aprile 2014 - Never Say Book

mercoledì 30 aprile 2014

Tag: Mental Book
10:30 12 Commenti
Domani un altro giorno di vacanza ^^ Che meraviglia *-* Meglio di così...Oggi sono allegra e quel che ci vuole per rimanere così è un carinissimo tag ideato da Rosa ma che io ho trovato nel blog della dolce Ilenia :D
E' un divertente giochino di semplicissime associazioni parola-libro, non sembra niente di difficile ma sappiamo che i tag a volte sono ingannevoli, molto molto ingannevoli :3
Le parole che prenderemo in considerazione sono le seguenti: tempo, cioccolato, sangue, magia, viaggiare, musica, fiori, mistero, estate, felicità.
Bene. A questo punto si può iniziare :)

Tempo
 Il primo libro a cui ho pensato è stato Nella tela del tempo (recensione qui) in primo luogo perché -contenendo 'tempo' nel titolo- il mio cervello non poteva evitare di collegarli e poi perché i viaggi nel tempo sono un elemento fondamentale nella storia *-*

Tempo di lettura:

martedì 29 aprile 2014

Quotes of the heart #9: Harry Potter e i Doni della Morte
17:54 4 Commenti
*Quante volte vi è capitato di trovare una frase che vi ha colpito? Beh...a me molto spesso. Ecco qui una raccolta di belle frasi ''libresche'' :)*
Eccomi qui ^^ Post un po' tardivo,eh? Ieri non sono riuscita a sistemarlo e mi è toccato farlo oggi :P Ma ne è valsa la pena per l'ultima puntata di Quotes of the heart dedicata al nostro Harry :D
Proprio così, i Doni della Morte ci hanno raggiunto... Un libro carico di emozioni. O così è sembrato a tutti quei lettori che ormai trovavano in Harry, Ron, Hermione e gli altri un pezzettino della loro vita :) E perciò frasi, citazioni, battute non mancano :3
Il momento è giunto...Andiamo a riscoprire gli ultimi istanti della saga ^^
***

Sai come e perché è morta. Fai che non sia stato invano. Aiutami a proteggere il figlio di Lily.
***
"Non l'avrei mai creduto" concluse Harry. "L'uomo che mi ha insegnato a combattere i Dissennatori... un codardo".
***
Non provare pietà per i morti, Harry. Prova pietà per i vivi, e soprattutto per coloro che vivono senza amore.
***
Abbiam vinto, viva viva Potter, Vold è Mort con le ossa tutte rotte!
***
Tempo di lettura:

lunedì 28 aprile 2014

Weekly Life #18
17:00 4 Commenti

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*

Le tre cose migliori:
1. Aver sistemato finalmente Goodreads ^^
2. Wintergirls mi sta piacendo un sacco *__*
3. Qualcosina per il blog bolle in pentola ^^

Le tre cose peggiori:
1. Ritorno a scuola =/
2. Fra poco arriva l'estate perciò... Meglio stare attente alla linea :3
3. Bisogno di dormire :P 
Tempo di lettura:

domenica 27 aprile 2014

Tag: Tagga il libro ^^
10:30 15 Commenti
Nuovo tag ^^ Carinissimo e fresco fresco. Appena nato dalla fantasia di Nelly de 'L'angolo dei libri'
E' semplicissimo ma per me è stata dura scegliere cinque libri per questo post :D Sapete come cambiano i miei libri preferiti nel tempo... Dipende dall'umore, dal periodo, dalle letture recenti... Percio' se fra qualche mese mi si presenterà un tag del genere le mie risposte potrebbero essere totalmente stravolte :P
Ah... scusate! Il tag consiste solamente nell'elencare i 5 libri che si preferiscono!
E poi taggare 5 o 10 persone ^^
Let's start ♥


Dalla mia recensione (QUI)
Sono così eccitata a scrivere questa recensione ^^ 'Noi siamo infinito' è il primo libro letto in inglese che mi è entrato così nel profondo del cuore da unirsi ai miei preferiti ^^ 
[...]

[...]'Noi siamo infinito' è un romanzo della fine del Novecento ma ancora tanto attuale; forse oserei dire più adatto ai giorni nostri che a quelli trascorsi. Tutto cio ci riguarda sempre piuy da vicino purtroppo...un libro così insegna a riflettere ^^ ed è per questo che lo consiglio a tutti, davvero <3 Le cinque stelle non te le toglie nessuno, caro Charlie :3

Tempo di lettura:

sabato 26 aprile 2014

Il linguaggio segreto dei fiori. Il dizionario #15
10:30 4 Commenti
Quasi quasi arriva l'estate e i fiori continuano a farci compagnia ^^ Non si stancano di colorare questo blog :D Beh, spero che non vi dispiacciano questi intrusi :P
Anche questa volta i fiori non saranno proprio pochi ;) Ora possiamo iniziare...

