martedì 1 marzo 2016

Post I've Loved: consigli da lettori

*In un mondo così grande come la blogsfera è facile perdersi post meravigliosi: recensioni degne di nota, iniziative originali, informazioni decisamente interessanti... Il modo migliore di raccogliere i post che ho amato di più penso sia proprio una piccola dolce rubrica ^^ Un momento di raccoglimento delle idee per me, nuovi spunti per voi e un grazie alla blogger che ha scritto il post ^^*
Buonasera Lettori! Ok, non sto scrivendo in un orario ottimale per la pubblicazione dei post ma sempre meglio di niente, no? Sto approfittando del fatto di non avere alcuna interrogazione o verifica domani per navigare senza sosta nella blogsfera alla ricerca di qualche post interessante da condividere con voi. Beh, se state leggendo questo post significa che ce l'ho fatta! Anche perché non è difficile trovare qualcosa che valga la pena leggere in questo immenso mondo fatto di carta virtuale ma di lettori veri. Pronti a scoprire qualcosa di nuovo? Se la risposta è sì, allora continuate!

La nostra Ika ci da' dei piccoli consigli sulla scelta di quei libri che sono in grado di farci emozionare così che una lacrima ci solchi il viso e ci offuschi la vista per qualche secondo (se ci va bene XD) la vista! Alcuni dei romanzi di cui lei parla li ho adorati anche io, per citarne uno Il linguaggio segreto dei fiori. Perciò se siete alla ricerca di un romanzo che sia capace di lasciarvi un segno indelebile, da portare nel cuore per tanto tempo dopo la fine della lettura, andate a fare un giro nel suo angolino.

Sono sempre stata affascinata dal mondo ospedaliero; forse non ho usato il termine giusto poiché potrebbe apparire come una mancata forma di rispetto nei confronti di coloro che sono costretti a vivere confinati in quell'ambiente a causa di una determinata malattia. E' meglio che sono interessata a ciò che lo riguarda. Angela mi ha fatto scoprire una storia che sembra prefigurarsi come crudele ma che è necessario leggere, anche soltanto per far comprendere quanta gente abbia dovuto soffrire: come se le difficoltà che una malattia mentale comporta non fossero abbastanza... 

Nonostante non segua Once upon a time  mi ha colpito molto l'organizzazione del tag e soprattutto le domande che vengono poste. Sto quasi pensando di riproporvelo il prima possibile perciò non posso che ringraziare Ilaria per avermelo fatto scoprire :) Ed in più condivido alcune sue scelte, per esempio l'aver identificato Peeta come un ragazzo che ama incondizionatamente.

E per oggi abbiamo finito! Se anche voi volete segnalarmi qualche post interessante fatevi avanti! Anche i vostri suggerimenti sono apprezzati :)

Francy

2 commenti:

  1. Ma che dolce che sei ♥ sono felicissima che il tag ti sia piaciuto così tanto, sono curiosissima di vedere le tue risposte :)

    RispondiElimina
  2. grazie per la tua sensibilità e per aver condiviso Reparto n.6 sul tuo blog!

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...