenti difficili- c'è sempre qualcosa che ci sprona a continuare a vivere, o almeno a provarci perché soltanto se si ricorda che il sole esiste per tutti possiamo cominciare a godere veramente della luce che irradia. E' travolgente attraversare uno dopo l'altro i drammi nella vita di Lupita ma lo è altrettanto vedere come le vicende autobiografiche della donna si intreccino in maniera perfetta con gli elementi del giallo dati dall'uccisione di un delegato, delitto di cui la nostra protagonista è una delle principali sventurate testimoni. 

lunedì 13 luglio 2015

Weekly Life #76

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*
Le tre cose migliori:
1.  Il Giveaway 50 Books for Summer procede benissimo! In molti si sono interessati all'iniziativa e questo mi fa immensamente piacere: vuol dire che tutto il mio impegno e la generosità degli autori verranno ripagati! Se non avete ancora visto il post ma vi andrebbe di partecipare ecco il link.
2. Aver letto due libri in una settimana! Ok, forse a molti non sembrerà niente di strano ma questo significa che sono riuscita a conciliare le mille cose da fare con un po' di tempo per leggere!
3. Passare giornate in compagnia di amici e di persone che ti vogliono bene :D Beh, è perfetto, no? ^^

Le tre cose peggiori:
1. Due recensioni da scrivere! Non che mi spiaccia ma...devo darmi una mossa prima che le idee volino via dalla mia testa! Non voglio mica confondere le due storie!
2. Da questa settimana potrei avere problemi di connessione! Quindi perdonatemi se non sarò molto presente nel prossimo periodo! Ma se non funziona internet questo ''mondo'' non è più a portata di mano...
3. Dover leggere una decina di libri per studio prima della fine dell'estate e...non averne letto ancora nemmeno uno :3 

giovedì 9 luglio 2015

Giveaway: 50 Books for Summer

Onde che si infrangono arrivando a riva e un sole che fa sembrare tutto più luminosa. Siamo in una bellissima giornata di mare. Cosa manca? Un bel libro, delle parole che ci tengano compagnia in quei momenti in cui desideriamo solamente rilassarci. E se ancora -proprio come me- non avete avuto la possibilità di spiaggiarvi in una spiaggia un buon romanzo è ciò che ci vuole per staccare un po' la spina dallo stress quotidiano, proprio come succede durante ogni altra parte dell'anno. 
Oggi vi propongo un MEGA giveaway in cui i premi sono ben 45 ROMANZI: ok ammetto di aver arrotondato nel titolo del giveaway ma non me ne vogliate! Fino all'ultimo non sapevo il numero esatto di premi in palio. E' stata dura organizzare un evento di tali dimensioni: contattare Case Editrici e autori, segnarmi i titoli dei loro romanzi, creare un banner diverso per ognuno di loro, aspettare che ognuno mi rispondesse ecc... ma devo dire che sono soddisfatta del risultato e per questo devo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile il Giveaway ''50 Books for Summer'' cioè gli scrittori, che mettono passione in quello che fanno e sono disposti a regalare una preziosa copia della loro opera per l'amore delle parole. E se i libri che trovate qui non sono abbastanza vi consiglio di dare un'occhiata al Giveaway organizzato da Antonio, che trovate qui: i romanzi in palio sono 28 e c'è ne sono alcuni che sono anche tra i miei :)  Vi consiglio di leggere con attenzione il post che segue.



I vincitori questa volta saranno ben QUATTORDICI perché il numero di premi me lo consente...e oltretutto non mi permette di fare altrimenti. Ci sono però dei limiti: i primi sette vincitori saranno estratti esclusivamente tra coloro che mi seguivano già prima del Giveaway (a scanso di equivoci sarebbe preferibile specificarlo nel commento); ormai ho capito che l'essere troppo generosa (nonostante questi premi non escano dalle mie tasche) non va sempre bene: è giusto premiare chi mi segue con costanza permettendo loro di accaparrarsi i premi più sostanziosi e in più sono certa che i miei lettori fissi -nel vero senso della parola- apprezzeranno sicuramente le opere e la gentilezza degli autori. Ciò non significa che tutti gli altri non potranno partecipare anzi... i nuovi follower ben vengano, sperando che non si iscrivano soltanto per vincere un premio che sarà anche per loro bello grosso. In più chi mira ad essere tra i primi due vincitori deve scrivere un post per pubblicizzare il giveaway, ovviamente se possiede un blog (se non se ne possiede precisare nel commento). I vincitori verranno contattati in ordine; provvederò a controllare se hanno seguito le regole anche contattandoli via email. Se entro 48 ore non otterrò risposta cambierò vincitore. Verranno contattati in ordine di vincita in modo che possano scegliere i premi. Eccovi l'elenco dei vincitori: 
1. QUATTRO cartacei + DUE ebook
2. QUATTRO cartacei + ebook
3. QUATTRO cartacei
4. TRE cartacei + ebook
5. TRE cartacei
6.TRE cartacei
7. DUE cartacei + DUE ebook
8. DUE cartacei + ebook
9. DUE cartacei
10. cartaceo + TRE ebook
11. cartaceo + DUE ebook
12. cartaceo + ebook
13. DUE ebook
14. ebook