S
 Salvia
Buona salute e lunga vita
Tempo di lettura:

venerdì 25 aprile 2014

Tag: 30 mesi di libri. Le cronache di Narnia
10:30 13 Commenti

Buongiorno ^^ Eccoci con questo tag mensile. Di cui non sono contenta se non combino disastri...il mese scorso mi sono ritrovata con un doppione, stavolta ho ritardato di qualche giorno. Ma se non ve lo dicevo non ve ne sareste nemmeno accorti, ne sono sicura :D E io che mi lego le mani da sola :P


Lo spunto di oggi è ...il libro più lungo che tu abbia mai letto... complicato, però! Ora mi tocca frugare nella mia libreria come una forsennata, vero? Ahh...andiamo a farlo! Escluderei i libri spessi un centimetro...quelli che non si vedono nemmeno... Mmh... dalle 600 pagine in su posso tenerli da parte. Trovato! Le cronache di Narnia di C.S. Lewis!
Lo ammetto. Questo è barare spudoratamente! Ragazzi, sono sette romanzi in un solo libro ;) Ma è tutto a posto, no? Non vi offendete?
Allora aggiudicato! Il libro più lungo che io abbia mai letto è Le cronache di Narnia di ben millecentosessantotto pagine. 1168, capito? 
Mi sembra di averlo letto tutto di un fiato, beh... forse sono state tre settimane. Però non ho interrotto con altri libri, anche perché non so leggere più storie insieme. Il mio cervellino non sarebbe capace di reggere uno stress del genere :3
Tempo di lettura:

giovedì 24 aprile 2014

Recensione: L'amore involontario
11:33 3 Commenti
Autore: Chiara Marchelli
Pagine: 278
Prezzo di copertina: 15.50 euro
Editore: Piemme

Il giorno in cui Riccardo riceve la telefonata, per lui sua sorella è solo un pensiero fastidioso, un ricordo cacciato con rancore. Cresciuti vicini, stretti in un rapporto necessario e profondo, non si sentono più da anni: a Irene, scrittrice molto amata, Riccardo non ha mai perdonato di aver scritto di lui nel romanzo che l'ha portata al successo. Di aver parlato di quel dolore devastante che l'ha reso un uomo duro e cinico e che ha trasformato per sempre la sua famiglia. Ora Irene è in coma dopo un grave incidente e Riccardo si trova a doverle stare accanto. Da lui tutti si aspettano una pena che non riesce a provare, un amore che non sente più. Ma, un giorno dopo l'altro, accanto al corpo muto eppure così vivo di sua sorella, quell'amore torna a pulsare. Anche attraverso la lettura del libro di Irene, che Riccardo si era sempre rifiutato di leggere e che ora gli restituisce la sua vita in un modo che non era mai riuscito a vedere. Lentamente le parole di Irene riescono a scalfire il muro dietro al quale Riccardo si è nascosto per anni, permettendo al dolore di uscire, e liberarlo. La storia della trasformazione di un uomo, il racconto intenso e forte di un risveglio. Dei sentimenti, dei ricordi, di un possibile nuovo legame. Per trovare il coraggio di mettere da parte il dolore più grande e prendersi cura di ciò che resta.

