lunedì 29 febbraio 2016

Recensione: Nonostante tutto ti amo ancora

Autore: Samantha Towle
Pagine: 316
Prezzo di copertina: 9.90  euro
EditoreNewton Compton
Mia Monroe sta scappando. Da una persona che le ha fatto del male. Da un passato che vuole tenere nascosto. Non ha più fiducia nel futuro. Jordan Matthews ama le cose facili. Le donne facili. La vita facile. Poi incontra Mia. Lei è a pezzi e ha sulle spalle il peso più grande che una persona possa sostenere. Ma più Jordan conosce Mia, più si ritrova, per la prima volta nella sua vita, a volere con tutto se stesso qualcosa... qualcuno... lei. E allora la vita non è più così facile. Jordan è tutto ciò che Mia non dovrebbe volere. Un ragazzo poco raccomandabile, arrogante, che fa soldi giocando a poker e rimorchia donne nei bar. Eppure Mia se ne innamora. E allora il passato, sembra raggiungerla...

Vorrei cominciare dicendovi che se state cercando una recensione che osanni questo libro non siete nel posto giusto, ma non lo siete nemmeno se volete un pensiero completamente distruttivo su di esso. Nonostante tutto ti amo ancora era cominciato male -anzi malissimo- ma pian piano si è fatto strada dentro di me facendomi pensare che in fondo il suo senso ce l'aveva e l'insegnamento pure e che quindi era insensato proseguire la lettura con l'atteggiamento di scherno e con un ghigno malefico al posto del solito sorriso trasognante che mi caratterizza mentre leggo. Sarà difficile parlarvi del romanzo della Towle per il semplice fatto che nemmeno io ho le idee chiare; forse ho fatto passare troppo tempo prima di scrivere la recensione ma vi assicuro che non tutte le recensioni si possono scrivere a mente fresca di lettura. A volte la storia ti lascia un gran vuoto dentro, però un vuoto riempito di tante piccole emozioni che pian piano si possono trasformare in piccoli insegnamenti. Beh, insomma. Se volete un parere oggettivo, coerente e lucido questa volta sono io stessa a scacciarvi dal mio Angolino, andando addirittura contro i miei stessi interessi XD
Trouble -questo il titolo originale del romanzo della scrittrice statunitense- tratta un tema difficile eppure troppo diffuso anche nella nostra cultura, che a volte si definisce 'sviluppata' anche se alcuni uomini si comportano come veri e propri animali. Un tema che non avevo incontrato in precedenza in altri romanzi: la violenza all'interno della famiglia. In questo caso si tratta di un padre, affermato medico chirurgo, che a lavoro è il rispettabilissimo dottor Monroe mentre tra le quattro mura di casa è un mostro: non è più colui che salva le vita, ma piuttosto un uomo che distrugge quella di sua figlia. La violenza poi prende altre forme nel corso della storia: abbiamo il classico fidanzato violento da cui si dipende così tanto che le botte non si notano più: le sopporti e chiudi la bocca per non riceverne altre. Grazie al fatto che il romanzo è narrato in prima persona riusciamo a capire cosa ci sia nella testa di una ragazza intrappolata in un simile rapporto; la Towle lo fa in maniera piuttosto superficiale per i miei gusti ma ci descrive comunque i motivi principali che la inducono a dare una svolta alla vita di Samantha. L'altro personaggio importante della vicenda è Jordan: il tipico don giovanni capace di incantare le donne con il suo fascino e di lasciarle con la stessa facilità dopo aver trascorso una notte di passione insieme, in una delle camere dell'albergo di proprietà del padre.
Ciò che più ho apprezzato della storia è l'evoluzione che attraversano sia Samantha che Jordan. Quando chiuderete (forse con un sospiro di sollievo?) il romanzo vi renderete conto che alla fine non erano più una ragazza incapace di far valere la sua opinione e un adolescente con gli ormoni a mille, senza cuore ma spaventato dal poter essere coinvolto in una relazione seria. 
Elemento che proprio non mi è andato giù invece è la volgarità; ho sempre rifuggito i romanzi in cui sapevo fin da principio (grazie ad altre recensioni, si intende) ci si basasse molto su parole terribilmente scurrili ma Nonostante tutto ti amo ancora mi è stato regalato dalla casa editrice -che ringrazio infinitamente- perciò non ho avuto nemmeno il tempo di informarmi che si è presentato in casa mia. La volgarità nei libri non fa per me. Io cerco una storia quasi poetica, le cui parole mi entrino dentro per la loro capacità di comunicare emozioni in modo quasi impercettibile, non che forzano il mio cervello entrando con violenza per la loro grossolanità. Certo, alcuni penseranno che è proprio questo il modo con cui comunicano (e pensano) i giovani d'oggi ma mi auguro che l'autrice non abbia avuto la stessa idea: spero davvero che alcuni termini che mi hanno leggermente disturbato siano soltanto dei piccoli errori di traduzione...
Adesso vorrete sapere se Nonostante tutto ti amo ancora sia un romanzo che consiglio; ebbene, una lettura la merita soltanto per il tema doloroso -che riesce a far sentire al lettore- trattato ma certamente non rientra tra il numero dei miei romanzi preferiti. 
Come sempre alla fine della recensione vi lascio le frasi che più mi hanno colpito, però questa volta non sono tantissime.
È facile non contare niente per nessuno, ma essere importante per qualcuno...be', credo sia più difficile
A volte basta questo. Qualcuno che ti cambi completamente la prospettiva, che ti ricordi la persona che eri. 
Non escludere la prossima persona che proverà ad avvicinarsi a te. Digli tutto. Non temere che non ti ami, perché lo farà. E' impossibile non amarti. 
Non è soltanto una persona che incontri per caso e dalla quale semplicemente ti allontani. Lei penetra in fondo nell'anima, senza nemmeno volerlo, e alla fine non puoi far a meno di sentirla.

6 commenti:

  1. Ancora debo riuscire a farmi un'idea di questo libro! Comunque finora non è che abbia letto grandi recensioni in suo favore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io ho letto molte recensioni positive :P

      Elimina
  2. Ho provato a leggerlo, ma mi sono fermata dopo una manciata di capitoli perché proprio non fa per me. Gli aspetti negativi che hai sottolineato sono stati talmente forti per me che non mi hanno invogliato a proseguire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, soprattutto perché i primi capitoli sono davvero devastanti! O.O

      Elimina
  3. Ciao Francy! A me questo libro non è piaciuto per nulla, a partire dallo stile dell'autrice fino al sottovalutare alcune tematiche che avrebbero avuto bisogno di molto più spazio...

    RispondiElimina
  4. Eccomi Francy :)
    Credo di essere una delle poche qui a cui é piaciuto questo libro xD
    Io credo che la scrittrice ci sappia fare. Per il linguaggio credo che nel contesto della storia é azzeccato. Per Jordan...A me piace il temperamento di questo tipo di protagonisti ehehe
    Ciao Francy <3

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...