sabato 24 novembre 2018

Come leggere di più: tra studio e lettura

Il tempo non manca. E' tutta una questione di priorità. Una frase fatta che pronuncia chi vuole atteggiarsi da tutto-fare o una verità che demolisce la pigrizia? La verità piuttosto sta nel mezzo. E' corretto dire che il tempo c'è, ma non sempre si vede: l'abilità risiede nel saper ottimizzare ogni minuto della giornata. A darvi qualche consiglio, ecco una me studentessa universitaria, costretta a dividere il tempo passato sui libri tra quelli per studio -pieni di numeri, calcoli e teoremi- e i romanzi che contengono pagine di parole che scorrono dolcemente sotto gli occhi.
Scrivo per coloro che come me amano la lettura ma che talvolta arrivano talmente stremati a fine giornata da avere gli occhi che bruciano dopo aver chiuso i libri del dovere per aprire quelli per il solo piacere di leggere. Ma non solo. Anche per chi pensa Perché no? quando vede un nuovo romanzo il libreria ma poi perde l'interesse convincendosi che no, non ha abbastanza tempo. 

1. Tenete un libro sempre con voi
Un ottimo metodo per leggere di più è portare un libro ovunque. Stephen King, autore che attribuisce alla lettura gran parte del suo successo, suggerisce a coloro che vogliono seguire le sue impronte di leggere 5 ore al giorno. Il che suona irrealizzabile ma sta ad indicare che ci sono milioni di minuti nascosti in ogni angolo che possono essere sfruttati. Se all'arrivo in stazione il cartellone segnala 30 minuti di ritardo è inutile fissare la scritta, aspettando che il tempo di attesa aumenti (cosa che inevitabilmente accadrà...). Piuttosto apri la borsa ed immergiti nella tua storia; così anche se il ritardo salirà ad un'ora ti sembrerà che il tempo passi più velocemente. Questa è una delle tante situazioni in cui leggere è così facile, studiare no. Certamente non starai sottraendo tempo al tuo studio bensì trasformando una situazione poco piacevole in un momento per te stesso.

2. Lasciate lo smartphone in tasca
In situazioni di stallo come può essere appunto l'attesa, che sia del treno o del turno dal medico, è quasi automatico prendere il cellulare ed iniziare a vedere gli aggiornamenti dei nostri amici. Dire no ai social media, o meglio limitarne l'utilizzo, può aumentare i minuti passati sul nostro romanzo più di quanto possiamo pensare. Non è così facile ma provate ad installare sul vostro smartphone un'app come AntiSocial: vi consentirà di monitorare l'utilizzo che ne fate e vi renderete conto che potreste sfruttare quei minuti passati con lo schermo acceso in maniera migliore. 

3. Abbandonate un libro
Leggere dovrebbe essere una gioia, non un obbligo. Se poi consideriamo che noi studenti abbiamo altri libri che devono essere per forza letti ecco che diventa ancora più importante che i romanzi che abbiamo tra le mani siano di nostro gradimento. Se un libro non piace, prendetelo dal comodino e rimettetelo nello scaffale della vostra libreria senza imporvi di concluderlo. A volte non sei pronto per un libro o quel libro non è pronto a te. Non sentitevi in dovere di leggere Anna Karenina soltanto perché senti che devi farlo perché hai letto un articolo in cui compare tra i 10 libri da leggere prima di morire. Leggi piuttosto ciò che ti senti perché l'unica cosa che devi fare è rilassarti. 

4. Non confondete studio e lettura
Capita di passare ore sui libri per svolgere gli ultimi esercizi in vista di un esame imminente così da pensare che di ore con il capo chino sulle pagine ne sono già passate troppe. Non ci sembra il caso di affaticare ulteriormente la vista con il romanzo che ci attende a pagina 220. Se l'alternativa è andare a riposare, chiudendo gli occhi, va bene; se invece l'attività alternativa è passare un paio d'ore a guardare la TV ritengo che le due attività si equivalgano
E' bene piuttosto vedere un buon romanzo, magari accompagnato da una tazza di tè caldo, come una "ricompensa" dopo ore di studio.

6 commenti:

  1. io utilizzo un app che si chiama "social detox" che blocca il cellulare per un tot di tempo (lo decidi tu) e non si sblocca a meno che non paghi 0,50€\1€ XD la utilizzo per lo studio, ma mi hai fatto riflettere che potrei utilizzarla anche per la lettura :)

    RispondiElimina
  2. Ciao, ottimi consigli. Io cerco sempre di avere un libro con me. Buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  3. Io rimango sempre fregata dal cellulare, lo ammetto. Sigh ç_ç

    RispondiElimina
  4. Un post che è un po' la mia Bibbia. Utilissimo!

    RispondiElimina
  5. Anch'io quando studiavo approfittavo del viaggio in treno per tuffarmi nella lettura, diciamo che era la mia oretta libera ^-^

    RispondiElimina
  6. Ciao Francy!
    Con un po' di ritardo, ma sono passata :) Ormai io leggo quasi solo in treno e lo faccio come alternativa all'utilizzo del cellulare. Inoltre è vero che bisogna leggere ciò He si ha voglia: ho iniziato un libri che pensavo fosse bellissimo, ma dopo il primo capitolo mi stava deludendo e quindi l'ho abbandonato, li riprenderò quando non dovrò studiare perché in realtà so che più avanti mi piacerà (perché ho recitato dei pezzo tratti da questo libro)...

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...