Non ci si rende conto di quanto sia importante una persona fin quando non la si è persa davvero. Se scompare dagli occhi non è detto che il cuore l'abbia cancellata completamente che perciò continuerà nella sua silenziosa ricerca fino alla fine. E' un'azione involontaria. Cercare proprio quella persona che hai tanto disprezzato per il suo comportamento così diverso dal tuo è una ricerca alla pace con te stesso e con il mondo... 
Piccoli insegnamenti così banali che quasi scompaiono tra le pagine di un libro ma indelebili nella mente del lettore che coglie quella verità universale; se non si perdona se stessi nemmeno gli altri riceveranno mai le tue scuse.
Quando mi capitano sotto mano dei libri così enormemente vicini alla nostra realtà quotidiana non posso fare a meno di restarne colpita in un modo o nell'altro. La morte dietro l'angolo cambia le persone radicalmente, le logora dentro e le fa riflettere così profondamente sul proprio passato...
Riccardo è costretto a fare esattamente questo. Riavvicinarsi ad una sorella che aveva allontanato con i suoi modi bruschi e diventare via via più consapevole delle sue colpe. 
Irene, quella sorella tanto amata e ormai sconosciuta a lui, è vittima del suo destino: un incidente. Un improvviso incidente che cambia la vita a tutti. A partire dal fratello che è catapultato dopo anni nella sua vita. Ma Irene Walker è una scrittrice di successo, circondata da un affetto che Riccardo nemmeno riteneva possibile. Un amore così distante dalla rigorosa vita dell'uomo, che si rende conto di conoscere la sorella meno di tutti quegli sconosciuti che la comprendono grazie alle sue lezioni universitarie e ai suoi scritti.
Perché non sempre partecipare alla vita di una persona significa conoscerla. Capirla. Apprezzarla. No. Non è così. Se non si prova a capirla e non ci si riesce rimane in un mondo a parte. Due universi vicini ma irraggiungibili... Riccardo non ha mai provato a fonderli insieme ma Irene sì.
E attraverso le pagine dei romanzi della sorella Riccardo scoprirà quanto Irene l'abbia capito profondamente, meglio di lui stesso.
Un tuffo nel passato, nelle vite ancora intrecciate dei due... Brevi pezzi che racchiudono l'essenza della loro unione, vista con gli occhi pieni di vita di Irene.
L'amore involontario è narrato da tre prospettive diverse...Impercettibilmente differenti tra loro.
La dominante è quella del narratore in terza persona che ci parla al presente rendendo la storia più personale. Ed è proprio questa esposizione ad essere interrotta dai pensieri dell'imperturbabile Riccardo.
Ma gli spezzoni più toccanti rimangono i frammenti di quello che è il libro più personale della famosa scrittrice Irene Walker, costretta ormai su un letto d'ospedale.
Per Riccardo sarà proprio il romanzo You are my sister il modo di tornare vicino alla sorella, in punta di piedi e senza ammettere le sue colpe direttamente. Perché quei Philp e Olivia del libro sono il Chris e Virginia -suoi figli- della realtà... E tutte quelle avventure, domande, piccoli rimproveri sono rivolti all'amato fratello.
In un mare di ricordi e di speranze che riguardano la sorella, Riccardo deve continuare la sua vita. Difficile. Ma lui è un uomo con la corazza. Uno di quelli che non piange, o fa di tutto per non farlo.
Un romanzo che ci insegna a non allontanarsi dalle persone che ci amano; uno sforzo inutile, vano. Perché sulla tua strada incontrerai sempre un burrone che ti farà precipitare -pieno di rimpianti- verso di loro... E la tua vita cambierà. Ancora.

Tempo di lettura:

mercoledì 23 aprile 2014

Post I've Loved: cercare, evitare e scrivere ^^
10:30 11 Commenti
*In un mondo così grande come la blogsfera è facile perdersi post meravigliosi: recensioni degne di nota, iniziative originali, informazioni decisamente interessanti... 
Il modo migliore di raccogliere i post che ho amato di più penso sia proprio una piccola dolce rubrica ^^ Un momento di raccoglimento delle idee per me, nuovi spunti per voi e un grazie alla blogger che ha scritto il post ^^*
Come mi sono affezionata a vostri blog ora adoro anche questa piccola rubrica, che vedo è piaciuta anche a voi ^^ Ogni tanto fa piacere condividere non solo i miei pareri ma anche quelli degli altri...spunti per tag, nuovi libri in Wish List (questa può essere una vera disgrazia, no? :P)...Mi metto in ordine le idee con voi oggi ^^

Il mio amore per i tag non si ferma mai e nemmeno quello di Lumi ^^ Ho trovato questo simpaticissimo meme proprio da lei; ancora non mi ci sono cimentata ma devo farlo. E' piuttosto personale e senza una vera e propria linea guida da seguire perciò ci impiegherò un'intera giornata per farlo :D
Tempo di lettura:

martedì 22 aprile 2014

Beautiful Covers #10
10:00 9 Commenti
*Se ''L'abito fa il monaco'' anche la cover ''fa'' il libro? Di questo non sono tanto certa... Comunque in questa rubrica inserirò le copertine che mi hanno affascinato ma non necessariamente con un contenuto altrettanto incantevole.*

Eccoci qui! ^^ Decima puntata di Beautiful Covers a Pasquetta :P Fantastico! La copertina che ha vinto la volta precedente è Il giorno dei colombi :D
Passiamo adesso ad analizzare (mmh...che brutta parola) le nuove bellissimi, fantastiche, indescrivibili cover! :P
Tempo di lettura:

lunedì 21 aprile 2014

Weekly Life #17
22:01 9 Commenti

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*

Le tre cose migliori:
1. Aver raggiunto i 300 lettori ^^ grazie di cuore
2. Vacanzeeee
3. Tempo per leggere (strettamente collegato al punto 2 XD)

Le tre cose peggiori:
1. Pasqua = cioccolato = troppe calorie :P
2. Poco tempo per dormire XD
3. Vacanze non significa necessariamente poco da fare...
Tempo di lettura:
Recensione: Nella tela del tempo
10:00 4 Commenti
Autore: Barbara Nalin e Tiziana Recchia
Pagine: 324
Prezzo di copertina: 2.99 euro
Editore: Self Pusblishing