 
Seguire il mio blog pubblicamente con Google Friends Connect
♥ Lasciare un commento in cui scrivete perché vi piace leggere, il nome con cui mi seguite, email per essere contattati in caso di vincita, vari link di condivisione, i vostri nomi nei vari social network. Sceglierò i VENTOTTO commenti più belli, poetici e che traboccano di passione per la lettura e tra questi -insieme a qualche autore- selezionerò i vincitori. In caso di dubbio vedrò chi ha condiviso maggiormente l'evento. 
Condividere l'evento nei social network che possedete e cliccate +1 alla fine del post. Vi consiglio di taggarmi nei post di Facebook che scrivete a proposito e lo stesso vale negli altri social, come Twitter -o comunque comunicarmi le vostre mosse- in modo da evitare problemi
♥ Prelevare il banner che preferite e inserirlo nel vostro sito -ne ho creati SEI in modo che si adattino alle vostre grafiche e ai vostri gusti.
♥ Andare su QUESTA PAGINA, in cui troverete i link che gli autori ci tengono a far conoscere. Dovreste mettere ''Mi piace'' nelle loro pagine Facebook e sbirciare i loro vari link. La cosa più importante è che dimostrate di essere realmente interessati al loro lavoro, troverete infatti le trame dei vari romanzi.

Linky Party: New Blogs, New Friends

Blogger è un mondo infinito, uno di quelli in cui è facilissimo perdersi. Non ci vuole niente a dimenticarsi di passare a leggere quella recensione che tanto si aspettava, o non avere tempo per trovare le nuove novità in libreria ma in ogni caso è un'avventura fantastica grazie alla quale è possibile scoprire appunto Nuovi Amici e Nuovi Blog, il che non fa mai male. Nonostante faccia una fatica tremenda a partecipare ad ogni giveaway a cui sono invitata, a ringraziare tutte le persone che mi nominano nei tag o mi regalano un graziosissimo premio e a condividere e pubblicizzare un po' i linky party a volte ci riesco. E mi fa piacere aiutare e ringraziare chi è sempre pronto a leggere cosa ho da dire
Questa volta vi volevo presentare l'iniziativa di Francesco che ha speso per me e il mio blog le seguenti belle parole: se già non conoscete Francy, dovete assolutamente andare a visitare il suo angolino. Già dalle prime mail che ci scrissimo, capii che era una persona estremamente gentile e disponibile e dai suoi post emergono sia gioia e solarità che un lato riflessivo che dà profondità ai suoi pensieri. Beh, frasi così non possono che fare piacere. L'importante a questo punto è sapere soprattutto quanto impegno i blogger ci mettano per organizzare i vari eventi: vi assicuro che il ragazzo in questione si impegna davvero tanto e che... i risultati si vedono. Ora si tratta di un Linky Party per conoscerci meglio e sostenerci a vicenda anche se alla fine le persone che partecipano sul serio sono poche o a causa del loro carattere o del tempo a disposizione. Quindi se vi fa piacere...iscrivetevi! Per adesso mi limito ad invitare qualcuno dei blog che seguo, sperando di fare cosa gradita ai loro proprietari! 
Regolamento
♥Aggiungersi ai "Lettori fissi" del blog  La Quintessenza dei Libri
♥Commentare qui lasciando il nome del blog;
♥Condividere il banner del Linky Party sul vostro blog e, se volete, preparare un post di presentazione;
♥Invitare almeno altri 3 blogger all'iniziativa;
Divertirsi e visitare gli altri blog della lista.

mercoledì 8 luglio 2015

Recensione: Orgoglio e Pregiudizio

Autore: Jane Austen
Pagine: 339
Prezzo di copertina: 3.90  euro
EditoreNewton Compton

Cinque sorelle con caratteri completamente diversi e i loro genitori: Mrs Bennet, una donna indelicata e priva di eleganza che ha come unico scopo quello di trovare marito alle sue figlie; Mr Bennet, un gentiluomo intelligente e rispettato, una figura affascinante che non manca di ironia, molto affezionato alla figlia Elizabeth. Darcy, un ricco scapolo appena giunto in paese, appare dalle prime battute come un ragazzo orgoglioso, distante, altezzoso, convinto che in virtù della propria estrazione sociale e fortuna economica non possa ricevere alcun rifiuto; non si esime dal fare commenti sulla famiglia Bennet, in particolare su Elizabeth. Quest’ultima, provando fin da subito un sentimento di antipatia nei confronti di Darcy, preclude l’opportunità di conoscenza affidandosi al proprio pregiudizio: una lunga lettera le mostrerà quanto la prima impressione fosse errata. 
Una storia d’amore che va oltre la classe sociale da cui si proviene, che supera i propri limiti e trasporta con passione in un’altra dimensione


Penultima di otto figli, sei maschi e due femmine Jane passò la sua giovane età in un piccolo villaggio dell'Inghilterra a dedicarsi a ciò che amava fare: scrivere. Non era però una cosa rara che una ragazza di buona famiglia dedicasse il suo tempo a lasciare traccia dei suoi pensieri e delle sue fantasie su fogli di carta, creando diari e sdolcinati romanzi d'amore. Ma Jane non era come le altre. I suoi scritti apparvero fin dall'inizio come qualcosa in più di semplici parole dettati dalla mente annoiata di una ragazzina: quelle frasi così ben strutturate erano destinate a divenire l'inizio di opere che poi l'avrebbero resa la scrittrice conosciuta che è ora. Jane Austen è riuscita a tessere una storia semplice e quasi scontata senza cadere nel banale anzi facendo sì che la sua elegante maniera di scrivere fosse il punto di forza di ogni suo romanzo: il romanticismo passa in secondo piano nonostante l'amore sia comunque il perno intorno a cui tutto gira. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...