venerdì 26 febbraio 2016

Blog Tour | Sogni di Carta - Quinta Tappa: Le illustrazioni

Eccoci giunti alla quinta tappa del Blog Tour del romanzo "Sogni di Carta" di Melania D'Alessandro.
Se vi siete persi il post di presentazione e le tappe precedenti, trovate tutte le informazioni qui. Ricordo, inoltre, che il Blog Tour si concluderà con un bel Giveaway (per sapere come partecipare e vincere i premi messi in palio, leggere attentamente il post di presentazione).
Prima di cominciare con il contenuto della tappa di oggi, vi lascio i dati del romanzo in questione.

Titolo: Sogni di Carta
Autrice: Melania D'Alessandro
Pagine: 137, illustrato
Prezzo: 13,90 euro formato cartaceo
Editore: Leucotea
Data di pubblicazione: 23 febbraio 2016
Trama: Sogni di Carta è un negozio speciale. Tanto per cominciare, è gestito da un signore che veste sempre con abiti a quadretti e da un topo brontolone che va ghiotto di biscotti e viaggi fantasiosi. È una libreria magica, dove ogni parola scritta può diventare realtà e in cui i clienti vivono le avventure dei protagonisti delle storie come fossero proprie. Un giorno, tuttavia, libraio e topo di biblioteca si ritrovano ad affrontare guai seri: il mondo della fantasia è in pericolo e rischia di scomparire per sempre. Tra magici ripostigli, laboratori sognanti e personaggi straordinari si snoda la storia di Sogni di Carta, dove la magia diventa possibile e dove anche i lettori possono fare la differenza.

Oggi Melania ci parla delle illustrazioni del romanzo, svelandoci i "dietro le quinte" dei disegni. Lasciamole dunque la parola.
Fin dalla sua primissima stesura, ho immaginato "Sogni di Carta" come un libro illustrato.
In realtà, per qualsiasi storia io abbia scritto, ho tentato di trasporre su carta i volti dei personaggi, credo sia naturale. Studiarne i lineamenti, schizzarli a matita su un foglio bianco permette allo scrittore di sentire i protagonisti della storia meno distanti e più reali. Ed ecco che, quando il volto finalmente prende la forma giusta e riesce ad assomigliare all'ideale che ci si era fatti nei propri pensieri, ci si sente esaltati, carichi ed euforici.
Non so se avrei mai pensato che un mio libro potesse essere illustrato, sinceramente, per cui comprenderete la mia attuale gioia. Metteteci poi il fatto che le illustrazioni definitive sono state realizzate dalla mia dolce metà e vi potrete facilmente rendere conto della mia euforia e del mio orgoglio!
In questo post voglio mostrarvi l'evoluzione dei personaggi, da come li avevo disegnati io in un primo momento, a come poi sono diventati grazie alla penna del mio compagno.
Inizialmente avevo pensato a uno stile realistico dei disegni. Alcuni dei seguenti sono tratti dal quaderno degli appunti che ho utilizzato durante la stesura del romanzo, dunque il realismo era per me indispensabile. Desideravo a tutti i costi vedere i protagonisti di Sogni di Carta così come li avevo immaginati. Amante dello stile Disney, noterete che sia Archimede che Gulliver hanno un aspetto piuttosto “disenyano”.


In seguito, dopo aver firmato il contratto editoriale, la faccenda delle illustrazioni si era fatta concreta e avevo assolutamente bisogno di trovare un modo nuovo di rappresentare i protagonisti e le scene del libro, uno stile fresco e “sbarazzino”, semplice ma simpatico. Il tempo a nostra disposizione per realizzare i disegni che avrebbero arricchito la narrazione, infatti, non era molto e non potevamo perderci in particolari.