Fantasia, mistero, giallo, sentimento sono gli elementi portanti del romanzo "Nella tela del tempo", ma è il tempo la parola chiave di tutta la vicenda. Il tempo che sconvolge, che unisce, divide e poi riunisce. Il tempo che cambia anche gli affetti. 
La vicenda inizia nel 2012 a Los Angeles, protagonista Melita, una giovane fotografa che viene inviata a Malta, nella sua terra d'origine, per fare un reportage di un corso che si terrà nel mulino appartenente alla sua famiglia, nell'isola di Comino. La missione ha un fine tanto velato quanto allettante: pare che il vecchio mulino custodisca un segreto legato ai Cavalieri di Malta, in particolare a delle tele che avrebbero il potere di cambiare la realtà a piacimento di che le utilizza. Tra continui incursioni temporali, tra passato e presente, il lettore si immergerà nel leggendario mondo dei Cavalieri di Malta, ne apprezzerà i valori portanti dell'antica società, valori che ancora oggi meritano rispetto e condivisione e che rappresentano, almeno in parte, la via d'accesso a quel mondo lontano e misterioso per i personaggi del XXI secolo. Romantiche storie d'amore e d'avventura che si intrecciano in tempi lontani e sentimenti che si riscoprono autentici e inalterati a distanza di secoli, patimenti e sofferenze disumane, amori che commuovono, misteri ed enigmi irrisolti. Come una mosca può intrappolarsi fino all'estremo nella tela di un ragno, così, così l'uomo può rimanere schiavo della tela del tempo, di un tempo non suo, estraniante e sconvolgente, che può condurlo alla definitiva scomparsa o alla sua rigenerazione.

Quando leggi la trama di un libro non sempre ti aspetti che tutto ciò che promette sia vero. Mistero, sentimento, colpi di scena, salti temporali, rimandi storici, sofferenza, amore, intrecci... Pensavo fosse impossibile che Nella tela del tempo contenesse ogni singola cosa e in modo così dettagliato, poi *-*
Un libro che mi ha piacevolmente sorpreso, non c'è che dire! Se fosse più conosciuto sarei sicura che non ci sarebbero molte persone che se lo lascerebbero scappare...E' una storia che consiglio. Questa è la mia premessa. Ora iniziamo con la recensione.
Un mondo di parallelismi incredibilmente reale e studiato. Le autrici ci offrono due epoche diverse da mettere a confronto: valori, pensieri, sentimenti e persone. Tutto il libro studia la relazione che può generarsi tra 1500 e 2012 grazie a un istintivo salto nel tempo ^^
Ammetto che l'idea di base non è proprio originale; di viaggi nel tempo e di macchine che li permettono li vediamo dappertutto, persino nei cartoni animati ma le autrici sono riuscita a rendere il tutto quasi reale e studiato nei minimi particolari analizzando le conseguenze che ogni azione potrebbe causare nel futuro. 
Malta ci appare così uguale a se stessa e allo stesso tempo così mutevole negli anni quasi a farci intendere come le guerre possano influire nella morfologia di un territorio. In realtà il fattore storico non è molto approfondito anche perché il 1500 fa da cornice, contestualizza gli eventi ma si limita a questo. E' stato meglio così poiché non sempre apprezzo quando la storia prende il sopravvento mettendomi confusione nella testa.
All'inizio della storia sono stata colta dall'ansia del tipo...'oddio! Ma quanti personaggi sono?'. No, niente paura. Si è volatilizzata in un batter d'occhio :D Forse sarà che ho iniziato ad affezionarmi a quelle personcine dai nomi bizzarri o forse sarà che ognuno aveva il suo doppio (mi spiego, ogni Cavaliere di Malta del 1500 ha il suo corrispondente nel 2012) ma ogni pezzetto del puzzle è andato al suo posto... E queste tessere hanno contribuito a farmi amare pregi e difetti (è possibile? o.o) dei personaggi, alcuni di questi presentati in un primo momento come stereotipi -tra cui la donna in crisi e ubriaca- che si rivelano pieni di carte da giocare e con il giusto momento per riscattarsi ^^
Melita -la protagonista- è la mia preferita ^^ Forte, indipendente ma umana... con quel tocco di sensibilità tipico delle donne e quell'affezionarsi facilmente alle persone che la porta ad amare incondizionatamente il suo Simon.
Pazzeschi i colpi di scena! Neanche stessimo parlando di un romanzo d'azione! C'è tanto movimento...le vicende si susseguono senza tregua non lasciando il tempo al lettore di annoiarsi, e dire che i romanzi gialli non sono mai stati i miei preferiti ^^ Con la loro promessa di suspance qualche volta deludono... Questo no. Forse perché non era un vero e proprio romanzo giallo.
Ma torniamo a noi... Ok, non posso descrivervi questi momenti in cui spalancavo gli occhi come una scema ma -fidatevi- erano incredibilmente inaspettati. Ma è così particolareggiata la storia che quando scopri l'intreccio ti credi una sciocca...Avete presente quando vi chiedete 'Ma come ho fatto ha non capirlo? Era così evidente!'
Con questo libro ho anche sofferto con i personaggi...Storie d'amore tormentate e morti. Improvvise scomparse di persone che cercavano solo di ritornare a casa. Uff... e poi perché muoiono i migliori?
Nella tela del tempo è un romanzo completo, sia per ciò' che riguarda la storia sia sul piano emotivo! Sentirsi parte della storia -e per di più complessa- non è sempre immediato.
Lo stile è magnificamente maturo per essere quello di due scrittrici non affermate nel mondo dell'editoria ^^ Sono un esempio vivente che gli autori emergenti possono scrivere libri di un buon livello, pari a quello (ehm...o superiore) di scrittori famosi in tutto il mondo ^^
Molti di voi non leggono in ebook -lo so- perciò mi auguro che questa storia prima o poi si trasferisca sulla carta ma a chi non è troppo tradizionalista consiglio davvero Nella tela del tempo.
Sognare e viaggiare con la mente si può fare anche grazie a questi libri così freschi ma dal retrogusto antico di chi attinge da storie già viste.
Tempo di lettura:

