Canzoni letterarie: le conoscete? - Never Say Book

mercoledì 24 aprile 2019

Canzoni letterarie: le conoscete?

Siamo abituati al fatto che la trama di un romanzo sia portata sul grande schermo ma poche volte ci rendiamo conto che i libri non sono un’ispirazione solamente per i film. Anche i cantanti talvolta scelgono di prendere un pezzo di una storia che li ha colpiti e di farne il punto centrale di una loro creazione musicale. Ciò che dovrebbe maggiormente sorprenderci è che sentiamo canzoni e nemmeno notiamo queste più o meno marcate citazioni letterarie: solamente dopo aver sentito dire che sì, è basata su un romanzo, ecco che le strofe acquistano un nuovo significato.

Firework, Katy Perry
Durante un’intervista per il Billboard magazine la cantante dichiarò che l’ispirazione per questa canzone le venne quando il suo ragazzo le mostrò un paragrafo tratto da Sulla strada di Jack Kerouac, nel quale si descriveva il frizzante entusiasmo di chi vuole vivere appieno la vita. Un’immagine tanto esplosiva da far nascere in line l’immagine ancor più incandescente dei fuochi d’artificio.
Baby, you're a fireworkCome on, let your colors burst

Baobabs, Regina Spektor
Questa canzone contiene riferimenti a Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery. In particolare alle spine che servono per proteggere un fiore, le stesse delle quali lei si libera così da trovarsi senza protezione.
Inoltre nel romanzo il protagonista vive su asteroide e passa le giornate a sradicare gli alberi di baobab, in quanto distruggerebbero il pianeta se continuassero a crescere; allo stesso modo la cantautrice parla di un mondo in cui non vorrebbe crescere i suoi figli.
You have tamed me; now you must take me.
How am I supposed to be? I don't have my thorns


Mix Tape, Brand New
Questa canzone riprende un tratto del romanzo Noi siamo infinito di Stephen Chbosky, durante il quale Charlie sta frequentando Mary Elizabeth, con la quale non ha nulla in comune. Nemmeno i sentimenti. Qui si riprende anche il modo originale con cui il protagonista racconta cosa sente: facendo nastri con le canzoni che ben esprimono ciò che prova per il destinatario.
But when I say let's keep in touch, I hope you know I mean I wish that you'd grow up.This is the first song for your mixtape.

Dust Bowl Dance, Mumford&Sons
Brano ispirato a Furore di John Steinback, libro che il frontman della band, all’epoca della stesura dell’album, aveva da poco terminato di leggere. Il libro di Steinback narra le vicissitudini di una povera famiglia che migra verso la California, con la speranza di poter costruire una vita migliore rispetto a quella a cui si erano ridotti a seguito della siccità che devastò la parte meridionale degli USA negli anni 30 del Novecento.
So collect your courage and collect your horseAnd pray you never feel this same kind of remorse
Francy

6 commenti:

  1. Non le conoscevo,le ascolterò!!
    Ciao francy :))

    RispondiElimina
  2. Conoscevo solamente quella di Kay Perry, ma mi segno subito le altre! ☺️

    RispondiElimina
  3. Che post interessante! 😍 Anche io conoscevo solo quella di Katy Perry.

    RispondiElimina
  4. Ma dai, che cosa curiosa! Ignoravo questi particolari! Bel post

    RispondiElimina
  5. Non avevo idea di queste ispirazioni, anzi "Baobabs" non la conoscevo affatto, ma ora la ascolterò con piacere.

    RispondiElimina
  6. Ciao Francy! Ci ho impiegato un sacco a risponderti perché sono stata lontana dalla blogsfera nell'ultimo mese. Sono contenta del tuo ritorno (e attendo presto nuove segnalazioni/recensioni). Comunque non conoscevo nessuna di queste connessioni tra canzoni e libri. Post molto interessante :3

    RispondiElimina

Se vuoi lascia un commento a questo post ^ ^ Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi :)

@way2themes