Studiando, cancellando e parlando, alla fine siamo riusciti a creare insieme il vero identikit di libraio e topo di biblioteca. Vederli per la prima volta nel loro aspetto definitivo è stato molto emozionante.
Dopo settimane trascorse a disegnare, vedendo prendere forma le scene e i personaggi della storia, è arrivato il momento di pensare anche alla copertina. Inizialmente era prevista un'illustrazione anche per il retro, che poi non è stata inserita dall'editore. Ci è voluto un po' per riuscire a trovare la copertina giusta per Sogni di Carta, per scegliere i colori adatti... abbiamo fatto diverse prove e alla fine il risultato si è dimostrato migliore di ogni mia aspettativa!
Per i colori, abbiamo utilizzato gli acquerelli, la tecnica migliore per chi non dispone di particolari capacità grafiche come noi. Queste illustrazioni, in definitiva, hanno per me un altissimo valore affettivo. A lavoro concluso penso davvero che non avrei potuto avere di meglio.
Che ne pensate di questo approfondimento
Ricordatevi di seguire le prossime tappe del Blog Tour, le trovate sui seguenti blog:

- Tappa 6: I libri famosi citati nel romanzo – lunedì 29 febbraio

- Tappa 7: I commenti dei primi lettori – mercoledì 2 marzo

- Tappa 8: Recensione del libro – venerdì 4 marzo

- Tappa 9: Estrazione del vincitore del Giveaway - lunedì 7 marzo
Francy

15 commenti:

  1. Le illustrazioni sono semplici ma genuine, e come se ti facessero tornare indietro nel tempo, facendoti ricordare la tua infanzia. sono evocative!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'illustratore ringrazia per i complimenti ^_^

      Elimina
  2. La più bella tappa di un blogtour a cui ho partecipato!
    Vedere i tuoi disegni iniziali e poi scoprirne le evoluzioni è davvero forte. Le tue parole, poi, trasmettono molta emozione che non passa inosservata. Il fatto che il tuo lavoro sia stato pubblicato e abbia trovato un bel pubblico è già fantastico, ma averlo creato insieme alla propria metà, è davvero qualcosa di superlativo! Posso immaginare come ti senti. Quando le persone che amiamo sono completamente dalla nostra parte ci sentiamo forti e imbattibili e le cose che desideriamo accadono!^_^
    Bellissima tappa ricca di dolci sentimenti!

    RispondiElimina
  3. Mi piace tantissimo l'illustrazione che vefe Archimede in poltrona con dei libri al suo fianco e una tazza fumante
    È il mio ideale di relax.
    10 e lode al disegnatore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piace un sacco anche a me *^* L'illustratore ringrazia!

      Elimina
  4. bellissime queste illustrazioni

    RispondiElimina
  5. Adoro i libri illustrati, e scoprire che questi disegni sono nati da un lavoro a quattro mani che ha coinvolto Mirial e il suo compagno non fa che rimarcare il messaggio del libro che invita alla collaborazione e al gioco di squadra.
    Sono curiosa di vedere gli altri disegni nascosti tra le pagine.
    Questi primi piacciono molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'emozione è stata tanta nel vedere i primi disegni prendere forma, figuriamoci a vederli stampati! Sogni di Carta è frutto dell'amore, il mio per quello che ho scritto, ma anche del mio compagno, che per abbellirlo e creare le illustrazioni ha sacrificato il suo tempo libero. Un valore aggiunto, dunque, per me <3

      Elimina
  6. Cosa dire: una meraviglia! Siete entrambi bravissimi e vedere l'evoluzione dei personaggi è davvero particolare e interessante!

    RispondiElimina
  7. Le illustrazioni sono fantastiche, nulla di elaborato e perfetto per i bimbi che ancora non sanno leggere! Questo libro è una scoperta continua!

    La mia condivisione
    https://www.facebook.com/rory.colorelibri/posts/820557568071198

    RispondiElimina
  8. una cosa che piace da matti è il disegno l'illustrazione così chiara semplice che incanta bimbi e adulti

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...