domenica 20 aprile 2014

Buona Pasqua ^^
10:30 16 Commenti
Buona Pasqua ^^ Auguri a tutti i malcapitati che anche in questi giorni hanno trovato un minutino per passare qui da me... ma anche a tutti gli altri che, per loro fortuna, non vedranno questo banalissimo post di auguri!
Beh, mi auguro che questa giornata non passi troppo in fretta o almeno che le vacanze non si volatilizzino subito :D Sono sempre così piene che non si direbbe che siano propriamente vacanze.
Dato che in questo momento io sarò a mangiucchiare un po' di cioccolato posso solo sperare che questa Pasqua sia ricca di momenti speciali e da ricordare ^^
Perché alla fine è un giorno come tanti altri...ogni giorno è speciale se si sa come viverlo ^^
Quindi ora scio' da qui -ci sentiamo domani- non sprecate il vostro prezioso tempo qui ^^
Un grosso grosso abbraccio
...e ancora... Tanti auguri!

Tempo di lettura:

sabato 19 aprile 2014

Il linguaggio segreto dei fiori. Il dizionario #14
10:30 7 Commenti
Anche il giorno prima di Pasqua i fiori ci tengono compagnia, contenti? ^^ Incredibile come passa il tempo O.O Ok, non facciamo le nostalgiche! E passiamo al sodo... entriamo nel vivo della puntata... che cosa ci comunicheranno oggi i nostri amati fiorellini? ^^ Scopriamolo insieme!


















R
Rabarbaro
Consiglio
Tempo di lettura:

venerdì 18 aprile 2014

Wish List #7: dolci amare emozioni ^^
12:18 5 Commenti
*Wish List: Sono sicura che a tutte è capitato almeno una volta di rimanere con il naso incollato a una vetrina ad ammirare un oggetto che le ha fatto brillare gli occhi, che questo sia un vestito, una collana o ... un libro. Ecco qui la rubrica nel quale posterò i romanzi che mi hanno conquistato a prima vista...e ovviamente voi siete chiamate a fare lo stesso nei commenti.*

Era da un mese che non aggiornavo la mia Wish List e me ne sono resa conto con grande sorpresa! Sapete che significa? Che ho perso per strada molti titoli interessanti! Ogni volta i foglietti in cui annoto i nomi spariscono e non ricompaiono più O.o Per chiarirmi un po' le idee e per farvi scoprire qualcosa di interessante ci vuole davvero una bella puntata di questa rubrica! Chissà che non vi arrivi qualche libro al posto dell'uovo quest'anno...

Vorrei che fossi tu di Lorenza Bernardi
Trama: Cosa faresti se per errore ricevessi un messaggio da un ragazzo che non hai mai sentito nominare? Beatrice, sedici anni, timida e seria com'è, non ha dubbi: lo cancellerebbe all'istante. Si dà il caso, però, che il messaggio parli del suo libro preferito e Bea non resiste alla tentazione di rispondere. Tra i due inizia così una fitta corrispondenza di sms e, giorno dopo giorno, Bea scopre di avere un sacco di cose in comune con il ragazzo misterioso. Con lui sente di poter parlare di tutto e di riuscire ad aprirsi, condividendo sogni e speranze. Nel frattempo, però, Bea a scuola conosce Andrea, odioso e supponente come nessun altro. Le sembra che quel ragazzo non perda occasione per metterla in imbarazzo e lei non vuole avere niente a che fare con lui. Ma il destino, si sa, gioca brutti scherzi...
Mi ispira perché...una storia molto reale e quasi palpabile ^^ E sono alla ricerca di un libro proprio così...una storia leggere ma con qualcosa di vero sotto sotto :D
Tempo di lettura:

