sabato 12 novembre 2016

Recensione: Vuoi conoscere un casino?

Titolo: Vuoi conoscere un casino?
Autore: Alex Astrid
Pagine: 284
Prezzo di copertina: 17.00  euro
EditoreIl Ciliegio

Giorgia è una sedicenne della provincia di Milano, scrive a Martina, la cugina morta pochi mesi prima in un incidente d’auto. Martina diventa così “un diario”, un’amica invisibile che accoglie tutte le confessioni e gli sfoghi di Giorgia. La prima lettera è datata 5 febbraio 2014 e narra gli avvenimenti accaduti subito dopo la scomparsa di Martina. Nelle lettere successive Giorgia racconta la sua vita: la famiglia, gli amici, gli amori, ma anche le delusioni e le grandi e piccole gioie. La ragazza racconta soprattutto la storia di un viaggio interiore che la porta fino alla liberazione delle proprie paure e incertezze.
Un po' "Il giovane Holden" e un po' "I ragazzi del muretto": "Vuoi conoscere un casino?" è un affresco potente del mondo dei giovani di oggi che vivono alla periferia di una grande città. È la storia di una metamorfosi, di un viaggio. Il viaggio che ogni ragazzo deve affrontare per diventare grande.

Senza alcun filtro Vuoi conoscere un casino? è l'adolescenza raccontata da un'adolescente, così che ogni pagina, ogni riga, ogni parola, ogni macchia di inchiostro abbiamo un retrogusto così realistico che al lettore riesce difficile non immedesimarsi. 
Così quel 4 febbraio 2014 diviene la data di inizio di quel mondo che ora non è più solamente di Giorgia, ma è anche tuo. Di te che ti sei intrufolato a piccoli passi nel diario di una ragazza dalle mille riflessioni, che naufraga tra le speranze e le delusioni della vita, come in balia di una terribile tempesta. Ma le onde degli avvenimenti che sembrano portarla al largo impetuosamente sono le stesse che poi la riportano a riva, che la cullano tra le piccole ed inaspettate gioie. Perché la vita alla fin fine è fatta di alti e bassi, di sorrisi e di lacrime, ed è proprio così che l'autrice la raffigura,

Un romanzo di cui mi sono innamorata subito. Non ho dubitato nemmeno un attimo sulla validità della storia in quanto mi fidavo ciecamente dell'autrice che mi aveva sorpreso già una volta: ero fin troppo fiduciosa, tanto che -per un minimo difetto della storia- sarei potuta rimanere profondamente delusa a causa delle mie aspettative. Ma Vuoi conoscere un casino? mi è rimasto nel cuore, per il suo essere così maturo pur essendo scritto da una giovane scrittrice, per il suo essere così unico pur trattando un tema come l'adolescenza, con cui è facilissimo cadere nel cliché, per il suo essere così realistico pur essendo quasi fiabesco a tratti. Forse la vita però è davvero così: un enorme forse, costellato da elementi magici che la impreziosiscono un po'. E' una storia che parla di cambiamento, del dolore che non è facile scollarsi di dosso. E' un grande esempio di come nella vita di ognuno ci siano momenti così intensi da valere quanto un intero anno e mesi che sembrano vuoti, insignificanti, sebbene siano in realtà una lunga ed interminabile serie di momenti
E' meraviglioso vedere come la storia della vita di Giorgia evolve tra le pagine del suo diario, nel quale lei sfoga tutti i suoi dubbi immaginandosi che la sua migliore amica Martina sia ancora lì vicino, che la ascolta con occhi pieni di comprensione e che le risponde con affetto. Nonostante la sua amata cugina non ci sia sembra quasi aiutarla a viverle quella vita che lei non ha avuto la possibilità di vivere per un brutto scherzo del destino.
 

Come in ogni romanzo c'è una grossa parentesi che spetta all'amore. Questa non è la solita storia sdolcinata, in cui il bello e tenebroso finisce col stare con la brava ragazza innamorata persa. 
Qui la nostra protagonista ha la testa sulle spalle e -nonostante i pianti, le litigate fatte per amore coi genitori, le nottate insonni, la paura di aver sbagliato- alla fine sceglie ciò che le dà stabilità e le permette di essere lei stessa. Giorgia capisce che l'amore non deve essere soltanto ciò che fa battere il cuore all'impazzata, ciò per cui le mani tremano e gli occhi brillano. Soprattutto l'amore non può essere dolore e incomprensione, un continuo scambio di dolci scusa detti sottovoce sotto la pioggia, quando l'atmosfera gioca sempre a favore del romanticismo.
L'amore deve essere piuttosto condivisione, fatto di esperienze rievocate in compagna, di momenti da vivere assieme e di un futuro da costruire. E così la persona che ami non è colei davanti alla quale rimani senza fiato ma colei con la quale sei libera di ridere senza paura di apparire ciò che sei davvero. 
Ho letto le quasi trecento pagine in tre giorni, con una media di 100 pagine al giorno. Peccato che sia una di quelle storie che vuoi che non finiscano più; lasciare andare Giorgia e la sua storia è stato come abbandonare un amico. Non potere più sapere niente di lei, di come continuerà ad affrontare le giornate con positività, nonostante la perdita della cugina, nonostante una grande delusione. Di seguito vi lascio alcune frasi che ho amato e grazie alle quali capirete la grande dote che ha questa giovane scrittrice, capace di comunicare grandi messaggi con frasi concise. 
Ci sono dei momenti in cui pensi, in cui i ricordi sono troppi.. Non sei contenta, non sei triste, non sei fiduciosa, non sei arrabbiata. Tutto è grigio: a metà tra il bianco e il nero, tra il bene e il male, tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Sogni il futuro, ma sei bloccata nel presente con la mente colpa delle memorie del passato. Chiudi gli occhi e provi a spegnere il cervello. Ti muovi come un fantasma, non cammini, aleggi persa nelle stanze senza uno scopo. Perché non lo so. 
Sai solo che non sei tempo e non sei spazio, che il tempo passa e tu, non puoi farci nulla. 
Non importa se ciò che stiamo vivendo forse sarà solo un momento di breve durata, perché finalmente ho capito che ho sedici anni, che questa non è l'età del per sempre e della perfezione. 
Il cuore illumina quel lato che altrimenti la ragione lascerebbe in ombra 
Vivere è la cosa più rara del mondo: i più esistono solamente 
Teoria dell'entropia. Ci vuole meno energia a togliere un oggetto dal suo posto che a rimettercelo.


 
Voto:

3 commenti:

  1. Grazie mille Francy per la splendida recensione: ti giuro che le tue parole mi hanno commossa...

    RispondiElimina
  2. Ciao! Eccomi qui da te, grazie per esserti iscritta al mio blog, ho ricambiato molto volentieri ^_^
    Bella recensione, ho letto Vuoi conoscere un casino ed è rimasto anche a me nel cuore, l'autrice è stata bravissima!
    Buona giornata, a presto! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao. Avendo una figlia undicenne siamo alle soglie dell'adolescenza per cui sarà davvero interessante confrontarmi con una lettura così... metto in lista. Buona domenica!

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...