giovedì 17 aprile 2014

Anteprima: L'estate nei tuoi occhi
18:34 3 Commenti

Ragazzi, sono restata incantata da un libro oggi *-* una cosa molto molto infantile, in effetti... non mi fissavo un romanzo in testa da tanto tempo! Se non fosse per il fatto che ancora non è nemmeno uscito L'estate nei tuoi occhi sarebbe già in Wish List o addirittura...tra le mie mani :) Beh, vi chiederete che cosa ha di tanto speciale questa storia, che in realtà è una trilogia; perciò mi sembra giusto dirvi che mi ci ritrovo tanto :) Ok, non ho il mio amore al mare ma la mia migliore amica perciò, per quanto mi riguarda, nelle giornate piovose e nostalgiche penso realmente all'inverno come un periodo che divide due estati... Forse mi capiterà di non ritrovarmi affatto nella storia perché non è proprio la stessa cosa ma...questo non mi toglie una morbosa curiosità :D
Titolo: L'estate nei tuoi occhi
Autore: Jenny Han 
Casa Editrice: Piemme
Data di uscita: 6 maggio 2014

Trama:
Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto...

L'autrice
Nata in Virginia ha frequentato l'università in Nord Carolina e attualmente vive a Brooklyn. 
Ha uno spiccato senso dell'umorismo infatti nel suo sito dichiara che le piacerebbe essere la migliore amica di Oprah -famosa conduttrice televisiva- o l'aiutante di Babbo Natale ma anche organizzare feste alla Casa Bianca.



Tempo di lettura:

mercoledì 16 aprile 2014

In my mailbox #5: libri e collaborazioni ^^
19:14 8 Commenti
*Quando si amano i libri non c'è cosa più bella del riceverli! Per sfogliarli, per guardarli, per metterli sullo scaffale impolverato della tua stanza...ma soprattutto per leggerli!!*
Ormai tutti saprete della mia piccola collaborazione con la Piemme, che mi ha reso felice e realizzata, ma ammetto che il tutto non mi si era realizzato completamente fin quando non ho trovato L'amore involontario nella buca delle lettere ^^Incredibile la velocità con il quale il tutto si è realizzato e la disponibilità della ragazza che gestisce le collaborazioni: non pensavo! Sono rimasta piacevolmente sorpresa da tutto ciò! 
Ma non sono mica solamente le CE ad essere gentili; le autrici non sono da meno! Barbara Nalin -una delle due autrici de Nella tela del tempo- mi ha inviato il loro libro...la cosa meravigliosa è che il romanzo è palesemente solo in ebook ma la scrittrice si è dimostrata così attaccata alla sua opera da stamparmela, rilegarmela (cioè copertina, foglio trasparente, cartoncino posteriore...) e mandarmela per posta :D Quindi questa puntata di In my mailbox deve contenere anche un grosso grosso grazie! 
Tempo di lettura:

martedì 15 aprile 2014

Le Miss Movie #1: Gravity
16:00 8 Commenti
*Non solo le parole racchiudono storie. Anche le immagini lo fanno. I film sono un mondo di parole ed immagini che ti permettono di sprofondare per qualche ora dentro uno schermo: diventi parte della storia. 'Le Miss Movie' nasce per condividere con voi le emozioni che quelle scene ci lasciano nel cuore...Ogni tre settimane io e Sara -del blog Il mondo di Sara- vi faremo scoprire un nuovo mondo...*
Che emozione. Un'altra collaborazione e un'altra blogger che ci tiene compagnia. Ogni volta l'avventura diventa più bella...
La dolce Sara e io abbiamo deciso di condividere con voi qualche esperienza 'filmesca' (evviva i vocaboli inventati :P). Avete letto la descrizione, no? :) Non proprio recensioni di film (emh... già è faticoso farle coi libri XD) ma almeno il nostro pensiero; il nostro piccolo, modesto e personalissimo pensiero! So' che gradirete questo mio sforzo di allontanarmi un po' dai libri, no? :3 Vero Lettori? :3

Il primo film di cui parliamo è....*rullo di tamburi* Gravity! Prima di tutto ecco la scheda del libro...emh.. scusate... è l'abitudine... la scheda del film!

Titolo: Gravity
Anno: 2013
Durata: 90 min
Genere: fantascienza
Interpreti: Sandra Bullock, George Clooney
Trama: La brillante dottoressa Ryan Stone è alla sua prima missione spaziale, mentre l'astronauta Matt Kovalsky è all'ultimo volo prima della pensione. Quella che per loro doveva essere una passeggiata spaziale di routine si trasforma in una catastrofe. Lo shuttle viene distrutto e loro si ritrovano soli nell'assordante silenzio dell'universo. Fluttuanti nell'oscurità e privi di qualunque contatto con la Terra non hanno apparentemente alcuna chance di sopravvivere anche per via dell'ossigeno che va esaurendosi. Forse l'unico modo per sperare di tornare a casa è quello di addentrarsi nello spazio infinito.


Il pensiero di Francy
Ok. Lo ammetto. La fantascienza non è il genere che preferisco ma quando Sara mi ha chiesto se mi andava di usarlo come soggetto della prima puntata non ho saputo dirle di no.  E poi cosa mi costava vedere un film di un genere particolarmente strano per me? Beh, assolutamente niente ^^ Una sfida con me stessa. E con  il genere.
Una sfida superata, a dire il vero. Gravity non mi è dispiaciuto affatto. Un film angoscioso. Così tanto che ho temuto di non sapere di essere claustrofobica: il senso di impotenza davanti a tanta grandezza -l'Infinito, l'Universo- e uno spazio così piccolo in cui stare. Una navicella.  Un posto sicuro in cui stare se sotto controllo ma un puntino indefinito e inutile se non c'è nessuno a pilotarla.
Il vuoto ti penetra dentro e l'angoscia è sospesa a mezz'aria costantemente. E non è la storia a creare questa suspance, perché la trama è banale e lineare, ma l'atmosfera spaziale. 
Tempo di lettura:

lunedì 14 aprile 2014

Weekly Life #16
20:19 6 Commenti

*E' una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il Portale Segreto. Consiste nello elencare le tre cose migliori successe durante la settimana e le tre peggiori. La posterò ogni lunedì.*

Le tre cose migliori:
1. Aver creato due bigliettini ^^ me ne manca ancora uno... Mercoledì ho tre compleanni :P
2. Giveaway in corso :) Qui e su tanti altri blog <3
3. Qualche giorno e poi.... Vacanze :D

Le tre cose peggiori:
1. Dubbi su shopping online :P non so più che fare ^^ qualche consiglio?
2. Regali da acquistare ma.. Dove? XD (strettamente collegato al punto 1)
3. Aver avuto una bel febbrone ed ritrovarsi senza voce :O
Tempo di lettura:
Recensione: Una vita a colori
10:301 Commenti

Autore: Mara Boselli
Pagine: 279
Prezzo di copertina: 2.99 euro
Editore: Nativi Digitali Edizioni


Alice, insegnante di greco e mamma single, conduce un'esistenza frenetica e incolore come tanti altri a Milano. Presa dalla noia, o forse dalla speranza inconscia di poter cambiare di colpo la propria vita, una sera accede per la prima volta ad una chat. Ed è in questo spazio virtuale che si incontrano per la prima volta Alicetta32 e Color_Painted, il nickname di Fabio, misterioso e garbato giornalista con il quale Alice intraprende quella che in pochi giorni diventa una "relazione virtuale". 
"Una Vita a Colori" ci descrive le indaffarate giornate di Alice, tra la scuola, la figlia Chiara e la famiglia, e soprattutto le sue nottate davanti a un monitor a chattare con Fabio. Finché qualcosa non sconvolgerà per sempre la routine quotidiana... 
Di libri sugli incontri via chat ne sono stati scritti tanti, soprattutto di gusto morboso o che nascondono una demonizzazione della tecnologia. In "Una Vita a Colori" la chat è un non-luogo, un ambiente neutro dove due persone che vivono una vita piatta, dai toni sbiaditi, possono confrontarsi per scoprire che i colori alla vita non li possiamo mettere da soli, serve la persona adatta per cogliere le giuste sfumature, insieme. Sarà Fabio, il misterioso individuo dietro a "Color_Painted", la persona adatta per Alice? 

Primavera. La prima parola che mi è venuta in mente quando l'autrice mi ha mostrato la cover per email è stata questa. Primavera. Fiori, colori, semplicità... Ancor prima di leggere la trama mi aspettavo una storia fresca e allegra. Non mi sono dovuta smentire perché alla parola primavera si è accostata benissimo la parola allegria.
In un periodo stressante come quello che sto attraversando ora un romanzo così era proprio quello che ci voleva; nel lettuccio, con la simpatica insicurezza di Alice e la dolce presunzione di Fabio staccavo la spina dallo stress dello studio. 
Non osanno questo libro; non è un capolavoro. E' un libro scritto bene ma che si mantiene su quel tono leggero che nessuno inserirebbe tra quei libri che ti segnano a vita. Ma mica possiamo fare di questo un difetto alla fine ^^ E' una storia che mi ha fatto sentir bene e rilassare per qualche minuto al giorno. 
Di sera staccavo dalla mia quotidianità e -zac- entravo in quella di Alice. La narrazione in prima persona, quasi come fosse un diario, mi hanno coinvolto; ero io quella donna insicura davanti al computer e quella mamma single ma non per questo incapace. 
Questo coinvolgimento è merito soprattutto della trama così vicina alla nostra realtà quotidiana. Internet non è più solo uno strumento per informarsi ma anche per comunicare, questo secondo scopo è visto a volte come pericoloso. Verissimo, ok. Ma 'Una vita a colori' insegna a non vedere tutto bianco o tutto nero, ci insegna che vedere a colori è quello che ci serve per dare una spinta alla nostra vita. Non tutti gli incontri virtuali sono destinati ad essere 'malati'; qualcuno può avere lo stesso peso e la stessa importanza di uno nato in un bar o durante una festa al mare. Niente lo impedisce se entrambe le parti hanno buone intenzioni.
Alice e Fabio sono stati fortunati, d'altronde. Non girano buone voci sui siti di chat, sicuramente non ci metterei mai piede, ma la fortuna non può essere l'elemento che rende meno reale la storia. 
I personaggi sono altrettanto veri, così come la loro vita. Alice è un'insegnante di liceo con una figlia piccola, abbandonata dal padre ma alla quale non manca l'affetto. La donna ha infatti una tribù -come lei la definisce- come famiglia, che non la lascia mai da sola 'nemmeno quando vorrebbe'. La sua è una vita ripetitiva, semplice e senza particolari eventi che le scombussolano la vita; d'altra parte ha una bambina a cui deve garantire stabilità, come non capirla?
Ma la voglia di rompere la routine ha la meglio la sera in cui decide di entrare in un sito di chat. Proprio da qui inizia la sua storia. E noi iniziamo a conoscerla.
Alice pian piano conosce Fabio e le racconta tutto della sua vita e così anche il lettore viene a sapere tanti piccoli particolari che costruiscono, come tessere di un puzzle, la sua vita passata.
I suoi difetti e i suoi pregi non tardano ad arrivarci ma questi la rendono ancora più umana che quasi quasi decidi di andare a Milano a trovarla e chiederle come sta adesso.
Ok, Fabio mi è stato meno simpatico. Sarà che era dall'altra parte dello schermo ma...mmh... non mi ha convinto completamente :P Non mi ha infastidito, per carità! Ma era meno particolare di Alice, più stereotipato. Ecco. 
Forse una scelta azzeccata per raccontare una storia di incontri, che di particolarità ne aveva già tante, ma che non mi ha fatto rimanere a contemplare Fabio.
Ma la piccola Chiara? :3 Tenera, lei! :) Con quell'intelligenza che ti fa pensare che forse i bambini non sono poi tanto stupidi. Immaginate una bimba che vede la zia fare la matta e squadrarla per poi alzare le spallucce per dire 'eh..che ci possiamo fare?'. E così attaccata alla mamma da disegnarle un sole perché il cielo oscuro e nuvoloso non ne ospitava uno.
Elena, poi! La sorella preferita di Alice e sua amica, con la quale si confida anche se beccandosi di quelle prese in giro tipiche delle sorelline ^^ Peccato che chi da i consigli non è nemmeno la più grande :P
I dialoghi tra Fabio e Alice sono davvero tanti, premettendo che ogni giorno alle undici si beccano in chat ma mai noiosi, anche se a volte tendono a cadere nel banale e a ripetersi. Ma forse quei 'come va?' 'ciao' 'tutto bene?' sono davvero inevitabili quando si mandano messaggi e io dovrei saperlo bene.
Una cosa che ho adorato, che poi non è nemmeno tanto rilevante nella storia anche se per me ne è diventata il simbolo è una canzone, una poesia che Fabio manda a Alice per farle capire com'è per lui la loro strana storia. Qual'è la canzone? Già ti guarda Alice, di Tiziano Ferro. Azzeccatissima, in effetti e poi io... me la ricordo praticamente a memoria perciò immaginate che mentre leggevo che Alice l'ascoltava...l'ascoltavo anch'io nella mia mente ^^
La scelta di questa canzone come simbolo della loro storia sono certa che mi farà ricordare la storia a lungo *-* Sono un po' di parte perché ascolto questo cantante ma... il suo lavoro l'ha fatto :P Ora vi lascio il pezzettino che più rappresenta la storia...nessuno è solo finché di notte/anche lontano ha chi non dorme/per pensare a lui...e penserai a lei ancora/rimani e pensa a questa notte/a quelle cose dette e fatte/a tutto il tempo ancora/senza rimpianti /che avrai davanti insieme a lei... Il resto potete ascoltarlo qui, chissà che vi invogli a leggere il libro ^^
Tempo di lettura:

@way2themes